Fatture di acquisto. Ridotti i tempi per detrarre l’IVA

Modificati i termini per esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA sulle fatture di acquisto

IVA

Con il D.L. “Fiscale” 2017 sono stati modificati i termini per esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA  sulle fatture di acquisto. Con la modifica sono stati ridotti i tempi, ed è necessario porre particolare attenzione nel momento in cui si ricevono le fatture relative all’anno precedente.

La norma modificata stabilisce che la fattura di acquisto debba essere annotata “in apposito registro anteriormente alla liquidazione periodica nella quale è esercitato il diritto alla detrazione della relativa imposta e comunque  entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa all'anno di ricezione della fattura e con riferimento al medesimo anno ”.

Con la circolare n.1 del 2018, l’Agenzia delle entrate, ha ritenuto e chiarito che il momento da cui decorre il termine per l’esercizio della detrazione debba essere individuato quando per il cessionario/committente si verifica la duplice condizione

  1. verificarsi della cessione/prestazione (consegna merce, ultimazione servizio)
  2. possesso di una valida fattura redatta conformemente alle disposizioni di legge 

É da quel momento che il soggetto passivo cessionario/committente può operare, previa registrazione della fattura secondo regole, la detrazione dell’imposta assolta con riferimento agli acquisti di beni e servizi, ovvero alle importazioni di beni. 

Trattandosi di una duplice la condizione diventa di fondamentale importanza l’anno (il momento) di ricevimento del documento.

In base a quanto stabilito dalla normativa, il diritto alla detrazione potrà essere esercitato nell’anno in cui il contribuente  riceve la fattura, annotandola in contabilità e facendo confluire l’Iva nella liquidazione del mese/trimestre di competenza.

Proviamo a chiarire al meglio, facendo un esempio pratico:  

Oggi, 19 gennaio 2018, un contribuente riceve una fattura relativa ad una consegna merci effettuata nel mese di dicembre 2017

Cosa dovrà fare? 

Innanzitutto è necessario precisare che il contribuente potrà annotare la fattura in contabilità entro il termine del 30 aprile 2019, ovvero entro il termine di presentazione della dichiarazione Iva relativa all’anno 2018.

Tuttavia abbiamo due possibilità:

  1. se il contribuente decidesse di  registrare la fattura oggi stesso 19.01.2018 (o in tutto il 2018), l’Iva confluirà nella liquidazione Iva di gennaio 2018 o del I trimestre 2018 ( o del mese o trimestre di competenza 2018).

      2. se, invece, il contribuente decidesse di registrare la fattura nei primi quattro mesi del 2019 (ad esempio, nel febbraio 2019) dovrà effettuare la registrazione in un’apposita sezione del registro Iva degli acquisti relativo a tutte le fatture ricevute nel 2018 perché detta fattura anche se registrata nel 2019 deve concorrere alla determinazione del saldo Iva 2018 (anno di ricevimento della fattura).

E se invece il contribuente avesse ricevuto la fattura in oggetto già nel mese di dicembre 2017, ma avesse dimenticato di registrarla ? 

In questo caso dovrà registrare la fattura, al più tardi, entro il 30 aprile 2018 (termine di presentazione della dichiarazione Iva relativa all’anno 2017) in un’apposita sezione del registro Iva  degli acquisti relativo a tutte le fatture ricevute nel 2017, l’Iva di questa fattura concorrerà a formare il saldo della 2017 ( anno di ricevimento).

 

L’Agenzia delle Entrate ha, inoltre, specificato che la data di ricezione può essere attestata dal messaggio di posta elettronica certificata o da altri sistemi che dimostrino la ricezione del documento. 

Se manca la richiamata documentazione, la ricezione stessa deve emergere da una corretta tenuta della contabilità.

Ricordiamo che, nel caso di mancato ricevimento di una fattura di acquisto dopo quattro mesi dalla data di effettuazione dell’operazione, scatta l’obbligo per il  cessionario/committente di procedere alla  regolarizzazione tramite emissione di autofattura.

L’inadempimento di tale obbligo è sanzionabile. 

Si raccomanda, quindi, di porre attenzione al ricevimento di tutte le fatture relative a beni consegnati nel 2017.

Nel caso in cui tali fatture non pervenissero entro il 30 aprile 2018, sarà necessario rivolgersi agli Uffici Confesercenti per procedere alla regolarizzazione entro i termini previsti.

 

8 febbraio 2018
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Alla tranquillità della Tua Impresa ci pensa Confesercenti

Alla tranquillità della Tua Impresa ci pensa Confesercenti! Non è solo uno slogan, ma un nuovo servizio di consulenza gratuita offerto dall’Associazione delle piccole e medie imprese del commercio, turismo e servizi agli associati.

18 aprile 2018
La nuova privacy. General Data Protection Regulation

Il prossimo 25 Maggio entrerà in vigore il General Data Protection Regulation, il regolamento comunitario in materia di privacy 

18 aprile 2018
Fattura elettronica e digitalizzazione, ecco l’impresa “easy”

Va avanti a tappe forzate l’impegno della nostra associazione sul fronte innovazione digitale e tecnologica PMI.

18 aprile 2018
Accordo tra Confesercenti Firenze ed IFOA. Opportunità ed incentivi per le aziende che assumono

E’ stato stipulato un accordo tra Confesercenti Firenze ed IFOA (Centro di Formazione e Servizi delle Camere di Commercio), con l’obiettivo di sostenere l’attività delle imprese e promuovere l’occupazione.

17 aprile 2018
Vendita prodotti di inalazione senza combustione (sigarette elettroniche). Ultimi aggiornamenti

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha pubblicato sul proprio sito in data 23 Marzo 2018 il Decreto Direttoriale .47885/RU con il quale è stato previsto da parte di coloro che vendono al pubblico prodotti di inalazione senza combustione – c.d. sigarette elettroniche 

17 aprile 2018
Regolamento (UE) 2017/2158 - misure di attenuazione e livelli di riferimento per la riduzione della presenza di acrilammide negli alimenti

L’acrilammide è una sostanza chimica che si forma naturalmente nei prodotti alimentari amidacei durante la normale cottura ad alte temperature (frittura, cottura al forno e alla griglia e anche lavorazioni industriali a più di 120° con scarsa umidità).

17 aprile 2018
Un anno da Presidente

Sembra ieri ma è già passato un anno da quando sono stato chiamato a succedere a Nico Gronchi alla guida di Confesercenti Città Metropolitana di Firenze.

4 aprile 2018
Fisco: da spesometro a canone Rai, le scadenze di aprile

Aprile è un mese ricco di scadenze fiscali, a partire dalla trasmissione dello spesometro e dall’avvio della stagione della dichiarazione dei redditi.

4 aprile 2018
Intervento della Camera di Commercio di Firenze in tema di alternanza scuola-lavoro a favore delle imprese/soggetti REA della provincia di Firenze

Il contributo sarà riconosciuto per ciascun studente che avrà effettuato, nell’ambito di uno o più  percorsi di alternanza scuola lavoro, una permanenza in azienda nel periodo 1.1.2018-31.12.2018, anche in periodi non contigui, riferibile a patto/patti formativi regolarmente sottoscritti.

16 marzo 2018
Bando per l'accesso al cofinanziamento della Camera di Commercio di Firenze di iniziative per la destagionalizzazione e la delocalizzazione dei flussi turistici

Possono beneficiare del cofinanziamento della Camera le iniziative volte alla destagionalizzazione e delocalizzazione dei flussi turistici per sviluppare un turismo sostenibile nel territorio provinciale.

15 marzo 2018
Casa ereditata, l’imposta è fissa

L’agenzia delle Entrate ha confermato con la risoluzione 126/E del 17 Ottobre scorso che il coniuge unico erede usufruisce dei benefici sull’immobile in quanto la comunione legale si scioglie al momento della morte del de cuis.

9 marzo 2018
Monetine addio (con qualche problema…)

In base ad un articolo contenuto nella manovra bis del Governo da inizio anno è stato sospeso il conio delle monetine da 1 e 2 centesimi ma quest’ultime rimangono in corso legale

7 marzo 2018
Bonus giardini e lavaggi auto. Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Quanto al bonus verde, l’Agenzia ricorda che deve essere considerato anche quanto detto nella relazione alla legge di Bilancio, che parla di interventi straordinari di sistemazione a verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere 

26 gennaio 2018
Per imprese e professionisti superammortamento del 130% nel 2018 anche per l’acquisto di autocarri

Nel 2018 possono beneficiare del superammortamento anche gli autocarri, in quanto l’articolo 1, comma 29, della legge 205/2017 esclude solo i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all’articolo 164, comma 1, del Tuir e quest’ultimo articolo non comprende gli autocarri.

 

26 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità del 'pacchetto casa'

Bonus energetico cedibile anche in caso di lavori sul singolo appartamento. Debutto assoluto della detrazione del 36% per le spese finalizzate a interventi di “sistemazione a verde”

25 gennaio 2018
Confesercenti Firenze: da sempre a sostegno della piccola e media impresa

Confesercenti Metropolitana di Firenze rappresenta e tutela le attività imprenditoriali del territorio, affiancandole con servizi qualificati, in grado di rispondere alle esigenze dell’impresa moderna offrendo nuove opportunità di sviluppo.

24 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità per tutti i contribuenti

Nella legge di bilancio sono tante le disposizioni tributarie di interesse diffuso, che possono riguardare tutte le tipologie di contribuenti. 

23 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità per le Partite Iva

La legge di bilancio 2018 contiene numerose disposizioni tributarie riservate alle imprese. Da sottolineare, l’istituzione di diversi nuovi crediti d’imposta.

22 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità in tema di lavoro

Il provvedimento, pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 62 della Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017, tra le varie misure, prevede incentivi per l'assunzione dei giovani, potenziamento dello strumento di ricollocazione per favorire il reinserimento nel mondo del lavoro, obbligo di tracciabilità per il pagamento degli stipendi da parte dei datori di lavoro, 

19 gennaio 2018
Da sempre al fianco della piccola e media impresa. Aderire a Confesercenti conviene

Confesercenti è l’associazione che risulta utile a migliaia di imprese che vogliono rimanere sul mercato, che hanno la volontà di crescere e svilupparsi e, per fare questo, hanno bisogno di informazioni, consulenze specialistiche e un’assistenza continua. 

10 gennaio 2018
Imprese: Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili

Eurosportello Confesercenti in collaborazione con la Regione Toscana organizza un evento di promozione del Bando FESR - Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili.

9 gennaio 2018
Dagli studi di settore agli ISA. Ecco come cambia il rapporto tra fisco ed imprese

Gli indici sintetici di affidabilità fiscale sono stati introdotti dal decreto legge 50/2017 con l’obiettivo da parte dell’Agenzia delle Entrate di  favorire l’assolvimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti, contribuire all’emersione delle basi imponibili e rafforzare le forme della collaborazione con l’Amministrazione Finanziaria anche con utilizzo di comunicazione preventiva.

22 novembre 2017
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional