DDL SalvaMare. Ecco cosa prevede

Il Disegno di legge AS n. 1571 c.d. “Salva mare” è stato approvato dalla Camera dei deputati e trasmesso al Senato il 25 ottobre 2019

Spiaggia

Assegnato due settimane or sono per l’esame in sede referente alla Commissione permanente 13^ ‘Territorio, ambiente, beni ambientali’ e recante come è noto alcune nuove “Disposizioni per il recupero dei rifiuti in mare e nelle acque interne e per la promozione dell’economia circolare”.

 Il cuore di tali disposizioni risiede espressamente nell’obiettivo di contribuire sia al risanamento dell’ecosistema marino ed alla prevista promozione dell’economia circolare sostenibile, sia alla sensibilizzazione della collettività per la diffusione di modelli di condotta “virtuosi”, tesi non solo a prevenire il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti in mare, nei laghi, nei fiumi e nelle lagune, ma anche a favorire la corretta gestione dei rifiuti stessi.

 In questo senso, si evidenzia che ai sensi dell’art. 2 del Ddl AS 1571 in esame è previsto in primo luogo, ai fini di un’equa gestione ambientale rivolta alla nettezza dei fondali, il principio di equiparazione tra i rifiuti accidentalmente pescati in mare ed i rifiuti prodotti dalle navi.

 In base a tale disposizione, il comandante della nave da pesca che approdi in un porto conferirà a titolo gratuito all’impianto portuale di raccolta gli eventuali rifiuti accidentalmente pescati in mare (ivi inclusa ad es. la plastica), salvo restando che in caso di approdo in piccoli porti non commerciali con risibile traffico navale tale conferimento avrà luogo presso gli impianti portuali di raccolta “integrati” nel sistema comunale di gestione dei rifiuti.

 A tal fine, la sopra citata norma di cui all’art. 2 del DDL 1571:

– configura esplicitamente dette operazioni quali “deposito temporaneo”, a norma dell’art. 183 comma 1 lett. bb) del vigente D. lgs n. 152/2006 e ss. (Codice ambiente);

– prevede altresì l’integrazione dell’art. 184 comma 2 del medesimo D. lgs 152/2006 e ss. mediante l’inserimento della nuova lettera f-bis), in base alla quale i rifiuti accidentalmente pescati o volontariamente raccolti nei laghi, nei fiumi e nelle lagune, ancorché tramite campagne di pulizia, saranno qualificati espressamente come “rifiuti urbani” cui troverà applicazione la vigente normativa nazionale in materia;

– contempla inoltre la ripartizione sull’intera collettività dei costi di gestione dei rifiuti accidentalmente pescati, la cui copertura sarà garantita aggiungendo alla TA.RI. di cui all’art. 1 commi 639 e 668 Legge n. 147/2013 e ss. (Stabilità 2014) una componente ad hoc “Tassa sui rifiuti in mare”.

I criteri per la definizione di tale componente e per la sua distinzione rispetto alle altre voci indicate negli avvisi di pagamento, saranno disciplinati dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti ed Ambiente) nell’esercizio delle proprie funzioni;

– prevede infine l’introduzione a livello nazionale di misure premiali atte a promuovere gli imprenditori ittici ottemperanti ai richiamati oneri di conferimento, da adottare entro centoventi giorni dall’entrata in vigore della legge “Salva Mare” in esame, tramite un apposito Decreto a cura del MIPAAF di concerto con il Ministero dell’ambiente.

 Inoltre, ai sensi dell’art. 3 del DDL AS 1571 in esame, un ulteriore Decreto interministeriale da emanare entro centoottanta giorni dall’entrata in vigore della stessa legge stabilirà le modalità di raccolta dei rifiuti volontariamente reperiti nei fondali marini, fluviali o lacustri nell’ambito di specifiche Campagne di pulizia, organizzate previa istanza da presentare all’Autorità competente a cura dei potenziali Soggetti promotori delle Campagne medesime.

 A tal riguardo è appena il caso di rilevare, a titolo meramente esemplificativo, che l’art. 3 DDL 1571 annovera espressamente tra i possibili Soggetti promotori delle Campagne di pulizia volontaria di mari, fiumi e laghi anche le Associazioni dei pescatori, le Imprese e le Cooperative di pesca ed i rispettivi Consorzi.

 Per quanto attiene altresì alla promozione dell’Economia circolare, tramite il riciclo della plastica e di ulteriori materiali non eco-compatibili in armonia con i criteri di gestione ambientale di cui all’art. 179 vigente D. lgs 152/2006 e ss. (Codice ambiente), si ricorda che ai sensi dell’art. 4 DDL 1571 un ulteriore Decreto interministeriale, da adottare sempre entro centoottanta giorni dall’entrata in vigore della legge in esame, fisserà le procedure mediante cui i materiali accidentalmente pescati e quelli volontariamente raccolti cesseranno di essere qualificati come rifiuti ex art. 184-ter medesimo Codice D. Lgs 152/06 ss.

 Infine, si evidenzia la previsione di cui all’art. 8 DDL 1571 in tema di educazione ambientale nelle scuole, ove il MIUR promuoverà la realizzazione di attività “volte a rendere gli alunni consapevoli dell’importanza della conservazione dell’ambiente e in particolare del mare e delle acque interne, nonché delle corrette modalità di conferimento dei rifiuti, coordinando tali attività con le misure e le iniziative previste, con riferimento alle tematiche ambientali, nell’ambito della legge 92/2019”.

15 gennaio 2020
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Le trasformazioni dell'intermediazione Un incontro in vista delle Elezioni Enasarco

Dal 17 al 30 Aprile 2020, infatti, gli agenti e le case mandanti potranno votare i propri candidati per eleggere l’Assemblea della Fondazione che, a sua volta, sarà chiamata a votare il nuovo Consiglio Di Amministrazione.

16 gennaio 2020
Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Con la Legge di Bilancio 2020 viene introdotto, in sostituzione del cd. superammortamento e iperammortamento, un nuovo credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nuovi. Il nuovo credito d’imposta è inquadrabile nel progetto di revisione complessiva delle misure fiscali di sostegno del “Piano industria 4.0”.

16 gennaio 2020
Commercio, sofferenza senza fine?

Le vendite al dettaglio sono scese delle 0,2% a novembre, ma hanno registrato un incremento tendenziale dello 0,9%, “peraltro limitato al commercio elettronico e alla grande distribuzione, settori per i quali si amplia la divergenza rispetto alla distribuzione tradizionale che continua a mostrare flessioni“.

15 gennaio 2020
Dieci Buoni Propositi per il 2020

Sentiamo forte il compito e la responsabilità di sostenere le imprese in una stagione davvero straordinaria sotto tutti i punti di vista, economica, sociale, politica, istituzionale.

15 gennaio 2020
Microcredito per le imprese toscane colpite da calamità naturali

La giunta regionale toscana ha attivato prestiti in microcredito fino a 20 mila euro, a tasso zero, a beneficio delle aziende (non agricole) e dei liberi professionisti che hanno subito danni a seguito delle piogge, del maltempo e degli allagamenti che hanno funestato la Toscana tra il 3 e l'11 novembre e il 16 e 17 novembre 2019.

23 dicembre 2019
Assoviaggi Learning Tour: Alta formazione per Agenti e Consulenti di viaggio - Bologna, 18 Gennaio 2020

Assoviaggi organizza, a Bologna, il primo tour di Alta formazione per Agenti e Consulenti di viaggio. Sabato 18 Gennaio 2020 ore 9.00-13.00 – 14.00-18.00

19 dicembre 2019
Fisco: fine anno ricco di scadenze per i contribuenti

Fine anno pieno di scadenze fiscali, concentrati tra metà mese e fine mese. A ricordarle è FiscoOggi, il giornale on line dell’Agenzia delle Entrate. Queste, nel dettaglio, le scadenze.

12 dicembre 2019
Terremoto, a Barberino di Mugello danni ingenti per alcune attività commerciali

Confesercenti Firenze è naturalmente vicina alle imprese ed attività del Mugello in questo momento particolarmente difficile e delicato, (anche e soprattutto per chi vive del proprio lavoro quotidiano) e si mette a disposizione (anche attraverso la propria sede di Borgo San Lorenzo) per qualsiasi richiesta informazioni, sostegno, consulenza.

9 dicembre 2019
Sede Confesercenti Scandicci. Variazioni orari di apertura

Da lunedì 4° novembre cambieranno gli orari di apertura dell'Ufficio Territoriale Confesercenti di Scandicci.


4 novembre 2019
Informazione e variazione degli orari di apertura delle sedi Confesercenti di Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino

Si ricordano gli orari di apertura al pubblico delle sedi Confesercenti di Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino. 

24 ottobre 2019
Memorizzazione ed invio telematico dei corrispettivi

Dal 1° gennaio 2020 i commercianti al minuto e assimilati, indipendentemente dal  volume d’affari  realizzato, dovranno adottare i nuovi registratori telematici (per memorizzare e trasmettere telematicamente i corrispettivi giornalieri) in luogo del sistema di certificazione a mezzo scontrini o ricevute fiscali.

22 ottobre 2019
Fattura differita con data ultimo giorno del mese

La data della fattura differita può coincidere con quella di emissione dell'ultimo Ddt, ma è comunque possibile indicare convenzionalmente la data di fine mese, rappresentativa del momento di esigibilità dell’imposta.

26 settembre 2019
Proroga dei versamenti: il calendario per la rateizzazione

L’Agenzia delle Entrate ha reso noti i due modelli contenenti le scadenze delle rate e gli interessi dovuti da coloro che hanno optato per la proroga. I due schemi si riferiscono ai titolari e non titolari di partita Iva.

2 agosto 2019
Aderisci a Confesercenti! Per Te, un'importante ed esclusiva copertura sanitaria gratuita!

Mettiamo a disposizione di tutti i soci Confesercenti una vantaggiosa Copertura sanitaria integrativa esclusiva. Un nuovo servizio di grande valore ed un vantaggio reale nella vita di tutti i giorni in termini economici e di qualità del servizio

1 agosto 2019
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional