Disciplinare a favore delle PMI della città metropolitana di Firenze che svolgono attività di orafi, farmacie e commercio per la sostituzione degli strumenti di misura legale (bilance)

Si raccomanda alle imprese interessate di leggere attentamente il Disciplinare relativo all'iniziativa

Bilancia
Si raccomanda alle imprese interessate di leggere attentamente il Disciplinare relativo all'iniziativa.
 
A chi è destinato:
Possono beneficiare dell’intervento camerale le imprese che, al momento della presentazione della domanda di contributo, risultano:
  1. attive;
  2. avere sede legale e/o operativa iscritta al Registro delle Imprese di Firenze;
  3. in regola con il pagamento del diritto annuale;
  4. svolgere attività contraddistinte dai seguenti codici ATECO: 32.12 (Orafi), da 45 a 47.99 (Commercio di cui 47.73.1 Farmacie);
  5. essere in regola con gli adempimenti previdenziali ed assistenziali (DURC);
  6. in possesso dei requisiti di micro, piccola e media impresa come definiti dal Decreto del Ministero delle Attività produttive 18.04.2005 secondi i dati ricavabili dall’ultimo esercizio contabile approvato;
  7. non soggette alle procedure concorsuali di cui al R.D. 16.03.1942, n. 267 e successive modificazioni e non essere in fase di liquidazione;
  8. non avere in corso contratti di fornitura di servizi, anche a titolo gratuito, con la Camera di Commercio di Firenze, ai sensi dell’articolo 4, comma 6 del D.L. 06.07.2012, n. 95 (convertito nella L. 07.08.2012, n. 135).
 
Descrizione dell’intervento:
La Camera di Commercio di Firenze ha destinato la somma di € 50.000,00 per favorire la sostituzione  degli strumenti di misura legale (bilance) da parte delle imprese titolari metrici, ai sensi dell’art. 1 del decreto 21 aprile 2017, n. 93, che svolgano attività di orafi, farmacie e commercio della città metropolitana di Firenze.
 
Sono ammissibili le spese sostenute per la sostituzione degli strumenti legali (bilance) effettuate dal 1° Gennaio al 31 Dicembre 2019 (con consegna dei beni nello stesso periodo).
Non sono ammissibili le spese fatturate da fornitori riconducibili all’impresa beneficiaria.
Non sono ammissibili le spese sostenute per l’acquisto di strumenti aggiuntivi a quelli già in uso presso l’impresa.
 
Si ricorda che la normativa in materia (art. 8 comma 1 lettera a), Decreto 21.04.2017, n. 93) pone in capo ai titolari di strumenti aventi funzioni di misura legale l’obbligo di comunicare, entro 30 giorni, all’Ufficio Metrico della Camera di Commercio competente territorialmente, la data di inizio o fine utilizzo degli strumenti stessi.
Ai fini della concessione del contributo l’impresa richiedente dovrà aver adempiuto a quanto sopra indicato. La verifica di tale requisito sarà effettuata d’ufficio dalle competenti unità operative camerali.
 
Ammontare del contributo:
Il contributo ammonterà al 70% delle spese sostenute per la sostituzione degli strumenti legali (bilance), al netto di Iva, con un minimo di spese ammissibili di € 300,00 (Iva esclusa) per ciascuna impresa partecipante ed un massimale pari ad € 1.000,00 per ogni impresa richiedente.
Alle imprese che alla data di presentazione della domanda e comunque a partire dal 2 gennaio 2019 risulteranno iscritte al Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro tenuto e gestito dalle Camere di Commercio verrà riconosciuto un beneficio aggiuntivo una tantum pari ad € 100,00.
L’iscrizione al registro è gratuita e può essere effettuata attraverso l’accesso al portale scuolalavoro.registroimprese.it secondo le indicazioni di cui alla scheda allegata al Disciplinare.
 
Documentazione necessaria:
1)         domanda di contributo sottoscritta dal titolare o legale rappresentante con firma digitale o con firma autografa corredata dalla copia del documento di identità dello stesso;
2)         copia delle fatture relative alle spese sostenute;
3)         copia delle quietanze di pagamento ad esse relative rientranti nel seguente elenco:
  • Pagamenti con assegno bancario non trasferibile: si accettano dietro presentazione di fotocopia dell’assegno, nel quale siano riportati gli estremi della fattura pagata, unitamente all’estratto conto del traente;
  • Pagamenti tramite bonifico bancario: ammessi con la presentazione di ricevuta della banca per il bonifico effettuato oppure richiesta di bonifico e numero di cro corrispondente (non è sufficiente l’ordine di bonifico);
  • Pagamenti tramite POS: occorre ricevuta bancomat o ricevuta carta di credito unitamente all’estratto conto da cui si desuma il relativo addebito;
  • Pagamenti tramite home banking: occorre la registrazione del pagamento rilasciato on line dal sistema elettronico con evidenza del beneficiario finale a cui si riferisce;
  • Pagamenti tramite RI.BA: occorre l’avviso o l’elenco degli effetti in scadenza accompagnata dall’estratto conto da cui si evinca il relativo addebito oppure ricevuta di pagamento dell’effetto;
  • Pagamenti certificati da soggetti quali poste/banca/comune ed altri enti pubblici: si richiede la ricevuta rilasciata dall’Ente o dall’Istituto di credito.
4)         dichiarazione di conformità UE rilasciata dal fabbricante dello strumento legale
I documenti di cui ai punti 1), 2), 3) e 4) dovranno essere presentati come un unico file preferibilmente con formato pdf.
 
Termini e modalità di presentazione della richiesta:
La domanda, completa della documentazione richiesta, potrà essere inviata dal 28 marzo 2019 al 31 dicembre 2019 - salvo esaurimento dei fondi stanziati - all’indirizzo di posta elettronica certificata cciaa.firenze@fi.legalmail.camcom.it
Ogni impresa potrà presentare una sola domanda di contributo.
 
In allegato: Disciplinare sostituzione bilance
4 marzo 2019
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Agevolazioni per la riapertura e l’ampliamento di attività nei piccoli comuni

L’articolo 30 ter del Decreto Crescita prevede agevolazioni per la riapertura e l’ampliamento di attività commerciali, artigianali e di servizi nei piccoli comuni. L’incentivo prevede l’erogazione di un contributo calcolato in base ai tributi comunali dovuti.

12 luglio 2019
Disciplinare a favore delle PMI della città metropolitana di Firenze per la partecipazione a Mostre e Fiere di settore

La Camera di Commercio di Firenze ha destinato la somma di € 250.000,00 per favorire l’apertura di nuovi mercati nazionali e internazionali attraverso la partecipazione a Mostre e Fiere di settore da parte delle imprese della città metropolitana di Firenze

4 marzo 2019
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional