Bar Caselli: in pista la terza generazione

Cinquant’anni di attività in Viale Don Minzoni e la terza generazione di Caselli che sia affaccia dietro il bancone

Bar Caselli

Jacopo Caselli ha appena compiuto 18 anni. Dietro il bancone del bar di famiglia, in Viale Don Minzoni 24 rosso, all’angolo con via Giacomini, Jacopo e impegnatissimo a servire i clienti che, verso le 14.00, sorseggiano il caffè o stanno finendo di mangiare un primo.

Il Bar Caselli, a due passi da Piazza Libertà, è da più di cinquant’anni una tappa obbligata per chi passa o lavora in zona.

Siamo alla terza generazione nella gestione del bar – racconta il titolare Yuri Casellianche se il locale esisteva da prima. Il Bar-Tabacchi venne rilevato da mio padre nel 1969 e, prima di lui c’era una vecchia attività “mista”: una sorta di bar-tabacchi che però faceva anche da civaiolo”.

Attualmente il bar ha una conduzione familiare che vede impegnati Yuri Caselli, la moglie e il figlio Jacopo. Il bar occupa anche un dipendente part-time.

Il Bar Caselli è uno dei locali che hanno aderito all’iniziativa lanciata da Confesercenti in collaborazione con La Nazione “Vota la migliore tazzina di Firenze”.

La tazzina del caffè è per il nostro locale molto importante. La nostra clientela è fatta in massima parte di clienti affezionati che risiedono o lavorano in zona. Diventa importante, quindi, offrire un servizio accurato e di qualità che fidelizzi le persone in quanto la concorrenza è notevolmente aumentata. Noi – spiega Yuri – cerchiamo di dare il massimo con il nostro servizio e con i prodotti che offriamo, sia come bar che con i primi piatti che prepariamo e serviamo a pranzo”.

Caselli sottolinea come i tempi e le situazioni siano notevolmente cambiati.

Prima – spiega – nella zona P.zza Libertà/Don Minzoni eravamo sei attività che esercitavamo come bar/ristorazione. Nel giro di qualche anno, con tutte le liberalizzazioni che sono intervenute, nella stessa area le attività sono diventate sedici, aumentando notevolmente la concorrenza”.

Yuri Caselli sottolinea anche che la zona di Piazza Libertà ha subito un vero e proprio spopolamento per quanto riguarda la presenza di uffici.

Sino a qualche anno fa i palazzi rossi che si affacciano su Piazza Libertà erano pieni di uffici e di persone, in Via Masaccio c’erano gli uffici della SIP. Oggi questi immobili sono vuoti o semivuoti, e questo vuol dire centinaia di persone in meno che tutti i giorni frequentano la zona”.

Uno spopolamento, dunque, che ha fatto registrare notevoli cali di persone e, di conseguenza, di clientela.

Noi - continua Caselli – continuiamo con il nostro lavoro che, lo devo dire, riesce a reggere anche per il fatto che abbiamo i tabacchi e le lotterie, elementi che continuano ad attirare clientela”.

Le prospettive del Bar Caselli (ma di tante attività della zona) sono legate molto ai progetti di ristrutturazione previsti per il territorio.

È necessario – sottolinea Caselli – che vadano in porto i progetti di recupero e riutilizzo degli immobili di Piazza Libertà (si parla di un interessamento di Polimoda) e di Via Masaccio se si vuole rivitalizzare l’intera area. I lavori di risistemazione della Piazza, attualmente in corso, sono un buon segnale. Se poi si concretizza anche il progetto legato alla tramvia, tutta la zona potrà beneficiare di nuovi flussi di traffico e di persone”.

In definitiva il Bar Caselli, dopo 50 anni di attività, nonostante le difficoltà, continua a guardare avanti con fiducia, con la speranza che l’area di Piazza Libertà riprenda vita e vitalità e torni a rivivere, come nei momenti migliori del recente passato.

Angelo Mereu

 

Nella foto: Yuri e Jacopo Caselli

7 febbraio 2018
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Aderisci a MANGIABIO Menù - Firenze Bio

ristoratori che intendono partecipare dovranno affiancare ai loro menù abituali, nel periodo 22 marzo/1 aprile, dei piatti realizzati con prodotti di origine bio certificati. Un piatto o un menù completo, secondo le scelte organizzative di ciascun ristorante.

16 febbraio 2018
SIAE. Diritto d’autore musica d’ambiente, la scadenza il 28 febbraio 2018

Confesercenti Firenze ricorda che, grazie alle convenzioni stipulate con SIAE a livello nazionale, gli associati in regola con il tesseramento 2018 possono ottenere sconti sulle tariffe per le esecuzioni musicali gratuite - “musica d’ambiente” - effettuate a mezzo di strumenti musicali all’interno dei propri locali.

7 febbraio 2018
Buon Caffè a tutti!

Prosegue e si consolida la  collaborazione e partnership tra La Nazione e Confesercenti Firenze con il lancio della grande iniziativa “La migliore tazzina di Firenze”, costruita su misura per promuovere il piacere del caffè nei locali e pubblici esercizi della città.

7 febbraio 2018
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional