Nuove specifiche tecniche sulla trasmissione telematica dei corrispettivi tramite vending machine

Il Provvedimento inserisce una nuova ed importante caratteristica tecnica (oltre alle precedenti) che deve essere obbligatoriamente presente all’interno del distributore automatico

Vending Machine

Il Provvedimento dell’Agenzie delle Entrate (disponibile in allegato) inserisce una nuova ed importante caratteristica tecnica (oltre alle precedenti) che deve essere obbligatoriamente presente all’interno del distributore automatico per rientrare nel regime già dal prossimo Aprile: la “porta di comunicazione”.


Tale elemento è infatti necessario al fine di comunicare/trasferire digitalmente i dati ad un dispositivo esterno atto a memorizzarli e trasmetterli al Sistema dell’Agenzia delle entrate.


Pertanto, saranno tenuti alla memorizzazione elettronica e alla trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi dal 1° aprile 2017 solo i soggetti passivi che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi tramite “distributori automatici” dotati delle caratteristiche complete, con le modalità descritte nel precedente provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 30 giugno 2016 e cioè:


1) una o più “periferiche di pagamento”;
2) un “sistema master”, ossia un sistema elettronico dotato di CPU e memoria;
3) un “erogatore” di prodotti o servizi;
4) una “porta di comunicazione”, necessaria al fine di comunicare/trasferire digitalmente i dati.


Per tutte le vending machine che alla data odierna non posseggono le suddette caratteristiche tecniche, l’obbligo è spostato al 1° gennaio 2018 con conseguente periodo transitorio per l’adattamento tecnico.


Restano esclusi, in via esclusiva, dal perimetro di regolamentazione del presente Provvedimento, i distributori automatici di carburante in relazione ai quali un successivo Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate disciplinerà termini e regole tecniche di avvio dell’adempimento, in considerazione delle peculiari caratteristiche tecniche degli strumenti utilizzati e delle norme attualmente vigenti in materia di controlli amministrativi a cui sono sottoposti i gestori in tale ambito merceologico.


Ulteriori informazioni di natura tecnica sull’argomento potrete trovarle alla pagina web http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/provvedimenti/2017/marzo+2017+provvedimenti/provvedimento+30+marzo+2017+distributori+automatici

31 marzo 2017
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Agevolazioni, maxiammortamenti e iperammortamenti per le imprese

Con la legge di stabilità 2016 e la successiva proroga stabilita da quella per il 2017 si incentivano gli acquisti di beni nuovi strumentali all’attività imprenditoriale, concedendo un “maxi ammortamento” che si ottiene aumentando – ai fini fiscali - il costo del bene del 40%.  

  

22 giugno 2017
Visto di conformità: novità solo per le dichiarazioni post 23 aprile

Il Dl 50/2017 ha cambiato alcune regole riguardanti il visto di conformità e l’utilizzo in compensazione dei crediti tributari.
Più nello specifico è sceso da 15mila a 5mila euro il limite della somma recuperabile con l’F24 senza obbligo di apposizione del visto di conformità (da parte di soggetti abilitati) o sottoscrizione (da parte di chi effettua il controllo contabile), sulla dichiarazione da cui emerge il credito vantato.

10 maggio 2017
Novità per le PMI. Un nuovo regime per cassa

La legge di stabilità 2017 ha cambiato il regime naturale di contabilità previsto per le imprese “minori”. Quella che conoscevamo come “contabilità semplificata” con applicazione del criterio di “competenza” si è trasformata in una contabilità regolata dal principio di “cassa”.

4 maggio 2017
Decreto-legge conti pubblici: in arrivo molte novità fiscali

Il Governo vara la manovra correttiva dei conti pubblici. Nella Gazzetta Ufficiale del 24 aprile è stato pubblicato il decreto-legge 50/2017, contenente "Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo".

2 maggio 2017
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional