Aspetti fiscali del Decreto Ristori quater

Le principali misure relative alle disposizioni di carattere fiscale

Fiscale

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori misure urgenti connesse all’emergenza COVID-19, il cosiddetto Decreto Ristori quater (clicca qui per visualizzare il testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale)

Di seguito riportiamo Le principali misure relative alle disposizioni di carattere fiscale ed economico previste dal c.d. “Decreto Ristori Quater” a sostegno delle imprese colpite dall’emergenza sanitaria in corso.

PROROGHE E SOSPENSIONI DEI VERSAMENTI

 

1. Proroga del termine di versamento del secondo acconto delle imposte sui redditi e dell'Irap 

La disposizione prevede la proroga del termine di versamento del secondo acconto imposte, differenziando tali termini in base a determinate condizioni.

 

> 10 dicembre 2020 (D.L. Ristori quater art. 1 D.L. n.157/2020): proroga del termine di versamento per tutti i contribuenti esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno il
domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa su tutto il territorio nazionale.

 

> 30 aprile 2021 (D.L. Ristori quater art. 1 D.L. n.157/2020): 

  • Proroga del termine di versamento per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale od operativa sul territorio nazionale con ricavi o compensi nel 2019 non superiori ad euro 50 milioni che hanno subìto, nel primo semestre 2020, una riduzione di almeno il 33% del fatturato rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019;
  • A prescindere dai requisiti di cui al punto precedente, viene prorogato il termine di versamento per:
    - I soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione operanti nei settori economici previsti nell’Allegato 1 al D.L. Ristori e nell’Allegato 2 al D.L. Ristori bis e individuati nelle c.d. “zone rosse”;
    - I soggetti esercenti attività di gestione di ristoranti individuati nelle c.d. “zone arancioni”.

2. Sospensione dei versamenti tributari e contributivi in scadenza nel mese di dicembre 

La disposizione prevede la sospensione dei termini di versamento scadenti nel mese di dicembre 2020 per tutti i contribuenti che hanno subìto una riduzione del fatturato di almeno il 33% nel mese di novembre 2020 rispetto al medesimo mese del 2019, relativamente a:

  • le ritenute alla fonte da lavoro dipendente e assimilate e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che si operano in qualità di sostituti d'imposta;
  • l’Imposta sul valore aggiunto;
  • i contributi previdenziali e assistenziali, oltre che dei premi per l’assicurazione obbligatoria.

Al riguardo, la disposizione specifica che:

  • Non si fa luogo al rimborso di quanto già versato;
  • I versamenti sospesi possono essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi: in un’unica soluzione entro il 16 marzo 2021; oppure mediante rateizzazione (fino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo), con il versamento della prima rata entro il 16 marzo 2021.  

La stessa sospensione dei termini è estesa anche a:

  • gli esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno intrapreso l’attività a partire dal 30 novembre 2019;
  • i soggetti che, indipendentemente dai requisiti relativi ai ricavi o alla diminuzione di fatturato come sopra descritti:
    - esercitano le attività economiche sospese ai sensi del DPCM del 3 novembre 2020;
    - esercitano le attività dei servizi di ristorazione e che hanno il domicilio fiscale, la sede legale od operativa nelle c.d. “zone rosse” e “zone arancioni”;
    - operano nei settori economici individuati nell’Allegato 2 del D.L. Ristori bis;
    - esercitano l’attività alberghiera, l’attività di agenzia di viaggio o di tour operator e che hanno il domicilio fiscale, la sede legale od operativa nelle c.d. “zone rosse”.

3. Proroga del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi 

La disposizione in oggetto dispone la proroga al 10 dicembre 2020 del termine per la presentazione telematica del modello dichiarativo in materia di imposte sui redditi e IRAP (relativo al periodo d’imposta 2019), uniformandolo di fatto a quello per la scadenza di invio del modello 770/2020 (relativo al periodo d’imposta 2019).

 

4. Proroga dei termini in materia di definizioni agevolate 

La disposizione prevede la proroga del termine relativo al versamento delle rate in scadenza nel 2020 della c.d. “rottamazione ter” e del c.d. “saldo e stralcio” al 1 marzo 2021 (in luogo del termine del 10 dicembre 2020 originariamente previsto).

 

5. Disposizioni in tema di individuazione dei soggetti esentati dal versamento IMU 

La disposizione introdotta dal Decreto Ristori quater interviene sul tema specificando che il versamento dell’IMU non è dovuto nel caso in cui l’utilizzatore coincida con il “soggetto passivo d’imposta” allargando di fatto il campo di applicazione dell’esonero a tutti i casi in cui il soggetto passivo non coincida con il proprietario dell’immobile (ad esempio nei casi dei contratti di leasing).
Attenzione: al riguardo occorre ricordare che le disposizioni attuali prevedono l’esenzione totale dal versamento in oggetto per alcune categorie e la sola esenzione dal versamento del secondo acconto IMU per altre.
In base a quanto disposto fino ad oggi sul tema sono, quindi, esentati dal versamento in oggetto gli immobili:
a) adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali;
b) rientranti nella categoria catastale D/2 (alberghi e pensioni con fine di lucro) e relative pertinenze, quelli degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i soggetti passivi d’imposta siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
c) rientranti nella categoria catastale D in uso da parte di imprese esercenti attività di allestimenti di strutture espositive nell'ambito di eventi fieristici o manifestazioni;
d) rientranti nella categoria catastale D/3 destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli a condizione che i soggetti passivi d’imposta siano anche gestori delle attività ivi esercitate;

e) destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili a condizione che i soggetti passivi d’imposta siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
f) in cui si svolgono le attività imprenditoriali interessate dalla sospensione disposta col D.P.C.M. 24 ottobre 2020 (comprese le relative pertinenze): si tratta delle categorie economiche riportate nell’Allegato 1 al decreto Ristori a condizione che i soggetti passivi d’imposta siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
g) delle attività elencate nell’allegato 2 al decreto Ristori bis, se con sede nelle c.d. “zone rosse” a condizione che i soggetti passivi d’imposta siano anche gestori delle attività ivi esercitate.e) destinati a discoteche, sale da ballo, night-club e simili a condizione che i soggetti passivi d’imposta siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
f) in cui si svolgono le attività imprenditoriali interessate dalla sospensione disposta col D.P.C.M. 24 ottobre 2020 (comprese le relative pertinenze): si tratta delle categorie economiche riportate nell’Allegato 1 al decreto Ristori a condizione che i soggetti passivi d’imposta siano anche gestori delle attività ivi esercitate;
g) delle attività elencate nell’allegato 2 al decreto Ristori bis, se con sede nelle c.d. “zone rosse” a condizione che i soggetti passivi d’imposta siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

 

6. Modifiche strutturali relative all'istituto della rateizzazione 

La disposizione di fatto interviene in materia di rateizzazione delle cartelle di pagamento.
Al riguardo, con riferimento ai provvedimenti di accoglimento di rateizzazione emessi a seguito delle istanze presentate dal 30 novembre 2020, si prevede che:

  • dal momento di presentazione dell’istanza di rateizzazione presso l’Agenzia delle Entrate e della Riscossione, fino alla data di eventuale rigetto della stessa consegua:
    - la sospensione dei termini di prescrizione e decadenza;
    - il divieto di iscrivere nuovi fermi amministrativi e ipoteche (fatti salvi quelli già iscritti alla data di presentazione dell’istanza);
    - il blocco di avvio di nuove procedure esecutive.
  • il pagamento della prima rata determina l’estinzione delle procedure esecutive precedentemente avviate a determinate condizioni. Inoltre, per le rateizzazioni richieste dal 30 novembre 2020 fino al 31 dicembre 2021:
    - si prevede che nel caso in cui le somme iscritte a ruolo siano di importo superiore ad
    euro 100.000 (a fonte del precedente limite di euro 60.000) la dilazione può essere concessa se il contribuente documenta la temporanea situazione di obiettiva difficoltà;
    - sale da 5 a 10 il numero di rate anche non consecutive che, se non pagate, determinino la decadenza della rateizzazione.

Infine, è disposto che i contribuenti decaduti anteriormente alla data dell’8 marzo 2020 dal beneficio di rateizzazione o dalle precedenti “rottamazioni” delle cartelle esattoriali potranno presentare una nuova richiesta di rateizzazione entro la fine del 2021.

 

7. Istituzione di un fondo perequativo presso il MEF 

La disposizione è volta a istituire un Fondo finalizzato a realizzare nel 2021 l’attribuzione in base a dei criteri di equità di misure fiscali e di ristoro concesse con i provvedimenti emergenziali adottati nell’ambito dell’ “emergenza da virus COVID-19”, da destinare ai futuri soggetti potenzialmente beneficiari di sospensione fiscali e contributive che registrino una significativa perdita di fatturato.

MISURE SETTORIALI

AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO

Sono estesi i beneficiari delle previsioni di cui all’articolo 1 del Decreto Ristori (rif. Circ. Uff. Tributario del 31 ottobre 2020) prevedono il riconoscimento del contributo a fondo perduto anche agli Agenti e Rappresentanti di commercio e ai Procacciatori d’affari c.d. “di filiera”.
In allegato si riporta la tabella allegata al Decreto Ristori quater riportante i codici ATECO degli ulteriori soggetti beneficiari della disposizione. (clicca qui per visualizzare).

 

SETTORE TURISMO E CULTURA


Sul tema il Decreto Ristori quater prevede:
> L’incremento di euro 90 milioni per l’anno 2021 del fondo di parte corrente istituito presso il MIBACT per le misure a sostegno dei settori dello spettacolo, del cinema e dell’audiovisivo (ex. art. 89 del D.L. Cura Italia);
> L’incremento di euro 10 milioni per l’anno 2020 del fondo istituito nello stato di previsione del MIBACT al fine di sostenere le agenzie di viaggio e i tour operator, nonché le guide e gli accompagnatori turistici a seguito delle misure di contenimento del COVID-19 (ex. art. 182 del D.L. Rilancio), oltreché l’estensione dei beneficiari di tali misure includendovi le imprese non soggette ad obblighi di pubblico servizio e debitamente autorizzate all’esercizio di attività riferite al codice ATECO 49.31.00 “Trasporto terrestre di passeggeri in aree urbane e suburbane” mediante autobus scoperti;
> L’incremento di euro 350 milioni per l’anno 2020 e di 50 milioni per l’anno 2021 del fondo istituito nello stato di previsione del MIBACT destinato al sostegno delle librerie, dell’intera filiera dell’editoria, compresi le imprese e i lavoratori della filiera di produzione del libro, nonché dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura, oltreché al ristoro delle perdite derivanti dall’annullamento, dal rinvio o dal ridimensionamento, in seguito all’emergenza epidemiologica da Covid-19, di spettacoli, fiere, congressi e mostre. Al riguardo, è chiarito che l’incremento di euro 350 milioni per l’anno 2020 è destinato al ristoro delle perdite subite da quest’ultimo settore delle fiere e dei congressi;
> I contributi a fondo perduto stanziati e percepiti sulla base dei fondi di cui ai precedenti punti non concorrono alla formazione della base imponibile delle imposte sui redditi, né alla formazione del valore della produzione netta;
> Con riferimento ai soli contributi a fondo perduto di cui ai precedenti punti è chiarito che ai fini dell’erogazione degli stessi, i documenti unici di regolarità contributiva (DURC) in corso di validità alla data del 29 ottobre 2020, conservano la loro validità nel periodo compreso tra il 30 ottobre 2020 e il 31 gennaio 2021.

 

SETTORE RISTORAZIONE E PUBBLICI ESERCIZI

MODIFICHE IN TEMA DI “FONDO PER LA FILIERA DELLA RISTORAZIONE”

La disposizione di fatto interviene sulla disciplina in oggetto introdotta all’art. 58 del D.L. Agosto come segue:
> Il fondo istituito presso il MIPAAF abbia una dotazione di euro 250 milioni per l’anno 2020 ed euro 200 milioni per l’anno 2021 che costituiscono limite di spesa (la precedente previsione prevedeva una dotazione di euro 600 milioni per il solo 2020).
Tale modifica si è resa necessaria a seguito della proroga del termine di presentazione delle istanze per l’accesso al beneficio al 15 dicembre 2020 concessa dal Ministero (Com. Uff. Trib. del 25 novembre 2020). Di fatti è chiarito che le risorse relative all’anno 2021 concorrono al finanziamento e all’integrazione delle istanze già presentate entro il 15 dicembre 2020 e parzialmente soddisfatte con lo stanziamento per l’anno 2020 nonché al finanziamento delle eventuali ulteriori istanze pervenute;

> E’ rimodulata la disposizione che individua i beneficiari del contributo a fondo perduto specificando che lo stesso è destinato alle imprese che al 15 agosto 2020 risultino in attività con codice ATECO prevalente:

  • 56.10.11, 56.21.00, 56.29.10, 56.29.20,
  • 55.10.00, limitatamente alle attività autorizzate alla somministrazione di cibo;
  • 55.20.52 e 56.10.12, per l’acquisto di prodotti, inclusi quelli vitivinicoli, di filiere agricole e alimentari, anche DOP e IGP, valorizzando la materia prima di territorio. Al riguardo viene chiarito che gli ittiturismi, ai soli fini della presente procedura, indichino il codice ATECO 56.10.12.

SETTORE GIOCHI

PROROGA DEI VERSAMENTI IN MATERIA DI PREU

La disposizione prevede che il saldo del prelievo erariale unico (PREU) sugli apparecchi delle sale gioco e del canone concessorio del quinto bimestre 2020 (periodo settembre - ottobre 2020) può essere versato nelle seguenti modalità:

  • in misura pari al 20% del dovuto sulla base della raccolta di gioco del medesimo bimestre, entro il 18 dicembre 2020;
  • la restante quota, pari all’80%, con rate mensili di pari importo, con gli interessi legali calcolati giorno per giorno. Al riguardo, la prima rata è versata entro il 22 gennaio 2021 e le successive entro l’ultimo giorno di ciascun mese successivo (l’ultima rata è versata entro il 30 giugno 2021).
2 dicembre 2020
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Confesercenti: nuovo caos Ateco, migliaia di imprese nell’incertezza

La scelta del Codice di attività economica ATECO come criterio di selezione delle imprese continua a fare danni. Un problema evidente anche nell’ultimo DPCM, che impone nuove restrizioni alle attività di bar e alle bottiglierie, ma si dimentica di minimarket, gdo e di tutti quegli esercizi per cui la somministrazione o la vendita di alcolici e bevande non è l’attività prevalente.

19 gennaio 2021
Comune di Firenze. Proroga tavolini e azzeramento Cosap fino al 31 marzo

Dalla sua pagina facebook l'Assessore al commercio del Comune di Firenze Federico Gianassi rende noti importanti interventi del Comune di Firenze in favore delle imprese in sede fissa e su area pubblica.

18 gennaio 2021
Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali

La Legge di Bilancio 2021 prevede l’estensione potenziata del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali con effetto retroattivo agli investimenti effettuati dal 16.11.2020.

18 gennaio 2021
Toscana confermata in zona gialla

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato il Dpcm del 14 gennaio 2021 contenente le misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza da Covid 19. Il provvedimento sarà in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo.

15 gennaio 2021
Intervento sull’asporto è quasi proibizionismo per bar e negozi di bevande, ma minimarket e GDO possono vendere

Il divieto d’asporto, così come formulato nel nuovo DPCM, è un intervento gravemente iniquo. Oltre alle imprese di somministrazione senza cucina – bar, caffetterie e simili – colpisce infatti anche i negozi specializzati in bevande, come le enoteche, dove non è prevista alcuna consumazione sul posto. Un divieto quasi da proibizionismo, se non fosse che è limitato solo a pubblici esercizi e negozi specializzati: minimarket e grande distribuzione potranno infatti continuare tranquillamente a vendere bevande, anche alcoliche. 

15 gennaio 2021
Valdisieve, Valdarno e Mugello. Empori di Comunità: ecco il bando per le aree interne

Lo attendevamo ed è arrivato. Il bando Empori di Comunità a supporto di quelle attività situate nelle aree montane dei comuni di Mugello, Valdisieve e Valdarno che intendono ampliare la vendita di beni e/o di servizi offerti; oggetto del provvedimento uno stanziamento di ben 5 milioni di euro da parte della Regione Toscana ed un contributo a fondo perduto per le imprese di 10.000 euro.

15 gennaio 2021
Qcard: la prima carta fidelity per lo shopping nei quartieri della città!

Viene distribuita ai clienti più' fidelizzati dall'operatore che aderisce al progetto compilando la relativa domanda di adesione con indicazione del singolo e intera gamma dei prodotti in promozione.

15 gennaio 2021
Confesercenti e Confcommercio. Un incontro proficuo e costruttivo con il Prefetto

Si è trattato di un incontro proficuo e costruttivo, nel corso del quale le due associazioni hanno espresso la loro seria preoccupazione per la situazione di assoluta incertezza nella quale la pandemia ha precipitato la categoria, ma hanno ribadito la loro distanza nei confronti di movimenti volti a sostenere iniziative “contra legem” come le aperture serali dei pubblici esercizi in contrasto con la normativa vigente. 

14 gennaio 2021
IVA. Le novità contenute nella Legge di Bilancio 2021

La legge prevede che la memorizzazione telematica del corrispettivo, cioè la digitazione dell’operazione sul registratore telematico deve avvenire nel momento di ultimazione dell’operazione, eliminando di fatto un vuoto normativo, che si era tentato di colmare con interventi di prassi.

14 gennaio 2021
La “variante” 2021: convivere col virus

Mentre sto scrivendo, il Governo si prepara a varare l’ennesimo DPCM destinato a comprimere ancor più alcune attività di impresa.

13 gennaio 2021
Soluzioni e indennizzi per la sopravvivenza delle imprese, ma nel pieno rispetto delle regole

Noi siamo da sempre per il rispetto delle regole, e invitiamo tutte le nostre imprese a farlo.

12 gennaio 2021
Mugello. Gli Unici: Esperienze e Tradizioni in Regalo

Attraverso un'ispirazione che guarda al futuro, il tour operator Mugeltravel e l'agenzia marketing Farmugello hanno deciso di dare alla luce lo Scrigno de “Gli Unici - Esperienze e Tradizioni in Regalo" contenente le radici di un territorio, il Mugello.

12 gennaio 2021
Confesercenti Chianti. Soddisfazione per le agevolazioni deliberate dal Comune di San Casciano Val di Pesa

Il Comune di San Casciano Val di Pesa attraverso dei provvedimenti di Giunta ha messo in campo iniziative per sostenere la riqualificazione e il rilancio del tessuto commerciale e produttivo del centro storico delle frazioni del territorio e del centro storico del capoluogo; che hanno visto la hanno visto la chiusura di diversi esercizi commerciali o di artigianato di servizi.

12 gennaio 2021
Credito e liquidità: le principali misure previste dalla Legge Finanziaria per le PMI

Legge di Bilancio 2021: cosa cambia per imprese e professionisti con specifico riferimento ad alcune delle principali “misure per la liquidità”; di seguito un approfondimento degli interventi previsti.

12 gennaio 2021
Dal 1 gennaio IVA al 5% su mascherine e altri dispositivi medici

Seguendo la  direttiva n. 2020/2020/UE la legge di Bilancio 2021 ha previsto la possibilità di applicare fino al 31 dicembre 2022 il regime di “aliquota zero” per la strumentazione diagnostica e i vaccini contro l’epidemia. 

8 gennaio 2021
Legge di Bilancio 2021. Le misure sul Lavoro

Il testo della Legge di Bilancio 2021 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre, dopo l'approvazione definitiva da parte del Senato. Di seguito una sintesi delle misure sul tema del lavoro

8 gennaio 2021
Bonus pubblicità. Due anni di proroga per il credito d'imposta al 50%

La Legge di Bilancio 2021 ha prorogato per il 2021 e 2022 una serie di misure di sostegno per il settore editoriale

8 gennaio 2021
Strutture turistiche, agenzie di viaggio e tour operator: Tax credit affitti fino ad aprile 2021

La legge di Bilancio 2021 stabilisce che fino al 30 aprile 2021 le imprese turistico-ricettive potranno usufruire del credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e per gli affitti d’azienda, alle condizioni indicate dall’articolo 28 del decreto Rilancio, il termine è stato prorogato rispetto all'originario termine 31 dicembre 2020.

7 gennaio 2021
Bandi Regione Toscana. Contributi a fondo perduto

L’intervento è finalizzato a sostenere le micro, piccole e medie imprese operanti nel settori degli spettacoli viaggianti ed intineranti e quelle che esercitano attività di commercio ambulante nelle fiere e nei mercati turistici; e nei settori della ristorazione e del divertimento particolarmente colpite dalle restrizioni imposte per il contenimento del contagio da Covid-19. L'obiettivo è quello di ristorare queste attività attraverso l'erogazione di un contributo a fondo perduto ad integrazione del calo di fatturato registrato.

7 gennaio 2021
Lotteria degli scontrini rimandata, ancora un mese in più per il via

E' stato posticipato il debutto della lotteria degli scontrini. Le regole tecniche per le estrazioni, l’ammontare e il numero dei premi in concorso verranno stabiliti e regolati da un provvedimento del direttore dell'Agenzia delle dogane, d'intesa con l'Agenzia delle entrate, che verrà emanato entro il prossimo 1° febbraio.

5 gennaio 2021
Approvata la Legge di bilancio 2021: le novità fiscali

Il 30 dicembre, il Senato ha approvato la Legge di bilancio 2021 (L. 178/2020), pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 322 del 30.12.2020. Di seguito, le principali novità previste in materia fiscale.

5 gennaio 2021
Saldi invernali al via il 30 gennaio. Consentite le vendite promozionali nel mese di gennaio

La Giunta regionale ha stabilito il 30 gennaio 2021 come data di inizio dei saldi invernali, per una durata di 30 giorni.

4 gennaio 2021
Crisi Covid, Palazzo Vecchio fa slittare 10milioni di euro di cartelle sulle tasse e interviene nuovamente sul Cosap con l'ultima variazione di bilancio

Una nuova variazione di bilancio, dopo il pareggio approvato le scorse settimane, per inserire alcune importanti novità. E’ quanto approvato oggi in Consiglio comunale su proposta dell’assessore al bilancio Federico Gianassi. La manovra prevede la cancellazione della seconda rata dell’Imu in scadenza il prossimo 16 dicembre per gli immobili in cui si svolgono attività interessate dalle ultime misure restrittive imposte dal governo con il Dcpm del 24 ottobre scorso purché utilizzati direttamente per l'esercizio dell'attività dai proprietari. Valore due milioni in meno di entrate il cui mancato introito viene compensato con fondi del Governo previsti con il DL Ristori.  

1 dicembre 2020
Aiuti ai negozi fuori dal centro storico, al via lo stanziamento da parte di Palazzo Vecchio di 250mila euro

Un contributo del Comune destinato ai negozi che non sono in zona A e non possono quindi beneficare quindi dei fondi del Decreto Agosto stanziati dal Governo in favore delle attività economiche che sono nella zona A delle città d’arte. 

1 dicembre 2020
Governo: via libera al quarto Decreto Ristori

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori misure urgenti connesse all’emergenza COVID-19, il cosiddetto Decreto Ristori quater.

30 novembre 2020
Consiglio dei Ministri. Via libera al decreto ristori ter

Nella notte tra il 20 e il 21 novembre, il Consiglio dei Ministri ha approvato il cosiddetto DL Ristori Ter, un decreto-legge che introduce misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

23 novembre 2020
Contributo a fondo perduto Decreto Ristori. Possibile l'invio della domanda per i soggetti che non l'hanno ricevuto automaticamente

Fino al 15 gennaio 2021, è possibile inviare le domande di accesso ai contributi a fondo perduto previsti dai decreti “Ristori” e “Ristori bis” per i contribuenti che non avevano presentato l’istanza al precedente contributo previsto dal decreto “Rilancio”. Per chi aveva già presentato la domanda la scorsa primavera, infatti, l’accredito delle somme sul conto corrente avviene in maniera automatica.

23 novembre 2020
Covid 19. Ecco il riepilogo delle misure economiche a sostegno delle imprese

Nelle ultime settimane il Governo ha approvato numerosi provvedimenti inerenti varie tipologie di contributi e il rinvio, o la cancellazione, di alcune imposte. Con questa mail cerchiamo di elencare tutte le misure economiche di sostegno alle imprese di nostro riferimento, ad oggi in essere, previste per la Zona Rossa, dunque per il territorio della Toscana, indicandone i vari decreti

19 novembre 2020
Contributi a fondo perduto per i centri storici

E' stato approvato, con un provvedimento firmato dal direttore dell’Agenzia delle entrate, il modello per richiedere il riconoscimento del contributo a fondo perduto, previsto dall’articolo 59 del decreto “Agosto”, destinato a sostenere le imprese dei centri storici dei grandi centri urbani colpiti dal calo del turismo estero causato dal Covid-19.

13 novembre 2020
Mugello Tradizione e Qualità in Cucina

Questa iniziativa metterà in mostra, e soprattutto sulle tavole, prodotti tipici di grande valore, con numerosi produttori locali e altrettanti ristoranti che hanno deciso di utilizzare per i loro piatti proprio l’eccellenza agroalimentare che il territorio mugellano -luogo di origine della famiglia Medici, di Giotto e di Beato Angelico -offre.

16 ottobre 2020
Adozione protocolli di sicurezza

Il Protocollo contiene linee guida condivise tra le parti sociali per agevolare le imprese nell’adozione di protocolli di sicurezza tenuto conto che la prosecuzione delle attività produttive è consentita solo in condizioni di sicurezza. 

29 settembre 2020
Credito d'imposta. Pagamenti effettuati tramite POS

Con l’articolo 22 del “decreto fiscale” collegato alla legge di bilancio 2020 è stato introdotto un credito d’imposta a fronte delle commissioni pagate sui pagamenti effettuati tramite Pos.

28 settembre 2020
Decreto Agosto. Le ultime novità

Il Decreto Agosto prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto alle imprese con attività prevalente individuata dai codici Ateco 56.10.11 (ristorazione con somministrazione), 56.29.10 (mense) e 56.29.20 (catering continuativo su base contrattuale).

2 settembre 2020
Salviamo Firenze e Venezia

E’ stata presentata, oggi giovedì 30 luglio, nell’ambito di una conferenza stampa congiunta di Confesercenti Firenze e Venezia la lettera/appello inviata al Ministro del Turismo Dario Franceschini. A Firenze, sono intervenuti Cecilia Del Re Assessora al Turismo del Comune di Firenze, Federico Gianassi Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Firenze, Santino Cannamela Presidente Confesercenti Città di Firenze e Marco Verzì Rappresentante settore turismo di Confesercenti Firenze. Firenze e Venezia sono le due città d’arte che stanno pagando e pagheranno nel medio/lungo periodo, il più alto tributo economico al Covid-19 a causa del crollo dei flussi turistici da cui dipende  gran parte dell’economia delle due città.

30 luglio 2020
Purificatori e sanificatori ActivePure Technology con brevetto NASA e adatti a tutti gli spazi interni

È stato siglato tra Confesercenti Firenze e Paolo Lombardi un accordo per la fornitura di purificatori e sanificatori di aria e superfici h24 e 7/7 giorni in maniera continua, certificati dal Ministero della Salute come Dispositivi Medici di Classe 1. I dispositivi usati anche in ambiti ospedalieri, non prevedono alcuna installazione, con una semplice manutenzione annuale. Prevista detrazione fiscale del 60%. Possibilità di finanziamento e/o leasing oltre a noleggio operativo.

24 luglio 2020
DVR aziendale. Attenzione e verifica

Trascorso il periodo delle riaperture, e dopo aver analizzato il rischio biologico da Covid-19 e integrato il proprio DVR con i protocolli anticontagio, questa è l’occasione di controllare il DVR aziendale e verificare

19 giugno 2020
Finanziamenti COVID – 19. Sei soffocato dalla burocrazia? Fatti aiutare dagli esperti!!

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito. Negli ultimi anni abbiamo sviluppato una grande esperienza nella gestione delle procedure per accedere alle garanzie del Fondo Centrale di Garanzia PMI.

8 maggio 2020
Vuoi effettuare una sanificazione professionale della tua attività? Contatta Confesercenti Firenze

L’ordinanza n.38 del 18 Aprile 2020 firmata dal Presidente della regione Toscana Enrico Rossi  ha introdotto nuove prescrizioni per le attività economiche già aperte, per quelle autorizzate alla riapertura e per quelle che nel frattempo, in deroga ai codici ATECO autorizzati, hanno riaperto con il via libera della prefettura.

24 aprile 2020
COVID-19, la diaria Hygeia per gli associati Confesercenti

Per l’attivazione della garanzia è necessario il referto del tampone che attesti la positività al virus COVID-19, rilasciato dalle Autorità competenti su conferma del Ministero della Salute e/o dell’Istituto Superiore di Sanità. In caso di ricovero presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero, l’Assicurato avrà diritto a un’indennità di € 40,00 per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni all’anno (si specifica che la giornata di ingresso e dimissione costituiscono un’unica giornata ai fini della corresponsione della diaria).

25 marzo 2020
Aderisci a Confesercenti! Per Te, un'importante ed esclusiva copertura sanitaria gratuita!

Mettiamo a disposizione di tutti i soci Confesercenti una vantaggiosa Copertura sanitaria integrativa esclusiva. Un nuovo servizio di grande valore ed un vantaggio reale nella vita di tutti i giorni in termini economici e di qualità del servizio

1 agosto 2019
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional