Buoni propositi 2018: partiamo dal fisco facile!

11 decreti legge in materia fiscale

Fiscale

11 decreti legge in materia fiscale

36 decreti ministeriali

72 provvedimenti a firma del Direttore Agenzia delle Entrate

50 circolari e 122 risoluzioni prodotte da Ministero Finanze/Agenzia delle Entrate

21 milioni di contribuenti che hanno una pendenza economica con la “vecchia” Equitalia per importi inferiori a 1000 Euro.

Questi i numeri  “horror” del caos tributario italiano 2016, fedelmente riportati, nei giorni scorsi, dai principali organi di stampa.

Nel complesso, oltre 2000 pagine di misure fiscali prodotte, con un sistema normativo sempre più    complesso e destinato a mettere perennemente in difficoltà non solo il contribuente ma anche gli stessi addetti ai lavori.

Anche il più ferrato fiscalista finisce infatti per sentirsi un tantino disorientato (per usare un eufemismo..) nel  “mare magnum” della produzione industriale di norme e cavilli.

Non c’è niente da fare: la battaglia per la semplificazione degli adempimenti, iniziata (più volte) con le migliorii intenzioni, sembra essersi letteralmente persa per strada.

 Vi ricordate?

Correva l’anno 2010 quando l’allora Ministro della Semplificazione (Sic!) Roberto Calderoli mise a fuoco e fiamme oltre 375.000 “Leggi inutili” in materia fiscale e non.

Ma, una volta spentosi il fuoco, solo ulteriori proclami, promesse, inviti alla pazienza.

Poche le cose davvero buone: tra queste sicuramente la dichiarazione dei redditi “fai da te”, che, partita con alcune difficoltà, nell’ultimo anno è stata messa definitivamente a regime.

Ma resta ancora tanto, moltissimo da fare.

Soprattutto  in un paese come il nostro in cui, per parafrasare il “povero” Padoa Schioppa, le tasse sono considerate tutt’altro che “bellissime”e  si fa una comunque una grande fatica ad attribuire al prelievo fiscale un ruolo chiave nel funzionamento dello Stato.

Tutto poi, come noto, è reso estremamente complicato da due ulteriori fattori.

Restiamo (nonostante i progressi degli ultimi anni, soprattutto sul gettito) un paese in cui la devastante sommatoria tra sommerso e evasione fiscale registra ancora grandissimi numeri, e che,  anche rispetto ai nostri competitors europei, conserva, con percentuali bulgare, una presenza di microimpresa e lavoro autonomo.

Ma questi due elementi che, di fatto caratterizzano, da sempre, la nostra economia, e che nemmeno l’Europa è riuscita in qualche modo a modificare, non possono costituire il solito  alibi dietro cui nascondere inefficienze e ritardi.

Se vogliamo essere uno stato moderno, al passo con i tempi, che mette in condizione le imprese di lavorare ed il cittadino di pagare, tutto deve essere più easy, semplice, lineare, coerente.

Questo potrebbe essere uno dei temi della prossima ed ormai imminente campagna elettorale, anche perché dovrebbe avere una grande valenza politica non solo quanto siamo chiamati a pagare, ma anche le modalità con cui siamo chiamati a farlo.

Noi ci confidiamo, ma, al contempo, crediamo anche che invece prevarranno altri temi di maggiore demagogia e più facile richiamo.

Speriamo di no.

6 dicembre 2017
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
E’ già Christmas Time!

Non so se ve ne siete accorti ma quest’anno, per il clima inaspettatamente rigido rispetto agli ultimi anni ed anche per “traino”commerciale del “Black Friday”, il clima natalizio è arrivato un po’ prima del solito.

6 dicembre 2017
Manovra finanziaria 2018. Le novità per le imprese

Il disegno di legge sulla stabilità è formato da 120 articoli ed è stato approvato dal Senato il 30 ottobre scorso. Quest’ultimo, insieme al Dl fiscale 148/2018, attualmente in corso di conversione in Parlamento, rappresenta il cuore della manovra relativa ai conti pubblici predisposta dal Governo per il 2018.

6 dicembre 2017
Erboristeria Natura Verde: 20 anni tra scienza e tradizione

Alessia Safina, titolare dell’attività “Natura Verde”, esercita l’attività in Via Gioberti a Firenze, una delle assi commerciali più importanti della città di Firenze.

 “Ho iniziato come dipendente – dice Alessia – e dopo qualche anno ho fatto una scelta precisa avviando una mia attività”. 

6 dicembre 2017
Dagli studi di settore agli ISA. Ecco come cambia il rapporto tra fisco ed imprese

Gli indici sintetici di affidabilità fiscale sono stati introdotti dal decreto legge 50/2017 con l’obiettivo da parte dell’Agenzia delle Entrate di  favorire l’assolvimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti, contribuire all’emersione delle basi imponibili e rafforzare le forme della collaborazione con l’Amministrazione Finanziaria anche con utilizzo di comunicazione preventiva.

22 novembre 2017
Impresa 4.0 e Alternanza Scuola-Lavoro. L’incontro tra la Presidenza Confesercenti Firenze e Laura Benedetto Segretario Generale della Camera di Commercio di Firenze

Si è svolta stamani, martedì 24 ottobre,  nell’auditorium della sede Confesercenti Metropolitana di Firenze la riunione della Presidenza che, fra i vari punti, ha affrontato due temi importanti per le piccole e medie imprese: l’Alternanza Scuola-Lavoro e l’Impresa 4.0.

24 ottobre 2017
Intervento della Camera di Commercio in tema di Alternanza Scuola-Lavoro a favore di micro, piccole e medie imprese della provincia di Firenze

Gli interventi ammessi a contributo dovranno essere riconducibili a percorsi individuali di alternanza scuola lavoro (ASL) realizzati presso la sede legale e/o le unità locali dell’impresa richiedente poste in provincia di Firenze e intrapresi da studenti della scuola secondaria superiore di II grado sulla base di convenzioni, in vigore al momento della realizzazione del percorso, tra Istituti scolastici secondari di II grado e soggetti ospitanti e dei conseguenti patti formativi sottoscritti. 

9 ottobre 2017
Pastigliaggi e bibite confezionate. Gli obblighi e adempimenti per rivenditori di tabacchi e giornali

Sono stati chiariti gli obblighi e i relativi adempimenti per i rivenditori di tabacchi e giornali nel caso trattino “pastigliaggi  e bibite confezionate eccetto il latte ”.

11 settembre 2017
Contributi alle imprese colpite da calamità, il 31 agosto si apre il bando

I contributi, concessi sotto forma di finanziamento agevolato assistito da garanzia statale, sono rivolti alle imprese private che operano in tutti i settori di attività ad eccezione di quello agricolo, che non abbiano cessato la propria attività al momento della presentazione della domanda, che abbiano presentato al al Comune di competenza la Scheda “C” di accertamento danni e che abbiano sede legale od operativa nei Comuni interessati dagli eventi calamitosi.

2 agosto 2017
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional