Credito d'imposta sui canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda

Chiarimenti di carattere interpretativo ed operativo in merito alla disposizione fiscale introdotta

Fiscale

Al fine di contenere gli effetti derivanti dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, il D.L. n. 34/2020, (c.d. “Rilancio”), all’art. 28, ha introdotto il “credito d’imposta sui canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda”.
Al riguardo lo scorso 6 giugno 2020 l’Agenzia delle Entrate ha emanato la Circolare 14/E/2020 con la quale vengono forniti i primi chiarimenti di carattere interpretativo ed operativo in merito alla disposizione fiscale introdotta.

 

AMBITO SOGGETTIVO
Il credito di imposta spetta ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, oltreché agli Enti non commerciali.
In particolare, a titolo esemplificativo, ci si riferisce a:
- imprenditori individuali;
- società in nome collettivo e in accomandita semplice che producono reddito d’impresa;
- società per azioni e in accomandita per azioni;
- società a responsabilità limitata;
- società cooperative e società di mutua assicurazione;
- enti pubblici e privati diversi dalle società;
- persone fisiche ed associazioni senza personalità giuridica costituite fra persone fisiche che esercitano arti e professioni, producendo reddito di lavoro autonomo;
-- soggetti in regime forfetario.
Al riguardo, viene specificato che non sono inclusi tra i soggetti beneficiari del credito in esame, coloro che svolgono attività commerciali o di lavoro autonomo esercitate non abitualmente (che producono, quindi, redditi diversi ai fini fiscali).

 

AMBITO OGGETTIVO
Il credito d’imposta è stabilito in misura percentuale:
- del 60% per i canoni di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività, a prescindere dalla categoria catastale dell’immobile stesso.
Con riferimento ai contratti di leasing, è importante evidenziare che secondo l’interpretazione dell’Agenzia, la disposizione è applicabile ai soli contratti di leasing operativo (o di godimento), in quanto negli stessi è ravvisabile la medesima funzione economica del contratto di locazione tipico (al contrario dei contratti di leasing finanziario (o traslativi), assimilabili ai contratti di compravendita con annesso finanziamento);
- 30% per i canoni dei contratti di servizi c.d. “a prestazioni complesse” o di affitto d’azienda, comprensivi di almeno un immobile ad uso non abitativo destinato allo svolgimento dell’attività a prescindere dalla categoria catastale dell’immobile stesso.

 

REQUISITI PER LA MATURAZIONE DEL CREDITO
I requisiti qualificanti ai fini della maturazione del credito d’imposta in oggetto sono i seguenti:
a) il locatario, nel periodo di imposta 2019, deve aver conseguito ricavi o compensi non superiori ad € 5 mln (questo vale ad eccezione delle strutture alberghiere e agrituristiche, individuate a titolo esemplificativo con i corrispondenti codici ATECO rientranti nella sezione 55, che possono beneficiare del credito d’imposta indipendentemente dal monte ricavi dichiarato);
b) il credito è commisurato all’importo corrisposto in ciascuno dei mesi di marzo, aprile e maggio 2020 (per le strutture turistico ricettive con attività solo stagionale il riferimento è aprile, maggio e giugno 2020);
Al riguardo è importante evidenziare che, come specificato nella Circolare, qualora si raggiunga un accordo con il locatore, è concessa la possibilità al locatario di “cedere” il credito maturato decurtando lo stesso direttamente dall’ammontare dovuto, senza dover versare la somma per intero.
c) l’utilizzatore deve aver subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel mese riferimento del 2020 di almeno il 50% rispetto allo stesso mese del 2019.
Sul punto l’Agenzia osserva che, poiché la contrazione di fatturato deve essere verificata singolarmente per ciascuna delle mensilità, è possibile che il credito d’imposta spetti anche solo per uno dei mesi agevolabili;
d) Ai fini della verifica del calo di fatturato o dei corrispettivi il calcolo deve considerare le operazioni effettuate nei predetti mesi, fatturate e certificate e che hanno partecipato alla liquidazione IVA periodica del mese di marzo 2019 (rispetto a marzo 2020), aprile 2019 (rispetto ad aprile 2020) e maggio 2019 (rispetto a maggio del 2020), cui vanno sommati i corrispettivi relativi alle operazioni effettuate in detti mesi non rilevanti ai fini IVA.

 

ENTI NON COMMERCIALI: REQUISITI PER LA MATURAZIONE DEL CREDITO
Con riferimento agli Enti non commerciali, la disciplina dell’agevolazione è modulata in base alla natura delle attività svolte all’interno dell’immobile/i oggetto del beneficio.
Pertanto, nel caso di un’Associazione ad esempio, la disposizione si ridefinisce in tal senso:
1. Nel caso in cui svolga, all’interno della medesima Sede, sia l’attività istituzionale propria dell’Associazione che attività di natura commerciale, il beneficio sarà calcolato con riferimento alla “proporzionalità” della tipologia di attività esercite nell’immobile stesso nel rispetto dei criteri generali previsti per l’accesso al beneficio. Pertanto, in tale fattispecie ed in presenza di contratto di locazione “unico” sarà necessario individuare, attraverso criteri oggettivi e riscontrabili, la quota parte di canone destinata allo svolgimento dell’attività istituzionale e la quota parte destinata all’attività commerciale (ad esempio, è possibile fare riferimento ai criteri di allocazione utilizzati nella contabilità interna per l’imputazione dei costi e ricavi alle due attività) al fine di calcolare in maniera ponderata la quota di Tax credit spettante all’Ente associativo;

2. Nel caso in cui nella Sede si svolga invece esclusivamente l’attività istituzionale propria dell’Associazione, non è chiaramente richiesto il soddisfacimento del requisito riguardante il calo del fatturato percentuale per mese di riferimento, ma è invece richiesto il rispetto del limite dimensionale relativo al non superamento dei 5 milioni di euro dei “flussi reddituali” prodotti nel 2019.

 

MODALITA’ DI UTILIZZO DEL CREDITO
Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente nelle seguenti modalità:
* Utilizzo diretto da parte del locatario: il valore spettante ed i corrispondenti utilizzi andranno indicati nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.
L’eventuale residuo sarà riportabile nei periodi d’imposta successivi e non potrà comunque essere richiesto a rimborso.


Il suddetto valore potrà essere utilizzato:
a) in compensazione tramite modello F24, da presentare attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate o intermediario abilitato (al riguardo si segnala che, con la Risoluzione n.32/E, è stato istituito il codice tributo 6920);
b) in dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa (necessario che il canone risulti pagato nel 2020) per ridurre l’ammontare delle imposte dovute in relazione ai redditi complessivi dichiarati;
Il credito non concorre alla formazione della base imponibile ai fini delle imposte sui redditi e dell’IRAP.


* Utilizzo indiretto da parte del locatario tramite cessione, a seguito di accordo, con un soggetto terzo.
Il suddetto credito può essere ceduto fino al 31 dicembre 2021:
a. al locatore o al concedente;

b. ad altri soggetti, compresi Istituti di credito e altri Intermediari finanziari, con facoltà di successiva di cessione dell’intero credito.
In tale fattispecie, il cessionario/acquirente del credito può utilizzare quest’ultimo esclusivamente:
- nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel corso del quale il credito è stato ceduto;
- in compensazione (nelle stesse modalità sopra descritte);
- Nel caso di utilizzo parziale del credito acquistato, la quota di credito non utilizzata nel periodo d’imposta di cui sopra:

  • non può essere utilizzata negli anni successivi;
  • non può essere richiesta a rimborso;
  • potrà comunque cedere la parte residua a soggetti terzi esclusivamente nello stesso periodo d’imposta.

 

Infine, è ulteriormente chiarito che:
- qualora il valore nominale del credito ceduto sia maggiore rispetto al corrispettivo pattuito tra le due parti (fermo restando che il cessionario sia un’impresa di qualsiasi tipo), la differenza positiva, a favore dell’acquirente, genera, nella sfera di quest’ultimo, una sopravvenienza attiva che concorre alla formazione del reddito e del valore della produzione netta secondo le ordinarie modalità.

 

Nella Circolare viene, infine, specificato che con Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate saranno definite le modalità attuative delle disposizioni relative alla sopradescritta operazione cessione del credito di imposta.


Con riferimento ai poteri dell’Amministrazione relativi al controllo di spettanza del credito d’imposta e all'accertamento dei requisiti nei confronti dei soggetti beneficiari:
- in capo al cedente, verrà verificata l’esistenza dei corretti presupposti necessari per usufruire dell’agevolazione (la conseguenza all’eventuale insussistenza dei requisiti sarà il recupero del credito fruito maggiorato delle relative sanzioni e interessi;
- in capo al cessionario, verrà verificato l’eventuale utilizzo irregolare del credito in misura maggiore rispetto all’ammontare ricevuto.

Per informazioni ed assistenza vi invitiamo a contattare gli Uffici Confesercenti Firenze

10 giugno 2020
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Crediti d’imposta canoni locazione: modello e regole per la cessione

Il cedente dovrà inviare la comunicazione telematica, tramite una sezione dedicata del sito dell'Agenzia delle Entrate, dal prossimo 13 luglio fino al 31 dicembre 2021

2 luglio 2020
Confesercenti Castelfiorentino. Il Co-Marketing come opportunità per le aziende del territorio

L’emergenza Covid ha messo in seria difficoltà le attività economiche. Alcuni settori risultano più colpiti di altri ma, in linea generale, assistiamo ad un momento di forte contrazione; si registrano però anche alcune note positive.

29 giugno 2020
Dal 1 luglio limite del contante a 2mila euro e credito d’imposta sulle commissioni Pos

A partire dal 1 luglio 2020, come stabilito dall'art. 22 del collegato fiscale (Dl 124/2019) è previsto un credito di imposta specifico per favorire  l’uso di mezzi alternativi al contante. L'incentivo è pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con carte di debito, di credito, prepagate o mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili (anche App e sistemi contacless).

29 giugno 2020
Fiepet - Sondaggio "Smart Working: risvolti sulla somministrazione"

Fiepet nazionale Confesercenti ha lanciato un sondaggio, in merito ai risvolti che lo “Smart Working” sta avendo sulla somministrazione.

25 giugno 2020
Diventa partner della Firenze Welcome Card

La Firenze Welcome Card, si propone di attrarre e fidelizzare i visitatori consolidando il nostro territorio come meta competitiva e sicura proposta non solo come destinazione da visitare ma come tessuto socioeconomico e culturale vivo e attivo di cui poter godere.

25 giugno 2020
Prestito garantito 30mila euro. Al via le domande dal 19 giugno

Da venerdì 19 giugno è possibile inviare le domande sulla base dei parametri rivisti dalla legge di conversione del decreto Liquidità. Il fondo di garanzia per le Pmi ha pubblicato il nuovo modello per la richiesta del finanziamento garantito al 100% e una circolare che considera le novità introdotte in fase di conversione.

19 giugno 2020
DVR aziendale. Attenzione e verifica

Trascorso il periodo delle riaperture, e dopo aver analizzato il rischio biologico da Covid-19 e integrato il proprio DVR con i protocolli anticontagio, questa è l’occasione di controllare il DVR aziendale e verificare

19 giugno 2020
Decreto-Legge 16 giugno 2020 n. 52 - Ulteriori misure urgenti in materia di trattamento di integrazione salariale

E’ stato pubblicato in GU il Dl in oggetto che consentirà di utilizzare le ulteriori 4 settimane, su un totale di 18, introdotte dal Cura Italia e dal decreto Rilancio immediatamente senza dover attendere il mese di settembre. Il Governo interviene così anche su nostra richiesta, avanzata in più sedi, coprendo il “buco” nel ricorso alla cassa integrazione che avrebbe creato non poche difficoltà ad imprese e lavoratori.

18 giugno 2020
Riduzioni dei compensi SIAE e SCF in relazione all’emergenza Covid-19

La SIAE, preso atto delle richieste pervenute dal mondo associativo di riduzione degli abbonamenti di musica d’ambiente motivati dal lockdown, e più in generale della crisi scaturita dall’emergenza sanitaria, a seguito della riapertura delle attività produttive, che ha consentito all’Ente di avere un quadro più definito della situazione e di adottare iniziative a favore degli utilizzatori che corrispondono il compenso per musica d’ambiente e per altre tipologie di abbonamento che riguardano l’utilizzazione della musica a sostegno di corsi, ha previsto una serie di riduzioni.

18 giugno 2020
Cosa fare (senza Colao) con i Fondi UE

Sappiamo tutti, bene o male, le 5/6 cose che devono essere messe in campo, domattina, non a settembre, con i soldi “freschi” dell’Europa

18 giugno 2020
Dove eravamo rimasti?

E’ stato un lungo lockdown anche per la nostra “Topnewsimpresa”, la newsletter che, ogni 15 giorni, raggiunge oltre 10.000 imprese, con l’obbiettivo di fornire loro un quadro sulle news tecniche e politico-sindacali del momento.

18 giugno 2020
Fonter avviso pubblico n. 41/2020 “Al lavoro sicuri"

Fon.Ter (Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua del Terziario) ha pubblicato un avviso pubblico denominato “Al Lavoro Sicuri” per finanziare percorsi formativi/informativi rivolti al personale delle aziende aderenti e neo aderenti in materia di contrasto e contenimento delle diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro.

18 giugno 2020
Pubblici Esercizi. Diritti SIAE e SCF: proroghe e riduzioni COVID-19

La SIAE, preso atto delle richieste avanzate dalle associazioni di categoria in relazione alla crisi scaturita dall’emergenza sanitaria, ha previsto una serie di riduzioni per il settore dei pubblici esercizi.

18 giugno 2020
Firmato il Protocollo sulle locazioni commerciali

E’ stato siglato, martedì 16 giugno, in Prefettura di Firenze un protocollo per promuovere, in questa fase emergenziale dal punto di vista economico connessa al Covid-19, una cooperazione tra affittuari e proprietari di immobili a uso commerciale; attraverso forme di negoziazione dei canoni di locazione.

16 giugno 2020
Dichiarazione del Presidente Nazionale Fiarc Antonino Marcianò

Se la Fondazione Enasarco avesse realmente stabilito l’imminente disimpegno di 450 milioni di euro a favore degli agenti dal fondo FIRR, noi di FIARC avremmo gioito per primi: perché gli iscritti sanno che quella è una battaglia che conduciamo da tempo.

15 giugno 2020
Confesercenti plaude alle iniziative del Comune di Certaldo

Come anticipato nei giorni scorsi, sono state definite nei dettagli le iniziative che il Comune di Certaldo ha deciso di intraprendere per sostenere le attività economiche in questo periodo di emergenza. Diversi gli ambiti di intervento: scontistica sui tributi locali, strategie di promozione, contributi a fondo perduto.

15 giugno 2020
Mugello 5.0. Confesercenti presenta all’Unione dei Comuni l’avanzamento del progetto per la valorizzazione dell’Ambito Turistico Locale

Confesercenti Firenze ha presentato, venerdì 12 giugno, presso la Combriccola di Pinocchio, a Borgo San Lorenzo, il Progetto “Mugello 5.0” per la valorizzazione dell’Ambito Turistico Locale. A illustrarlo agli otto Sindaci dell’Unione, guidati dal Presidente Phil Moschetti sono stati Alberto Marini Direttore Generale Confesercenti Firenze, Daniele Farnetani Presidente Confesercenti Borgo San Lorenzo, Fabrizio Guerrini membro della Presidenza Confesercenti Mugello e Letizia Tempesti di Confesercenti Mugello.

15 giugno 2020
Contributi a fondo perduto. Al via le domande dal 15 giugno

L’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni per richiedere il contributo a fondo perduto previsto dal Dl Rilancio. In attuazione dell’articolo 25 del Decreto, un provvedimento del 10 giugno 2020 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini, ha definito le azioni per richiedere e ottenere il contributo a fondo perduto a favore delle imprese e delle partite Iva colpite dalle conseguenze economiche del lockdown.

11 giugno 2020
Recepimento da parte della Regione Toscana delle Linee Guida per alcune attività economiche

Con l'Ordinanza vengono recepite  le linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in data 9 giugno 2020 con riferimento a ristorazione, attività ricettive con esclusione dei campeggi, servizi alla persona (acconciatori, estetisti, tatuatori e piercing), piscine, palestre, manutenzione del verde, noleggio veicoli ed altre attrezzature, informatori scientifici del farmaco, aree giochi per bambini, circoli culturali e ricreativi, cinema e spettacoli dal vivo, sagre, strutture termali e centri benessere, congressi e grandi eventi fieristici, sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse e discoteche.

11 giugno 2020
Convertito in legge il Decreto Liquidità

Giovedì 4 giugno, il Senato ha rinnovato la fiducia al Governo, approvando in via definitiva il disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 23/2020 (c.d. “Decreto Liquidità”).

9 giugno 2020
Contributo a fondo perduto per imprese ed autonomi

L'articolo 25 del Decreto Rilancio, volto a sostenere le imprese e i lavoratori autonomi maggiormente colpiti dal Covid-19, prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto - escluso da tassazione ai fini Ires e Irap - destinato a compensare, parzialmente, il calo di ricavi e di reddito conseguenti al lockdown delle attività imposto per contenere il diffondersi dell’epidemia.

3 giugno 2020
Decreto Rilancio. Proroga ammortizzatori sociali

L'attuale emergenza sanitaria e le relative conseguenze sull’economia reale hanno determinato la necessità per il legislatore di difendere il salario dei lavoratori ed, al contempo, la sopravvivenza stesse delle imprese; ciò attraverso una normativa speciale in materia di ammortizzatori sociali introdotta nel DL 19/2020 (“Cura Italia”) e modificata da ultimo dal decreto 34/2020 (“Rilancio Italia”).

29 maggio 2020
Attività commerciali. Credito di imposta per canoni di locazione

Il decreto legge “Cura Italia”, n. 18 del 17 marzo 2020, al’articolo 65 introduce un credito d’imposta che viene riconosciuto agli esercenti attività d’impresa, con alcune specifiche esclusioni, che conducono in locazione immobili classificati in categoria catastale C/1, negozi e botteghe.

28 maggio 2020
Enasarco/Firr: tanto tuonò che non piovve

In una nota congiunta, i Consiglieri di Amministrazione di Fondazione Enasarco Luca Gaburro (Federagenti), Antonino Marcianò (Fiarc), Alfonsino Mei (Anasf), Davide Ricci (Federagenti), Gianni Guido Triolo (Confesercenti), rappresentanti delle sigle che sostengono la lista unitaria "Fare Presto!", candidata alla guida dell'Ente per il prossimo Quadriennio, rendono noto quanto di seguito

28 maggio 2020
SIAE. Nuovi differimenti e provvedimenti

Il Consiglio di gestione SIAE ha assunto dei provvedimenti riguardanti, tra l'altro, il settore delle utlizzazioni di pubblica esecuzione/rappresentazione e di musica d'ambiente.

27 maggio 2020
Cescot è con te per la ripartenza! Formazione gratuita riservata agli associati

Per affrontare la ripresa post emergenza Covid 19 abbiamo programmato 11 incontri sotto forma di moduli di 2 ore ciascuno, che possono essere scelti singolarmente o a pacchetti.

27 maggio 2020
Decreto Rilancio. Le misure previste per le imprese

Il Decreto Rilancio interviene in diversi ambiti, in modo trasversale, con l’intento di assicurare l’unitarietà, l’organicità, e la compiutezza delle misure volte alla tutela delle famiglie e dei lavoratori, alla salvaguardia e al sostegno delle imprese, degli artigiani e dei liberi professionisti, al consolidamento, snellimento e velocizzazione degli istituti di protezione e coesione sociale.

22 maggio 2020
Le garanzie per l'accesso al credito

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito; anche attraverso l'attività ed il lavoro di Italia Comfidi.

19 maggio 2020
Coronavirus, cessa l’obbligo di trasmettere i protocolli anti-contagio alla Regione

Il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha firmato l’ordinanza n. 62 che sostituisce e revoca la numero 48. Di fatto sono comunque poche le misure che cambiano tra quelle già messe in atto per ridurre il rischio di contagio da Covid-19. 

18 maggio 2020
Protocollo anti-contagio. Le nuove regole per la compilazione ed invio

La Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 595 del 11 Maggio 2020 interviene con significative modifiche su quanto precedentemente stabilito in materia di compilazione e invio del “protocollo anti contagio”.

13 maggio 2020
Assosanità. Ulteriori disposizioni in merito ai test sierologici rapidi connessi alla emergenza pandemia da COVID-19

La Regione Toscana con l’Ordinanza n. 54 del 6 maggio 2020 ha esteso la possibilità di fare il test sierologico gratuito ad altre categorie di persone, oltre a quelle già previste nelle due ordinanze precedenti, e prevede la possibilità che possano richiederlo anche i medici e i pediatri di famiglia.

8 maggio 2020
Finanziamenti COVID – 19. Sei soffocato dalla burocrazia? Fatti aiutare dagli esperti!!

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito. Negli ultimi anni abbiamo sviluppato una grande esperienza nella gestione delle procedure per accedere alle garanzie del Fondo Centrale di Garanzia PMI.

8 maggio 2020
Pensa alla tua formazione!

Cescot Firenze, agenzia formativa di Confesercenti, pensa alla tua formazione anche “a distanza”. I percorsi formativi usufruibili online riguardano corsi di aggiornamento obbligatori in materia di sicurezza D.lgs 81/2008 e igiene degli alimenti (HACCP) e sono i seguenti

7 maggio 2020
Covid-19: Focus sulla Somministrazione di alimenti e Bevande

Come Fiepet-Confesercenti Firenze abbiamo, quindi, ritenuto utile predisporre una guida operativa affinché le imprese siamo informate sulle prescrizioni previste per tale attività, pur consapevoli che questa misura, insieme alla consegna a domicilio, non rappresentino la soluzione alla situazione drammatica che stiamo vivendo.

7 maggio 2020
Impresa SIcura: al via i rimborsi per le imprese che hanno acquistato DPI

Il bando consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19. 

5 maggio 2020
Salviamo il Lavoro. Consegnato ai Sindaci il documento con le 10 proposte di Confesercenti

L’obbiettivo è quello di porre al centro dell’attenzione la drammatica situazione delle piccole imprese del commercio, servizi, turismo e somministrazione piegate da oltre 50 giorni di chiusura attività senza che, nel contempo, siano arrivati aiuti davvero concreti e tangibili al settore. 

1 maggio 2020
Vuoi effettuare una sanificazione professionale della tua attività? Contatta Confesercenti Firenze

L’ordinanza n.38 del 18 Aprile 2020 firmata dal Presidente della regione Toscana Enrico Rossi  ha introdotto nuove prescrizioni per le attività economiche già aperte, per quelle autorizzate alla riapertura e per quelle che nel frattempo, in deroga ai codici ATECO autorizzati, hanno riaperto con il via libera della prefettura.

24 aprile 2020
Modello 730/2020. Modello e istruzioni

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730. Utilizzare il modello 730 è vantaggioso

17 aprile 2020
Bonus pubblicità al 30% per il 2020 e senza riferimento agli investimenti incrementali

Secondo quanto previsto dall'articolo 98 del Dl 18/2020 (Decreto CuraItalia), è stato rafforzato il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari; con l'obiettivo di supportare indirettamente le numerose realtà editoriali che per l’emergenza Covid-19 rischiano di vedere pregiudicata la propria sostenibilità economica.

15 aprile 2020
Sisma Mugello, aperto il bando per microcredito alle imprese colpite

Con la pubblicazione avvenuta sul BURT, il Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, sono aperti i termini per presentare le domande di microcredito da parte delle imprese che hanno subito danni indiretti dal sisma del dicembre 2019 che ha colpito il Mugello. La dotazione è di circa 3,9 mln di euro. L’importo del finanziamento va da un minimo di 5.000 ad un massimo di 20.000 euro.

14 aprile 2020
Decreto Liquidità. Le misure per il credito

In attesa delle disposizioni operative che verranno diffuse da istituti bancari e confidi, vi illustriamo le principali misure sul tema del credito introdotte dal Decreto Liquidità. Non appena avremo tutte le informazioni necessarie comunicheremo gli strumenti e l'assistenza che il sistema Confesercenti potrà mettere a disposizione

 

10 aprile 2020
Esteso il credito d’imposta per le spese di sanificazione

La modifica apportata consiste nell’estensione delle tipologie di spese ammissibili all’agevolazione a favore dei costi di acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi di sicurezza, atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici e a garantire la distanza di sicurezza interpersonale.

10 aprile 2020
Decreto Liquidità. Sospensione dei termini di versamento

I versamenti in scadenza ad aprile e maggio 2020 sono rinviati al 30 giugno; ma a condizione che vi sia una riduzione del fatturato almeno del 33% (o del 50% per le grandi imprese) rispetto agli stessi mesi del periodo d’imposta precedente.

9 aprile 2020
COVID-19 SIAE. Provvedimenti in materia di incasso dei diritti d’autore per musica d’ambiente e pubblica esecuzione

La nostra associazione di categoria ha già posto il tema degli abbonamenti annuali di musica d’ambiente per gli utilizzatori che, a causa della drammatica situazione che sta attraversando il Paese, hanno interrotto l’attività, e la SIAE sta effettuando una valutazione complessiva degli interventi necessari, a quando sarà possibile avere un quadro più chiaro della situazione, sulla base dei provvedimenti che assumerà il Governo in materia di chiusura delle attività.

7 aprile 2020
Emergenza Coronavirus. Ultimi aggiornamenti e info su servizi gratuiti per i soci

Il DPCM dell'1.4.2020 ha prorogato alla data del 13 aprile prossimo tutte le misure adottate, a più riprese nel mese di marzo scorso, per il contenimento del contagio da COVID-19. Ciò significa che tutte le attuali regole inerenti sia le varie disposizioni sanitarie sia la chiusura di numerose tipologie di attività economiche, sono prorogate al 13.4.2020. 

3 aprile 2020
INPS. Modalità semplificata di compilazione e invio on line di alcune delle domande di prestazione per l’emergenza Coronavirus

Con messaggio Hermes 1381, Inps ha fornito le istruzioni per l’accesso diretto da parte degli utenti sul portale dell’Istituto per con modalità semplificata di compilazione e invio on line di alcune delle domande di prestazione per l’emergenza Coronavirus.

27 marzo 2020
COVID-19, la diaria Hygeia per gli associati Confesercenti

Per l’attivazione della garanzia è necessario il referto del tampone che attesti la positività al virus COVID-19, rilasciato dalle Autorità competenti su conferma del Ministero della Salute e/o dell’Istituto Superiore di Sanità. In caso di ricovero presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero, l’Assicurato avrà diritto a un’indennità di € 40,00 per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni all’anno (si specifica che la giornata di ingresso e dimissione costituiscono un’unica giornata ai fini della corresponsione della diaria).

25 marzo 2020
Attività commerciali. Il bonus per il canone di locazione

Gli esercenti delle attività d'impresa dovranno indicare nel modello F24 il codice tributo “6914”, istituito con la risoluzione n. 13/E del 20 marzo 2020; per usufruire del credito d’imposta previsto per l’anno d’imposta 2020, come aiuto economico per contenere le perdite derivanti dalla chiusura forzata di molti negozi a causa del Coronavirus.

24 marzo 2020
Decreto Cura Italia Le misure sul Lavoro

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18  recante “misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. 

19 marzo 2020
Prosegue il lavoro di #TuscanyTogether con i laboratori digitali per gli operatori turistici

La Toscana guarda al futuro e di fronte alle contingenze attuali dà il via ai “digital labs”.

17 marzo 2020
Nuove scadenze per 730 e Certificazione Unica

L’Agenzia delle Entrate comunica le nuove scadenze fiscali fissate dal decreto del Governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus (Dl n. 9/2020, pubblicato sulla G.U del 2 marzo). E’ previsto lo slittamento a settembre per la presentazione del 730 e la misura riguarda circa 20,5 milioni di contribuenti. Di questi 8,1 milioni sono pensionati e 12,4 milioni dipendenti. 

4 marzo 2020
Inps: 3.850 euro i contributi minimi per i commercianti per il 2020

Per il 2020 il reddito minimale considerato per commercianti e artigiani al fine della contribuzione previdenziale Invalidità vecchiaia e superstiti sale a 15.953 euro. Di conseguenza, poiché i commercianti hanno un’aliquota del 24,09% il contributo minimale per l’anno diventa di 3.850,52 euro

19 febbraio 2020
Fisco: bonus nido fino a 2.500 euro con Isee 25.000/40.000 euro

“Il bonus asili nido nel 2020 per i nuclei  familiari con un Isee minorenni compreso tra 25.001 e 40.000 euro può arrivare fino a 2.500 euro”. Lo rende noto L’Inps in una nota,  spiegando che “spetterà l’importo minimo di 1.500 euro nell’ipotesi di Isee minorenni oltre la soglia di 40.000 euro, ovvero in assenza dell’Isee“.

19 febbraio 2020
Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Con la Legge di Bilancio 2020 viene introdotto, in sostituzione del cd. superammortamento e iperammortamento, un nuovo credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nuovi. Il nuovo credito d’imposta è inquadrabile nel progetto di revisione complessiva delle misure fiscali di sostegno del “Piano industria 4.0”.

16 gennaio 2020
Tracciabilità delle detrazioni IRPEF

Per poter ottenere il diritto ad accedere alla detrazione Irpef del 19% sulle varie tipologie di spese previste nell’articolo 15 del Tuir, sarà dunque necessario provvedere al pagamento delle stesse attraverso sistemi tracciabili di pagamento.

10 gennaio 2020
Il Dl Fisco è Legge: la lotteria scontrini slitta al primo luglio 2020

Il decreto fiscale è legge. Il Governo ha incassato la fiducia al Senato con 166 voti favorevoli, 122 voti contrari. Il provvedimento, approvato senza modifiche dopo la prima lettura della Camera, diventa così legge.

19 dicembre 2019
Aderisci a Confesercenti! Per Te, un'importante ed esclusiva copertura sanitaria gratuita!

Mettiamo a disposizione di tutti i soci Confesercenti una vantaggiosa Copertura sanitaria integrativa esclusiva. Un nuovo servizio di grande valore ed un vantaggio reale nella vita di tutti i giorni in termini economici e di qualità del servizio

1 agosto 2019
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional