Decreto Ristori. Le valutazioni di ANVA Confesercenti Firenze

Stanziare immediatamente dei contributi a fondo perduto

Ambulanti

Le misure annunciate dal Presidente Conte e poi approvate, per venire incontro alle esigenze delle categorie economiche più colpite dall’ultimo DPCM, con il decreto chiamato appunto “Decreto Ristori”, prevedono una serie di misure economiche sia come contributo a fondo perduto che come credito di imposta, ma niente o quasi per il settore ambulante.

Purtroppo dobbiamo constatare – commenta Luca Taddeini, presidente ANVA Confesercenti Firenze – che ancora una volta il settore del commercio su area pubblica è stato ignorato.

Gli ambulanti dei raggruppamenti turistici del centro storico di Firenze e quelli che partecipano a quelle manifestazioni in occasione di particolari ricorrenze, eventi o festività, i cosiddetti “fieristi” – prosegue Taddeini - sono gli imprenditori su area pubblica più penalizzati di tutti. 

Infatti i primi, pur essendo aperti, sono direttamente legati al settore turistico, ed hanno iniziato a veder azzerato il proprio fatturato fin dall’inizio di febbraio, e la prospettiva di una vera e propria ripartenza è ancora incerta e legata alla ripresa dei flussi turistici (italiani ed internazionali) su Firenze.

I “fieristi” hanno visto annullate dai Comuni o per decreto tutte le iniziative ed eventi dove operano e sono praticamente chiusi da inizio anno. 

Dopo le recenti iniziative di sensibilizzazione e protesta, chiediamo ai livelli di governo sia regionale che nazionale, che hanno sempre dimostrato la disponibilità nel cercare soluzioni, di stanziare immediatamente dei contributi a fondo perduto  che consentano a queste imprese di mantenersi in piedi.

“Come ANVA Confesercenti – conclude Taddeini – abbiamo già manifestato al governo nazionale la necessità che intervenga per rimediare a questa mancanza nel “Decreto Ristori”, da parte nostra non ci fermeremo, continueremo a dar voce alle imprese del nostro territorio in maniera corretta e costruttiva.

29 ottobre 2020
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Certezze per gli ambulanti. Le richieste di Anva Confesercenti Toscana

Il nostro obiettivo è ottenere risultati. Per questo privilegiamo la ricerca del confronto, anche aspro, con le istituzioni con un unico scopo: la tutela e lo sviluppo della nostra categoria. Solo quando il dialogo si interrompe, allora è il momento della protesta.

23 novembre 2020
Anva Confesercenti Firenze. Comunicazione per gli associati

Il Governo ha  reso operativi due provvedimenti a sostegno del commercio su area pubblica: il c.d. “decreto ristori bis” e il contributo a fondo perduto a favore delle imprese dei centri storici delle città d’arte.

19 novembre 2020
Firenze, ambulanti soddisfatti per l'azzeramento della COSAP

“Siamo soddisfatti del provvedimento con cui l'Amministrazione Comunale di Firenze ha azzerato il canone Cosap da marzo a dicembre 2020 per gli operatori non alimentari del commercio su area pubblica”.

10 settembre 2020
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional