Esercizi di vendita di prodotti alcolici assoggettati ad accisa. Abolita la licenza UTF

Un provvedimento di semplificazione dagli adempimenti amministrativi

Alcolici

Dal 29 agosto scorso, è entrato in vigore il provvedimento con il quale si prevede l’esclusione dall’obbligo della denuncia e della licenza UTF per la vendita di prodotti alcolici nei pubblici esercizi. Infatti il comma 178 dell’art. 1 della Legge n. 124/17, modificando il comma 2 dell’art. 29 del Testo unico delle Accise, comporta che non sarà più necessaria alcuna licenza per vendere prodotti alcolici negli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, negli esercizi di intrattenimento pubblico, negli esercizi ricettivi ed i rifugi alpini.


Di conseguenza, a partire dal 29 agosto 2017, ai fini fiscali delle accise, tutti gli esercenti la vendita di prodotti alcolici ad imposta assolta, rientranti nelle precedenti categorie di pubblici esercizi, non dovranno più denunciare la loro attività e, pertanto, non si dovrà procedere alla richiesta della licenza ed alla sua conservazione per gli eventuali controlli.


Si tratta, in sostanza, di un provvedimento di semplificazione dagli adempimenti amministrativi, in più di una occasione richiesta dalla nostra Federazione, insieme a tutta una altra serie di accorgimenti normativi da abolire per l’attività dei pubblici esercizi.

19 settembre 2017
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Soddisfazione per le modifiche approvate ieri al Testo Unico del sistema turistico regionale

Assohotel Confesercenti esprime soddisfazione in merito al provvedimento licenziato ieri dal Consiglio regionale, con il quale si cancella l’obbligo di comunicazione periodica a carico delle strutture ricettive e degli stabilimenti balneari; e si riconferma la possibilità di somministrazione ai propri alloggiati da parte dei Bed & Breakfast imprenditoriali. 

11 ottobre 2017
I diritti del passeggero nel caso di cancellazione del volo aereo

In seguito ai noti eventi che hanno riguardato la società Ryanair negli ultimi giorni, si illustra quali sono le conseguenze per le agenzie di viaggio e per i passeggeri in caso di cancellazione del volo aereo da parte del vettore.

28 settembre 2017
Corsi informativi sul sistema museale fiorentino

La Camera di Commercio di Firenze, in collaborazione con il Polo Museale della Toscana, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze, le Gallerie degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia di Firenze, il Museo Nazionale del Bargello, il Comune di Firenze e la Città Metropolitana di Firenze hanno deciso di realizzare dei “Corsi informativi sul sistema museale fiorentino”.

18 settembre 2017
Turismo: all'esame del Ministero la nuova 'direttiva pacchetti'. Solo per soggetti autorizzati

La nuova direttiva 2302/2015 impone ormai tempi stretti per essere recepita, in vista dell’imminente scadenza del 31 dicembre 2017. Tale direttiva non dà linee guida generiche, ma stabilisce già principi e disposizioni precise, definendo in punti specifici i margini di manovra per i legislatori nazionali, e prescrivendo un elevato livello di coordinamento e di armonizzazione tra le normative statali di recepimento negli Stati membri UE. 

11 settembre 2017
DDL Concorrenza: Confesercenti, bene turismo e avvio riforma trasporto pubblico non di linea.

ASSOHOTEL/Confesercenti: Tra gli interventi positivi del DDL, c’è senz’altro l’annullamento del “parity rate”, richiesto in passato dalla nostra associazione, che sancisce, una volta per tutte, la nullità delle clausole contrattuali che limitano la libertà di impresa vietando alle attività ricettive di offrire e pubblicizzare prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli praticati dalle piattaforme telematiche. 

3 agosto 2017
Locazioni brevi - AIGO: Airbnb ed altri portali si adeguino a norme italiane

“Tanto grandi e grossi e sfuggono al controllo e alla legalizzazione: Airbnb e gli altri portali di intermediazione immobiliare si attengano alla norma imposta dalla manovrina e procedano ad adeguarsi – dichiara il presidente AIGO Confesercenti Agostino Ingenito – applicando la ritenuta d’acconto o la cedolare secca”.

21 luglio 2017
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional