Dall'11 luglio autodichiarazione credito locazioni 2022

Il credito d’imposta può essere riconosciuto solo per i canoni di locazione pagati entro il 30 giugno 2022

L'Agenzia delle Entrate, con apposito Provvedimento, ha approvato il modello “Credito d’imposta in favore di imprese turistiche per canoni di locazione di immobili. Autodichiarazione attestante il possesso dei requisiti e il rispetto delle condizioni e dei limiti previsti dalle sezioni 3.1 e 3.12 del Temporary Framework”, con le relative istruzioni, definendo termini, modalità e contenuto dell’autodichiarazione.

Si tratta dell’autodichiarazione richiesta dalla norma che ha riproposto il credito d’imposta sui canoni di locazione di immobili a uso non abitativo, con riferimento a ciascuno dei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2022, limitatamente alle imprese del settore turistico (che ne godono a prescindere dai ricavi registrati nei periodi di imposta precedenti) e delle imprese di gestione di piscine (codice ATECO 93.11.20). I soggetti ammessi accedono al bonus a condizione che abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento dell’anno 2022 di almeno il 50% rispetto allo stesso mese dell’anno 2019.

L’approvazione del modello di autodichiarazione è l’ultimo passaggio indispensabile per l’attuazione della misura agevolativa e giunge, in extremis, precisando che “il credito d’imposta può essere riconosciuto solo per i canoni di locazione pagati entro il 30 giugno 2022”.

Il provvedimento, nello specifico:

  • definisce le modalità, i termini di presentazione e il contenuto dell’autodichiarazione attestante il possesso dei requisiti e il rispetto delle condizioni e dei limiti previsti dalla norma;
  • definisce le modalità attuative per la cessione del credito in caso di locazione;
  • approva il modello apposito.

Per quanto concerne i termini di presentazione, il provvedimento precisa che l’Autodichiarazione va inviata:

  • "in generale”, dall’11 luglio 2022 al 28 febbraio 2023;
  • dal 15 settembre 2022 al 28 febbraio 2023, in alcuni casi particolari, ovvero “per i soggetti che hanno attivato una partita IVA per proseguire l’attività del de cuius ovvero che hanno posto in essere un’operazione che ha determinato trasformazione aziendale nel periodo che intercorre da gennaio 2019 alla data di presentazione dell’Autodichiarazione e che, pertanto, sono tenuti alla compilazione dei campi «Erede che prosegue l’attività del de cuius/trasformazione» e «Codice fiscale del de cuius/PARTITA IVA cessata» nel frontespizio del modello di Autodichiarazione”.

Anche i soggetti che intendono comunicare la cessione del credito d’imposta al locatore, presentano la dichiarazione dal 15 settembre 2022 al 28 febbraio 2023.

Per quanto concerne l’operatività, il provvedimento chiarisce che:

  • entro 5 giorni dalla presentazione dell’autodichiarazione, viene rilasciata una ricevuta che ne attesta la presa in carico, ovvero lo scarto, con l’indicazione delle motivazioni;
  • entro 10 giorni dalla data di presentazione dell’Autodichiarazione, è rilasciata una seconda ricevuta per comunicare ai richiedenti il riconoscimento o il diniego del credito d’imposta.

Il credito d’imposta può essere utilizzato a partire dal giorno lavorativo successivo alla data di rilascio della ricevuta di riconoscimento del bonus, secondo le modalità previste dall’art. 28 del DL 34/2020 (compensazione in F24; utilizzo nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa).

Per l’utilizzo in F24 sarà ancora necessaria l’emanazione di una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate che istituirà i codici tributo da indicare nel modello F24 da parte del beneficiario e da parte dell’eventuale cessionario del credito.

Provvedimento autodichiarazione_Locazione imprese turistiche

4 luglio 2022
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Dal 30 giugno sanzioni in caso di mancata accettazione dei pagamenti elettronici

Con l’approvazione dell’art. 18 del decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36 (recante ulteriori misure urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza - PNRR), il termine del 1° gennaio 2023 previsto per l’applicazione delle sanzioni in caso di mancata accettazione dei pagamenti elettronici è stato anticipato al 30 giugno 2022.

28 giugno 2022
Dichiarazione imposta di soggiorno: proroga scadenza al 30 settembre

La dichiarazione dell’imposta di soggiorno dovrà essere trasmessa cumulativamente per gli anni 2020 e 2021 al fine dell’indicazione, da parte dei gestori di strutture così come i percettori di redditi da locazioni brevi, delle informazioni relative all’imposta versata.

21 giugno 2022
Dal 1° luglio 2022 scatta l’obbligo della fattura elettronica anche per i forfettari

Confesercenti mette a disposizione dei propri clienti strumenti ad hoc e all’avanguardia che, insieme all’assistenza dei propri consulenti, permettono una gestione completa della fatturazione attiva e passiva ed un migliore monitoraggio dei dati aziendali.

14 giugno 2022
Imposta di soggiorno, dichiarazione telematica

Il modello deve essere utilizzato dai gestori delle strutture ricettive per la dichiarazione relativa all’imposta di soggiorno e al contributo di soggiorno, e dai soggetti che incassano il canone o il corrispettivo, ovvero che intervengono nel pagamento dei canoni o corrispettivi relativi alle cosiddette locazioni brevi.

25 maggio 2022
Incontra il Futuro della Tua Azienda! Rivolgiti a Confesercenti Firenze

Confesercenti è uno strumento importante ed incisivo di tutela e di crescita dell’imprenditoria; svolge nei confronti del propri aderenti non soltanto funzioni di rappresentanza sindacale, ma anche di ricerca e selezione di nuove opportunità imprenditoriali, di regolamentazione degli interessi economici, di erogazione di servizi e assistenza tecnica, commerciale e finanziaria.

24 maggio 2022
Decreto Aiuti. Misure per le imprese e le famiglie

Martedì 17 maggio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 114 il Dl 50/2022 contente ulteriori disposizioni urgenti per contrastare gli effetti della crisi politica e militare in Ucraina.

19 maggio 2022
Governo, via libera in Consiglio dei ministri al DL Aiuti

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge, il cosiddetto DL Aiuti, che introduce misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina.

3 maggio 2022
Fisco: Confesercenti, stretta POS? Prima tagliare commissioni

Prima di un’eventuale ‘stretta sui Pos’, bisognerebbe procedere finalmente al taglio sostanziale delle commissioni pagate dagli esercenti sulla moneta elettronica, più volte promesso ma realizzato solo in minima parte. Così Confesercenti.

15 aprile 2022
Fisco: crediti d’imposta gas ed energia fruibili prima della fine del trimestre

In risposta ad una Faq pubblicata l’Agenzia delle Entrate spiega come sia “ammesso l’utilizzo in compensazione dei bonus gas ed energia in un momento antecedente rispetto alla conclusione del trimestre di riferimento

12 aprile 2022
Professionalità e rapidità per il tuo 730. Rivolgiti al CAAF di Confesercenti!

Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi riservato ai lavoratori dipendenti, ai pensionati e ai collaboratori, con o senza sostituto d’imposta.

6 aprile 2022
Contributi a fondo perduto per le attività del commercio al dettaglio. Domande dal 3 maggio

Il requisito di base per accedere all’agevolazione è presentare un volume di ricavi riferito al 2019 non superiore a 2 milioni e una riduzione del fatturato nel 2021 non inferiore al 30% rispetto al 2019.

4 aprile 2022
Contributo, sotto forma di credito d'imposta, a favore delle imprese per l'acquisto di energia elettrica

Alle imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW, diverse dalle imprese a forte consumo di energia elettrica di cui al decreto del Ministro dello sviluppo economico 21 dicembre 2017, è riconosciuto, a parziale compensazione dei maggiori oneri effettivamente sostenuti per l'acquisto della componente energia

23 marzo 2022
Il limite all’utilizzo del contante torna a 2.000 euro per il 2022

La versione finale del Decreto Milleproroghe ha confermato l’innalzamento del tetto all’utilizzo del contante a 1.999,99 euro fino al termine del 2022.

25 febbraio 2022
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional