Coronavirus, cessa l’obbligo di trasmettere i protocolli anti-contagio alla Regione

Cosa prevede l'ordinanza regionale

logo Conf

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha firmato l’ordinanza n. 62 che sostituisce e revoca la numero 48. Di fatto sono comunque poche le misure che cambiano tra quelle già messe in atto per ridurre il rischio di contagio da Covid-19. La maggior parte sono infatti riproposte così come erano state a suo tempo formulate e nella sostanza tre solo sono alla fine le differenze. La prima riguarda i protocolli anticotagio che le attività economiche e produttive che da aprile in poi avevano riaperto erano tenute a trasmettere alla Regione: i protocolli non dovranno più essere inviati. La seconda interessa le famiglie che vanno a fare spesa e shopping: cessa l’obbligo di ingressi negli esercizi commerciali limitati ad una sola persona per nucleo familiare. La terza modifica riguarda la pulizia, disinfezione, sanificazione e areazione dei locali: per le procedure d’ora in poi si dovrà fare riferimento semplicemente alle indicazioni contenute nei rapporti dell’Istituto superiore di sanità Covid-19.

L’ordinanza n. 62 prevede:

Attività di monitoraggio della siero prevalenza

Al fine di valutare le migliori azioni di prevenzione della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, il datore di lavoro dovrà assicurare la propria disponibilità a garantire spazi, quando necessari, e informazioni ai dipendenti e collaboratori dell’azienda che intendano volontariamente sottoporsi allo screening sierologico, secondo le modalità definite dalle specifiche Ordinanze del Presidente della Giunta della Regione Toscana.

Gestione degli spazi e delle procedure di lavoro

1. Per lo spostamento dal proprio domicilio al posto di lavoro e viceversa, sui mezzi pubblici è fatto obbligo di usare la mascherina ed è raccomandato l’uso di guanti protettivi monouso o la pulizia/sanificazione delle mani prima e dopo l’utilizzo degli stessi. Ove possibile, è consigliato anche l’uso dei mezzi della mobilità sostenibile individuale o di coppia (bicicletta e mezzi elettrici).

2. E’ recepito quanto previsto dall’allegato 12 al DPCM del 17 maggio 2020 “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra il Governo e le parti sociali”, del 24 aprile 2020.

3. Come stabilito dal “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra il Governo e le parti sociali”, del 24 aprile 2020, allegato 12 al DPCM del 17 maggio 2020, all’interno dei luoghi di lavoro “è previsto, per tutti i lavoratori che condividono spazi comuni, l’utilizzo di una mascherina chirurgica”. Inoltre “qualora il lavoro imponga di lavorare a distanza interpersonale minore di un metro e non siano possibili altre soluzioni organizzative è comunque necessario l’uso delle mascherine e altri dispositivi di protezione (guanti, occhiali, tute, cuffie, camici, ecc…) conformi alle disposizioni delle autorità scientifiche e sanitarie”. Laddove possibile, è consigliato il mantenimento di una distanza interpersonale di 1,8 m.

4. In presenza di febbre, e comunque quando la temperatura corporea supera 37,5°, o di altri sintomi influenzali, suggestivi di COVID-19 è fatto divieto di recarsi sul posto di lavoro ed è obbligatorio rimanere al proprio domicilio. Il datore di lavoro potrà attivarsi per sottoporre il personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro, al controllo della temperatura corporea.

5. Prima dell'accesso al posto di lavoro è necessario detergersi accuratamente le mani, utilizzare la mascherina protettiva e, ove compatibile o richiesto dall'attività, utilizzare guanti monouso. La frequente e minuziosa pulizia delle mani è raccomandata in più momenti dell'attività lavorativa. Il datore di lavoro installa nei luoghi di lavoro idonei e diffusi dispenser per detergere le mani, inoltre, fornisce mascherine protettive e eventualmente guanti monouso. Qualora non fosse reperibile il gel detergente, effettuare il normale lavaggio con acqua e sapone.

6. Per tutte le procedure di pulizia, disinfezione e sanificazione, di aerazione degli ambienti si rimanda alle indicazioni contenute nei rapporti dell’Istituto Superiore di Sanità ISS COVID-19 n. 19/2020; n.5/2020; n.21/2020; n.25/2020; n. 33/2020 e successivi aggiornamenti.

7. Il servizio mensa deve essere riorganizzato in modo da garantire in ogni momento la distanza interpersonale di almeno un metro. Laddove possibile, è consigliato il mantenimento di una distanza interpersonale di 1,8 m. E' necessario che sia effettuata la sanificazione dei tavoli dopo ogni singolo pasto. Laddove le condizioni igieniche e di spazio lo consentono, al fine di evitare assembramenti, è possibile il consumo dei pasti anche presso la singola postazione di lavoro.

8. Il datore di lavoro, attraverso le modalità più idonee ed efficaci, informa tutti i propri lavoratori circa le presenti disposizioni, consegnando e/o affiggendo all’ingresso e nei luoghi maggiormente visibili dei locali, appositi depliant informativi.

Disposizioni specifiche per il commercio al dettaglio

Oltre a quanto previsto nei precedenti punti dall’1 al 8 della presente ordinanza, per il commercio al dettaglio sono disposte le seguenti ulteriori misure di contenimento:

a) prevedere accessi regolamentati e scaglionati dell’utenza, in base alle caratteristiche dei singoli esercizi e alle disposizioni ad essi correlati, in modo da evitare assembramenti e assicurare che all’interno sia mantenuta la distanza interpersonale di almeno un metro, differenziando, ove possibile, i percorsi di entrata e di uscita. E’ comunque consigliato, ove possibile, mantenere una distanza interpersonale di 1,8 m.

b) l’ingresso negli esercizi è consentito a chi indossa la mascherina protettiva, che copra naso e bocca. Inoltre, è fatto obbligo di sanificare le mani o di utilizzare i guanti monouso. Laddove possibile è preferibile per le mani l’adozione di entrambe le misure. All’ingresso dei negozi sono posizionati dispenser per detergere le mani e/o guanti monouso.

c) ove possibile, sui banchi e alle casse, si raccomanda di posizionare pannelli di separazione tra i lavoratori e l’utenza; in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione soluzione idroalcolica per l’igiene delle mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche.

d) l’obbligo di fornire informazione per garantire il distanziamento dei clienti in attesa di entrata e di avvertire la clientela, con idonei cartelli all’ingresso, della necessità del rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. E’ comunque consigliato, ove possibile, mantenere una distanza interpersonale di 1,8 m.

e) nei casi in cui la spesa venga effettuata con carrelli e cestelli, si raccomanda di posizionare presso la zona di prelievo dispenser con liquido disinfettante e carta assorbente a disposizione del cliente per la relativa pulizia.

f) in particolar modo nelle medie e grandi strutture di vendita anche in forma di centri commerciali, potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura maggiore di 37,5 °C.

 

Disposizioni specifiche per il settore degli uffici, pubblici e privati, degli studi professionali e dei servizi amministrativi che prevedono accesso del pubblico

Per il settore degli uffici, pubblici e privati, degli studi professionali e dei servizi amministrativi aperti al pubblico valgono le disposizioni di cui ai punti dall’1 al 8 della presente ordinanza e di cui ai punti dalle lettere da a) a d).

 

Protocollo Anti-Contagio

i. Tutte le attività economiche, produttive, sociali e professionali sono tenute al rispetto delle disposizioni di cui alla presente ordinanza e delle disposizioni per attività specifiche ad oggi emanate e di futura emanazione a livello regionale e nazionale.

ii. E’ opportuno che le disposizioni di cui al punto i), eventualmente integrate con soluzioni di efficacia superiore, siano adattate ad ogni singola organizzazione, individuando le misure più efficaci in relazione ad ogni singolo contesto locale e le procedure/istruzioni operative per mettere in atto dette misure. Tali procedure/istruzioni operative possono coincidere con procedure/istruzioni operative già adottate, purché opportunamente integrate, così come possono costituire un addendum connesso al contesto emergenziale del documento di valutazione dei rischi redatto ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

iii. Con riferimento a tutte le attività economiche, produttive, sociali e professionali cessa l’obbligo di trasmissione alla Regione Toscana dei Protocolli anti contagio, previsti dall’ordinanza 48/2020.

 iv. I servizi PISLL della Regione Toscana, nel periodo di emergenza sanitaria Covid-19, verificano l’adozione delle procedure di sicurezza anti-contagio. La suddetta attività è principalmente finalizzata a valutare l’efficacia delle procedure di sicurezza anti contagio adottate, a informare e assistere imprese, attività commerciali e lavoratori in genere per l’applicazione di corrette misure di tutela della salute nei luoghi di lavoro, con l’obiettivo di contenere al massimo la diffusione del COVID-19.

v. E’ dato mandato al settore regionale competente per la sicurezza dei luoghi di lavoro all’adozione di provvedimenti tecnici, condivisi nell’ambito del Comitato regionale di coordinamento in materia di sicurezza sul lavoro, finalizzati ad individuare procedure standardizzate di controllo da parte dei servizi PISLL del rispetto delle procedure di sicurezza anti-contagio.


________________________________________________________________________________________________

Il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha firmato l'ordinanza n. 60 del 27 maggio 2020 che riguarda le riaperture ed il contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Riguarda le strutture ricettive all’aperto come i campeggi e i villaggi turistici, gli stabilimenti balneari e i parchi a tema, che avrebbero già potuto riprendere l’attività ma erano privi di linee guida del tutto definite. Interessa anche le aree giochi per bambini, l’attività di circoli culturali e ricreativi, le terme e i centri benessere, che al momento erano chiusi ed ora potranno riaprire adottando le nuove disposizioni previste. L’ordinanza definisce pure linee guida pure per stage o attività pratiche di corsi di formazione, che ora potranno riprendere.

Allegato 1 - Linee guida per le attività

Allegato 2 - Campeggi e villaggi

Allegato 3 - Parchi tematici e di divertimento

Allegato 4 - Balneari

Allegato 5 - Formazione

Allegato 6 - Biblioteche e archivi

Per attività per cui non sussistano specifiche linee guida resta confermato che si applicano i principi delle ordinanze 48 e 57 e i protocolli nazionali dei settori di riferimento o di ambiti analoghi, in tal caso usando criteri di proporzionalità ed adeguatezza.

Con l'ordinanza n. 59 del 22.5.2020 sono state definite le linee guida anti-covid per riaprire lunapark e spettacoli viaggianti, per musei e parchi archeologici, per acquari con spazi espositivi al chiuso e giardini zoologici. E poi ancora disposizioni che riguardano gli accompagnatori e le guide turistiche, alpine e ambientali, le biblioteche e gli archivi ma anche il via libera, dal 3 giugno, alla possibilità di entrare in Toscana per raggiungere le seconde case utilizzate per le vacanze. Cesserà infatti l'obbligo di avere il medico di famiglia nella regione.

Allegato 1 - Spettacolo viaggiante

Allegato 2 - musei

Allegato 3 - biblioteche e archivi

Allegato 4 - guide turistiche alpine ambientali

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dopo una intensissima attività svolta dalla nostra Associazione e con un lavoro costante nei confronti della Regione Toscana e del Governo, nella serata del 15.5 si è tenuta la Conferenza Stato Regioni, dove è stata trovata l'intesa unanime sia sulla riapertura al 18 Maggio che sulle regole da adottare da parte dei vari settori economici, prevedendo la distanza fra le persone ad 1 metro.

Tali importanti novità sono state poi confermate dal DPCM e dall'Ordinanza n. 57 della Regione Toscana, entrambe emanate il 17 maggio 2020.

In particolare, l''ordinanza n. 57 della Regione Toscana fissa le regole per riaprire, bar, ristoranti, negozi, centri commerciali, stabilimenti balneari, ed elimina le restrizioni alla circolazione delle persone, ma sempre nel rispetto delle norme basilari per prevenire i rischi di contagio (sanificazioni, distanziamento sociale, obbligo della mascherina, divieto di assembramento). Dal 18 maggio sarà possibile, inoltre, rivedere gli amici e uscire di casa senza autocertificazione. La Toscana si adegua, dunque, alle disposizioni del Governo, assumendo con la sua ordinanza le disposizioni del Decreto legge 33 del 16 maggio 2020, del Dpcm del 17 maggio 2020 e dei protocolli di sicurezza ad esso allegati. La Regione Toscana, si legge in una Nota, si riserva inoltre la possibilità di successivi aggiornamenti all'ordinanza e ai relativi protocolli applicativi. 

Clicca qui per visualizzare il testo integrale delle "Linee di indirizzo per la riapertura delle Attività Economiche e produttive", che costruiscono il presupposto fondamentale per riaprire nel "rispetto delle regole".  

Di seguito un riepilogo delle disposizioni e degli adempimenti in vigore:

Misure igienico-sanitarie
1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici,
palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il
lavaggio delle mani;
2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
3. evitare abbracci e strette di mano;
4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle
mani con le secrezioni respiratorie);
6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.

Sanificazione dell'attività 
La sanificazione può essere fatta dal titolare del negozio ed è obbligatoria almeno una volta al giorno, utilizzando prodotti quali etanolo a concentrazioni pari al 70% ovvero i prodotti a base di cloro a una concentrazione di 0,1% e 0,5% di cloro attivo (candeggina) o ad altri prodotti disinfettanti ad attività virucida, concentrandosi in particolare sulle superfici toccate più di frequente (ad esempio porte, maniglie, tavoli, servizi igenici etc). Tali adempimenti devono essere ordinariamente registrati da parte del datore di lavoro o suo delegato, su supporto cartaceo o informatico, con auto-dichiarazione;

Va garantito, per quanto possibile, anche il ricambio di aria e la sanificazione  degli impianti di aerazione (pulizia filtri), che altrimenti dovranno rimanere spenti.

Clicca qui per scaricare il registro delle sanificazioni aziendali.

Protocollo anticontagio

I datori di lavoro hanno l’obbligo di redigere un protocollo di sicurezza anti-contagio che preveda l’impegno all’attuazione delle tutte le misure atte a garantire la sicurezza e la tutela della salute e dei lavoratori.

il protocollo anti-contagio, di cui all’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 48 del 3 maggio 2020, può essere trasmesso a Regione Toscana con le seguenti modalità:

- compilazione on line sul sito https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari
In questo caso il format del protocollo si aprirà automaticamente a video, durante la
compilazione, con contenuti uguali a quelli riportati negli allegati alla presente delibera;
- trasmissione tramite e-mail all’indirizzo protocolloanticontagio@regione.toscana.it
compilando, per l’attività di competenza, lo specifico allegato. In tal caso alla mail dovrà essere allegato, oltre al protocollo, la copia del documento di identità in corso di validità del firmatario del protocollo; farà fede per la dimostrazione dell’avvenuta trasmissione, la copia della mail di trasmissione. 

I termini per la trasmissione del Protocollo anticontagio sono prorogati dal 18 al 31 maggio dell’invio per tutte le attività aperte alla data del 18 Aprile che ancora non hanno provveduto a detta procedura.

Per le altre attività la compilazione del protocollo dovrà avvenire entro 30 giorni dalla riapertura.

Coloro che hanno già inviato il protocollo tramite e-mail o tramite compilazione on line non devono inviarlo nuovamente.

Tutte le imprese hanno l'obbligo di trasmissione del Protocollo.

Di seguito i format del Protocollo:

- Attività senza rapporti di clientela

- Attività commerciali

- Uffici privati

 

Adeguamento Documento Valutazione Rischi 

L'Ufficio Sportello Impresa (Dott.ssa Tania Caciagli t.caciagli@confesercenti.fi.it) è in grado di fornire informazioni e assistenza per la redazione del documento aggiuntivo al Documento di Valutazione dei Rischi aziendale, che risponde a quanto richiesto dalle linee di indirizzo e dalle Ordinanze della Regione Toscana per la tutela della salute nei luoghi di lavoro non sanitari, e dal Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro.

Di seguito, nel dettaglio, il calendario delle riaperture definite dall’ordinanza regionale 57 del 17 maggio:

- dal 18 maggio potranno riaprire i negozi, i servizi di cura alla persona, bar e ristoranti, stabilimenti balneari, gli uffici pubblici e i musei; ci si potrà muovere liberamente all’interno della propria regione e si potranno incontrare anche gli amici;
- dal 25 maggio potranno riaprire le palestre, le piscine e i centri sportivi;
- dal 15 giugno potranno riaprire cinema e teatri, e cominceranno una serie di offerte ricreative per i bambini.
Spostamenti in altre regioni e Paesi esteri

- fino al 2 giugno ci si potrà muovere da una regione all’altra solo per motivi di lavoro, salute o assoluta urgenza;
- dal 3 giugno sarà possibile muoversi da e per l’estero; continuano ovviamente a valere le misure restrittive internazionali e comunitarie, e, quindi, anche quelle che limitano gli ingressi in Paesi esteri dall’Italia;
- sempre dal 3 giugno si potrà entrare in Italia e, quindi, anche in Toscana da Paesi dell’Unione Europea senza l’obbligo di 14 giorni di quarantena;
- è consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione, residenza in Toscana solo per coloro che hanno sul territorio regionale il proprio medico di medicina generale o il pediatra di famiglia; non è, pertanto, consentito il rientro in Toscana verso le seconde case utilizzate per vacanze.


Attività sportive
- fino al 24 maggio è consentito lo svolgimento delle attività sportive in forma individuale, compresi il tennis e il golf, anche in impianti pubblici o privati e all’interno di strutture e circoli sportivi, se svolte in spazi all’aperto, che consentano nello svolgimento dell’attività il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno 2 metri. Resta sospesa fino al 24 maggio, ogni altra attività collegata all’utilizzo delle strutture, compreso l’utilizzo di spogliatoi, palestre, piscine, luoghi di socializzazione.


Funzioni religiose
- da lunedì 18 maggio possono riprendere le funzioni religiose, seguendo i regolamenti appositi approvati dal Governo nei giorni scorsi.

 

Obblighi
- continua a valere l’obbligo di isolamento domiciliare o in albergo sanitario per le persone risultate positive al Coronavirus o per i loro contatti stretti, se deciso dalle autorità sanitarie;
- continuano a essere vietati gli assembramenti di persone in spazi chiusi e aperti, sia pubblici che privati aperti al pubblico; viene pertanto confermata la distanza interpersonale minima di almeno un metro, salvo che per lo svolgimento delle attività sportive, raccomandando tuttavia per una migliore tutela della salute propria e della collettività, in presenza di più persone, di adottare un distanziamento interpersonale di almeno 1,80 m;
- uso della mascherina obbligatorio in spazi chiusi, pubblici e privati aperti al pubblico, oltre che nei mezzi di trasporto pubblico locale, nei servizi non di linea taxi e noleggio con conducente; e nel caso non sia possibile mantenere il distanziamento interpersonale. L’uso delle mascherine non è obbligatorio per i bambini al di sotto dei sei anni, per i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e per le persone conviventi;
- i sindaci possono chiudere aree in cui non è possibile garantire il distanziamento sociale.

 

Di seguito i CARTELLI che dovrai attaccare nel tuo esercizio per avvisare i clienti di come si devono comportare:

- Linee guida Commercio al dettaglio

- Linee guida Commercio al dettaglio settore alimentare

- Linee guida Commercio al dettaglio settore moda

- Linee guida per Commercio su area pubblica

- Linee guida per Esercizi di Somministrazione di pasti e bevande

- Linee guida per le Strutture Ricettive

- Linee guida per il settore della cura della persona

 

- Utilizzo gel disinfettante

- Gestione dei rifiuti (mascherine, guanti..)

- Pagamenti

- Distanza 1 metro

- Utilizzo guanti monouso

- Gel igienizzanti mani

- Obbligo igiene mani e mascherina 1

- Obbligo igiene mani e mascherina 2

- Divieto assembramenti

- Regole distanziamento

- Regole per gli accessi

 

Gli Uffici di Confesercenti Firenze sono a disposizione per fornire informazioni ed assistenza alle imprese.

18 maggio 2020
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Chiusura Gran Caffè San Marco, (l’ennesimo) alert in città

L’annunciata chiusura del Gran Caffè San Marco, locale storico e conosciutissimo, porta nuovamente all’attenzione di opinione pubblica ed organi di stampa la gravissima crisi che sta vivendo il settore pubblici esercizi e somministrazione, soprattutto, (ma non solo), nel centro cittadino.

25 settembre 2020
Buon lavoro Eugenio

E’ stata una bella campagna elettorale, condotta dai principali competitor in modo trasparente, sostanzialmente onesto e senza colpi bassi.

25 settembre 2020
(Ancora) Maledetti Toscani

Senza “padrini”, come ha detto lui, conducendo, anche in modo ostinato, una campagna elettorale vecchio stampo, tra la gente e per la gente.

25 settembre 2020
Domicilio digitale (Pec), obbligo di comunicazione entro il primo ottobre

Per ultimare il processo di digitalizzazione nei rapporti tra Pa, imprese e professionisti, l'art. 37 del D.L. 76/2020 (Decreto Semplificazioni) prevede l'obbligo per tutte le imprese di comunicare telematicamente al registro imprese il proprio domicilio digitale (già Pec), entro il 1° ottobre 2020.

22 settembre 2020
Firmata l’ordinanza di chiusura dei negozi alimentari in S. Spirito, sarà in vigore da domani al 15 ottobre

Chiusura obbligatoria dalle 20 alle 6 nei giorni di venerdì, sabato e domenica degli esercizi di vendita al dettaglio del settore alimentare in piazza Santo Spirito, via Sant’Agostino, via Mazzetta, via Maffia, via Maggio, via delle Caldaie, Borgo Tegolaio e via del Presto di S. Martino: lo prevede l’ordinanza firmata giovedì 17 settembre dal sindaco, che entrerà in vigore da venerdì 18 settembre, fino al 15 ottobre.

18 settembre 2020
Negozi di vicinato alimentare nell'emergenza Covid

I piccoli negozi di vicinato del settore alimentare in particolare, ormai da diversi anni stanno scomparendo dal tessuto commerciale delle nostre città e dei nostri territori in generale.

17 settembre 2020
Covid-19, Firenze: 5 misure per il commercio

Nelle ultime settimane il Comune di Firenze ha accolto alcune delle richieste/proposte avanzate dalla nostra associazione di categoria per sostenere il commercio di vicinato alle prese con la crisi economica causata da Covid 2019.

17 settembre 2020
Sostegno alle imprese. Fondo investimenti Toscana

Ripresa degli investimenti del sistema produttivo delle imprese artigiane, industriali, manifatturiere, nonché del settore turistico, commerciale, cultura e terziario, finalizzati al contenimento e al contrasto dell'emergenza epidemiologica COVID-19 e quindi a garantire la ripresa delle attività economiche in sicurezza.

15 settembre 2020
Tavolini, Confesercenti chiede proroga fino al 31 ottobre 2020

Prima la delibera di esenzione Cosap per tutti i posteggi (non alimentari) dei mercati della città, poi il taglio IMU per i proprietari di immobili che accettano di ridurre il canone di affitto a favore delle Pmi, infine la modifica del regolamento Tari che introduce la possibilità di un alleggerimento dell’imposta in caso di pandemia e/o crisi economica.

14 settembre 2020
Modifica regolamento Tari. Ottima notizia per Confesercenti

Ottima notizia - questo il commento di Santino Cannamela Presidente Confesercenti città di Firenze - rispetto alla modifica del regolamento Tari per introdurre sconti tariffa in caso di pandemia e/o crisi economica".

11 settembre 2020
Empolese Valdelsa e Piana Fiorentina. La sinergia tra Centri Commerciali Naturali

Confesercenti Firenze promuove la sinergia tra centri commerciali naturali di area vasta. Si è svolta lunedì 7 settembre, nella sede di Piazza Pier Vettori, una partecipata iniziativa che ha visto protagonisti i rappresentanti dei CCN dell’area metropolitana, quelli dell’Empolese-Valdelsa e i candidati consiglieri regionali Monia Monni ed Enrico Sostegni.

8 settembre 2020
Per la ripartenza delle imprese serve un nuovo Enasarco

La Fondazione Enasarco, in questo particolare contingente, non può limitarsi ad essere solo una Cassa previdenziale o uno strumento di sostegno al reddito nel breve termine ma deve porsi anche l’obiettivo di provvedere alla continuità di impresa degli agenti nel medio/lungo periodo.

8 settembre 2020
Bonus pubblicità 2020. Al via la comunicazione di accesso

A partire dal 1 e fino al 30 settembre 2020, è possibile presentare al Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri la comunicazione per l’accesso al credito d’imposta investimenti pubblicitari (c.d. bonus pubblicità) effettuati o da effettuarsi nell’anno 2020, prevista dall’articolo 5, comma 1, del D.P.C.M. n. 90 del 2018.

3 settembre 2020
Decreto Agosto. Le ultime novità

Il Decreto Agosto prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto alle imprese con attività prevalente individuata dai codici Ateco 56.10.11 (ristorazione con somministrazione), 56.29.10 (mense) e 56.29.20 (catering continuativo su base contrattuale).

2 settembre 2020
Ripartiamo dall'internazionalizzazione

Il contributo camerale sarà pari al 50% delle spese ammissibili, con un minimo di spesa di euro 500,00 (esclusa Iva) e un massimale di contributo di euro 1.000,00 per ciascuna impresa richiedente.

1 settembre 2020
Sesto Fiorentino. Agevolazioni e riduzioni per la TARI di famiglie e imprese

Possono essere presentate fino al prossimo 30 settembre le domande di accesso alle agevolazioni per il pagamento della TARI a favore di famiglie e imprese contenute nel pacchetto di interventi messo a punto dal Comune di Sesto Fiorentino per far fronte alla crisi economica innescata dall’emergenza sanitaria.

5 agosto 2020
Salviamo Firenze e Venezia

E’ stata presentata, oggi giovedì 30 luglio, nell’ambito di una conferenza stampa congiunta di Confesercenti Firenze e Venezia la lettera/appello inviata al Ministro del Turismo Dario Franceschini. A Firenze, sono intervenuti Cecilia Del Re Assessora al Turismo del Comune di Firenze, Federico Gianassi Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Firenze, Santino Cannamela Presidente Confesercenti Città di Firenze e Marco Verzì Rappresentante settore turismo di Confesercenti Firenze. Firenze e Venezia sono le due città d’arte che stanno pagando e pagheranno nel medio/lungo periodo, il più alto tributo economico al Covid-19 a causa del crollo dei flussi turistici da cui dipende  gran parte dell’economia delle due città.

30 luglio 2020
Comune di Borgo San Lorenzo. Giù l’IMU per chi abbassa l’affitto

Il Comune di Borgo San Lorenzo ha emanato una nuova misura a supporto sia dei cittadini che delle attività commerciali e produttive che in questo momento, in piena emergenza economica Covid, faticano a pagare l 'affitto dell'abitazione o dell'attività.

30 luglio 2020
Turismo: Assoturismo Confesercenti, filiera complessa, servono interventi specifici

“Siamo riusciti finalmente a far comprendere che la filiera del turismo è una filiera complessa, che non può essere considerata solo in relazione ad altri settori, come locomotiva del commercio o dei servizi. E’ una filiera diversa da tutte le altre e ha bisogno di interventi specifici”.

30 luglio 2020
Accordo Confesercenti Firenze e RF Distribution - Prodotti di prevenzione

RF Distribution SRL Unipersonale nasce da una idea del suo titolare Rossano Fontanella che da oltre 20 anni si occupa di distribuzione in GDO, GDS, Retail tradizionale, collaborando con aziende di primaria importanza a livello nazionale ed Europeo.

28 luglio 2020
Purificatori e sanificatori ActivePure Technology con brevetto NASA e adatti a tutti gli spazi interni

È stato siglato tra Confesercenti Firenze e Paolo Lombardi un accordo per la fornitura di purificatori e sanificatori di aria e superfici h24 e 7/7 giorni in maniera continua, certificati dal Ministero della Salute come Dispositivi Medici di Classe 1. I dispositivi usati anche in ambiti ospedalieri, non prevedono alcuna installazione, con una semplice manutenzione annuale. Prevista detrazione fiscale del 60%. Possibilità di finanziamento e/o leasing oltre a noleggio operativo.

24 luglio 2020
Si aggiungono altre categorie allo slittamento del versamento COSAP

Slitta al 30 novembre il pagamento del Cosap anche per i chioschi di fiori, le postazioni in piazza Annigoni (ex Mercato delle Pulci), lo “Spettacolo Viaggiante Permanente” (le giostre gonfiabili), gli stand di Trespiano e gli artisti di strada

22 luglio 2020
Finanziamenti Covid. Le modifiche ampliano importi e platea beneficiari

Le modifiche più importanti ai finanziamenti garantiti dal Fondo centrale (articolo 13 del Dl liquidità) approvate alla Camera sono relativi ai miniprestiti, la cui soglia è alzata a 30mila euro con una durata che passa da sei a dieci anni e le rinegoziazioni per le quali la finanza aggiuntiva passa dal 10% al 25 per cento.

15 luglio 2020
Comune di Firenze. Le nuove scadenze per il versamento COSAP e CIMP

Per sostenere le imprese e le famiglie, anche in queste settimane di ripresa delle attività dopo l'emergenza sanitaria, il Consiglio comunale e la Giunta Comunale hanno ridefinito i termini di versamento legati ai tributi comunali.

9 luglio 2020
Crediti d’imposta canoni locazione: modello e regole per la cessione

Il cedente dovrà inviare la comunicazione telematica, tramite una sezione dedicata del sito dell'Agenzia delle Entrate, dal prossimo 13 luglio fino al 31 dicembre 2021

2 luglio 2020
Confesercenti Castelfiorentino. Il Co-Marketing come opportunità per le aziende del territorio

L’emergenza Covid ha messo in seria difficoltà le attività economiche. Alcuni settori risultano più colpiti di altri ma, in linea generale, assistiamo ad un momento di forte contrazione; si registrano però anche alcune note positive.

29 giugno 2020
Dal 1 luglio limite del contante a 2mila euro e credito d’imposta sulle commissioni Pos

A partire dal 1 luglio 2020, come stabilito dall'art. 22 del collegato fiscale (Dl 124/2019) è previsto un credito di imposta specifico per favorire  l’uso di mezzi alternativi al contante. L'incentivo è pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con carte di debito, di credito, prepagate o mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili (anche App e sistemi contacless).

29 giugno 2020
Diventa partner della Firenze Welcome Card

La Firenze Welcome Card, si propone di attrarre e fidelizzare i visitatori consolidando il nostro territorio come meta competitiva e sicura proposta non solo come destinazione da visitare ma come tessuto socioeconomico e culturale vivo e attivo di cui poter godere.

25 giugno 2020
Prestito garantito 30mila euro. Al via le domande dal 19 giugno

Da venerdì 19 giugno è possibile inviare le domande sulla base dei parametri rivisti dalla legge di conversione del decreto Liquidità. Il fondo di garanzia per le Pmi ha pubblicato il nuovo modello per la richiesta del finanziamento garantito al 100% e una circolare che considera le novità introdotte in fase di conversione.

19 giugno 2020
DVR aziendale. Attenzione e verifica

Trascorso il periodo delle riaperture, e dopo aver analizzato il rischio biologico da Covid-19 e integrato il proprio DVR con i protocolli anticontagio, questa è l’occasione di controllare il DVR aziendale e verificare

19 giugno 2020
Decreto-Legge 16 giugno 2020 n. 52 - Ulteriori misure urgenti in materia di trattamento di integrazione salariale

E’ stato pubblicato in GU il Dl in oggetto che consentirà di utilizzare le ulteriori 4 settimane, su un totale di 18, introdotte dal Cura Italia e dal decreto Rilancio immediatamente senza dover attendere il mese di settembre. Il Governo interviene così anche su nostra richiesta, avanzata in più sedi, coprendo il “buco” nel ricorso alla cassa integrazione che avrebbe creato non poche difficoltà ad imprese e lavoratori.

18 giugno 2020
Riduzioni dei compensi SIAE e SCF in relazione all’emergenza Covid-19

La SIAE, preso atto delle richieste pervenute dal mondo associativo di riduzione degli abbonamenti di musica d’ambiente motivati dal lockdown, e più in generale della crisi scaturita dall’emergenza sanitaria, a seguito della riapertura delle attività produttive, che ha consentito all’Ente di avere un quadro più definito della situazione e di adottare iniziative a favore degli utilizzatori che corrispondono il compenso per musica d’ambiente e per altre tipologie di abbonamento che riguardano l’utilizzazione della musica a sostegno di corsi, ha previsto una serie di riduzioni.

18 giugno 2020
Fonter avviso pubblico n. 41/2020 “Al lavoro sicuri"

Fon.Ter (Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua del Terziario) ha pubblicato un avviso pubblico denominato “Al Lavoro Sicuri” per finanziare percorsi formativi/informativi rivolti al personale delle aziende aderenti e neo aderenti in materia di contrasto e contenimento delle diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro.

18 giugno 2020
Pubblici Esercizi. Diritti SIAE e SCF: proroghe e riduzioni COVID-19

La SIAE, preso atto delle richieste avanzate dalle associazioni di categoria in relazione alla crisi scaturita dall’emergenza sanitaria, ha previsto una serie di riduzioni per il settore dei pubblici esercizi.

18 giugno 2020
Firmato il Protocollo sulle locazioni commerciali

E’ stato siglato, martedì 16 giugno, in Prefettura di Firenze un protocollo per promuovere, in questa fase emergenziale dal punto di vista economico connessa al Covid-19, una cooperazione tra affittuari e proprietari di immobili a uso commerciale; attraverso forme di negoziazione dei canoni di locazione.

16 giugno 2020
Mugello 5.0. Confesercenti presenta all’Unione dei Comuni l’avanzamento del progetto per la valorizzazione dell’Ambito Turistico Locale

Confesercenti Firenze ha presentato, venerdì 12 giugno, presso la Combriccola di Pinocchio, a Borgo San Lorenzo, il Progetto “Mugello 5.0” per la valorizzazione dell’Ambito Turistico Locale. A illustrarlo agli otto Sindaci dell’Unione, guidati dal Presidente Phil Moschetti sono stati Alberto Marini Direttore Generale Confesercenti Firenze, Daniele Farnetani Presidente Confesercenti Borgo San Lorenzo, Fabrizio Guerrini membro della Presidenza Confesercenti Mugello e Letizia Tempesti di Confesercenti Mugello.

15 giugno 2020
Contributi a fondo perduto. Al via le domande dal 15 giugno

L’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni per richiedere il contributo a fondo perduto previsto dal Dl Rilancio. In attuazione dell’articolo 25 del Decreto, un provvedimento del 10 giugno 2020 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini, ha definito le azioni per richiedere e ottenere il contributo a fondo perduto a favore delle imprese e delle partite Iva colpite dalle conseguenze economiche del lockdown.

11 giugno 2020
Recepimento da parte della Regione Toscana delle Linee Guida per alcune attività economiche

Con l'Ordinanza vengono recepite  le linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in data 9 giugno 2020 con riferimento a ristorazione, attività ricettive con esclusione dei campeggi, servizi alla persona (acconciatori, estetisti, tatuatori e piercing), piscine, palestre, manutenzione del verde, noleggio veicoli ed altre attrezzature, informatori scientifici del farmaco, aree giochi per bambini, circoli culturali e ricreativi, cinema e spettacoli dal vivo, sagre, strutture termali e centri benessere, congressi e grandi eventi fieristici, sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse e discoteche.

11 giugno 2020
Credito d'imposta sui canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda

Al fine di contenere gli effetti derivanti dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, il D.L. n. 34/2020, (c.d. “Rilancio”), all’art. 28, ha introdotto il “credito d’imposta sui canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda”.
Al riguardo lo scorso 6 giugno 2020 l’Agenzia delle Entrate ha emanato la Circolare 14/E/2020 con la quale vengono forniti i primi chiarimenti di carattere interpretativo ed operativo in merito alla disposizione fiscale introdotta.

10 giugno 2020
Convertito in legge il Decreto Liquidità

Giovedì 4 giugno, il Senato ha rinnovato la fiducia al Governo, approvando in via definitiva il disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 23/2020 (c.d. “Decreto Liquidità”).

9 giugno 2020
Contributo a fondo perduto per imprese ed autonomi

L'articolo 25 del Decreto Rilancio, volto a sostenere le imprese e i lavoratori autonomi maggiormente colpiti dal Covid-19, prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto - escluso da tassazione ai fini Ires e Irap - destinato a compensare, parzialmente, il calo di ricavi e di reddito conseguenti al lockdown delle attività imposto per contenere il diffondersi dell’epidemia.

3 giugno 2020
Decreto Rilancio. Proroga ammortizzatori sociali

L'attuale emergenza sanitaria e le relative conseguenze sull’economia reale hanno determinato la necessità per il legislatore di difendere il salario dei lavoratori ed, al contempo, la sopravvivenza stesse delle imprese; ciò attraverso una normativa speciale in materia di ammortizzatori sociali introdotta nel DL 19/2020 (“Cura Italia”) e modificata da ultimo dal decreto 34/2020 (“Rilancio Italia”).

29 maggio 2020
SIAE. Nuovi differimenti e provvedimenti

Il Consiglio di gestione SIAE ha assunto dei provvedimenti riguardanti, tra l'altro, il settore delle utlizzazioni di pubblica esecuzione/rappresentazione e di musica d'ambiente.

27 maggio 2020
Cescot è con te per la ripartenza! Formazione gratuita riservata agli associati

Per affrontare la ripresa post emergenza Covid 19 abbiamo programmato 11 incontri sotto forma di moduli di 2 ore ciascuno, che possono essere scelti singolarmente o a pacchetti.

27 maggio 2020
Decreto Rilancio. Le misure previste per le imprese

Il Decreto Rilancio interviene in diversi ambiti, in modo trasversale, con l’intento di assicurare l’unitarietà, l’organicità, e la compiutezza delle misure volte alla tutela delle famiglie e dei lavoratori, alla salvaguardia e al sostegno delle imprese, degli artigiani e dei liberi professionisti, al consolidamento, snellimento e velocizzazione degli istituti di protezione e coesione sociale.

22 maggio 2020
Le garanzie per l'accesso al credito

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito; anche attraverso l'attività ed il lavoro di Italia Comfidi.

19 maggio 2020
Protocollo anti-contagio. Le nuove regole per la compilazione ed invio

La Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 595 del 11 Maggio 2020 interviene con significative modifiche su quanto precedentemente stabilito in materia di compilazione e invio del “protocollo anti contagio”.

13 maggio 2020
Assosanità. Ulteriori disposizioni in merito ai test sierologici rapidi connessi alla emergenza pandemia da COVID-19

La Regione Toscana con l’Ordinanza n. 54 del 6 maggio 2020 ha esteso la possibilità di fare il test sierologico gratuito ad altre categorie di persone, oltre a quelle già previste nelle due ordinanze precedenti, e prevede la possibilità che possano richiederlo anche i medici e i pediatri di famiglia.

8 maggio 2020
Finanziamenti COVID – 19. Sei soffocato dalla burocrazia? Fatti aiutare dagli esperti!!

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito. Negli ultimi anni abbiamo sviluppato una grande esperienza nella gestione delle procedure per accedere alle garanzie del Fondo Centrale di Garanzia PMI.

8 maggio 2020
Pensa alla tua formazione!

Cescot Firenze, agenzia formativa di Confesercenti, pensa alla tua formazione anche “a distanza”. I percorsi formativi usufruibili online riguardano corsi di aggiornamento obbligatori in materia di sicurezza D.lgs 81/2008 e igiene degli alimenti (HACCP) e sono i seguenti

7 maggio 2020
Covid-19: Focus sulla Somministrazione di alimenti e Bevande

Come Fiepet-Confesercenti Firenze abbiamo, quindi, ritenuto utile predisporre una guida operativa affinché le imprese siamo informate sulle prescrizioni previste per tale attività, pur consapevoli che questa misura, insieme alla consegna a domicilio, non rappresentino la soluzione alla situazione drammatica che stiamo vivendo.

7 maggio 2020
Impresa SIcura: al via i rimborsi per le imprese che hanno acquistato DPI

Il bando consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19. 

5 maggio 2020
Vuoi effettuare una sanificazione professionale della tua attività? Contatta Confesercenti Firenze

L’ordinanza n.38 del 18 Aprile 2020 firmata dal Presidente della regione Toscana Enrico Rossi  ha introdotto nuove prescrizioni per le attività economiche già aperte, per quelle autorizzate alla riapertura e per quelle che nel frattempo, in deroga ai codici ATECO autorizzati, hanno riaperto con il via libera della prefettura.

24 aprile 2020
Sisma Mugello, aperto il bando per microcredito alle imprese colpite

Con la pubblicazione avvenuta sul BURT, il Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, sono aperti i termini per presentare le domande di microcredito da parte delle imprese che hanno subito danni indiretti dal sisma del dicembre 2019 che ha colpito il Mugello. La dotazione è di circa 3,9 mln di euro. L’importo del finanziamento va da un minimo di 5.000 ad un massimo di 20.000 euro.

14 aprile 2020
Decreto Liquidità. Le misure per il credito

In attesa delle disposizioni operative che verranno diffuse da istituti bancari e confidi, vi illustriamo le principali misure sul tema del credito introdotte dal Decreto Liquidità. Non appena avremo tutte le informazioni necessarie comunicheremo gli strumenti e l'assistenza che il sistema Confesercenti potrà mettere a disposizione

 

10 aprile 2020
Esteso il credito d’imposta per le spese di sanificazione

La modifica apportata consiste nell’estensione delle tipologie di spese ammissibili all’agevolazione a favore dei costi di acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi di sicurezza, atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici e a garantire la distanza di sicurezza interpersonale.

10 aprile 2020
COVID-19, la diaria Hygeia per gli associati Confesercenti

Per l’attivazione della garanzia è necessario il referto del tampone che attesti la positività al virus COVID-19, rilasciato dalle Autorità competenti su conferma del Ministero della Salute e/o dell’Istituto Superiore di Sanità. In caso di ricovero presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero, l’Assicurato avrà diritto a un’indennità di € 40,00 per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni all’anno (si specifica che la giornata di ingresso e dimissione costituiscono un’unica giornata ai fini della corresponsione della diaria).

25 marzo 2020
Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Con la Legge di Bilancio 2020 viene introdotto, in sostituzione del cd. superammortamento e iperammortamento, un nuovo credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nuovi. Il nuovo credito d’imposta è inquadrabile nel progetto di revisione complessiva delle misure fiscali di sostegno del “Piano industria 4.0”.

16 gennaio 2020
Aderisci a Confesercenti! Per Te, un'importante ed esclusiva copertura sanitaria gratuita!

Mettiamo a disposizione di tutti i soci Confesercenti una vantaggiosa Copertura sanitaria integrativa esclusiva. Un nuovo servizio di grande valore ed un vantaggio reale nella vita di tutti i giorni in termini economici e di qualità del servizio

1 agosto 2019
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional