Fatture di acquisto. Ridotti i tempi per detrarre l’IVA

Modificati i termini per esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA sulle fatture di acquisto

IVA

Con il D.L. “Fiscale” 2017 sono stati modificati i termini per esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA  sulle fatture di acquisto. Con la modifica sono stati ridotti i tempi, ed è necessario porre particolare attenzione nel momento in cui si ricevono le fatture relative all’anno precedente.

La norma modificata stabilisce che la fattura di acquisto debba essere annotata “in apposito registro anteriormente alla liquidazione periodica nella quale è esercitato il diritto alla detrazione della relativa imposta e comunque  entro il termine di presentazione della dichiarazione annuale relativa all'anno di ricezione della fattura e con riferimento al medesimo anno ”.

Con la circolare n.1 del 2018, l’Agenzia delle entrate, ha ritenuto e chiarito che il momento da cui decorre il termine per l’esercizio della detrazione debba essere individuato quando per il cessionario/committente si verifica la duplice condizione

  1. verificarsi della cessione/prestazione (consegna merce, ultimazione servizio)
  2. possesso di una valida fattura redatta conformemente alle disposizioni di legge 

É da quel momento che il soggetto passivo cessionario/committente può operare, previa registrazione della fattura secondo regole, la detrazione dell’imposta assolta con riferimento agli acquisti di beni e servizi, ovvero alle importazioni di beni. 

Trattandosi di una duplice la condizione diventa di fondamentale importanza l’anno (il momento) di ricevimento del documento.

In base a quanto stabilito dalla normativa, il diritto alla detrazione potrà essere esercitato nell’anno in cui il contribuente  riceve la fattura, annotandola in contabilità e facendo confluire l’Iva nella liquidazione del mese/trimestre di competenza.

Proviamo a chiarire al meglio, facendo un esempio pratico:  

Oggi, 19 gennaio 2018, un contribuente riceve una fattura relativa ad una consegna merci effettuata nel mese di dicembre 2017

Cosa dovrà fare? 

Innanzitutto è necessario precisare che il contribuente potrà annotare la fattura in contabilità entro il termine del 30 aprile 2019, ovvero entro il termine di presentazione della dichiarazione Iva relativa all’anno 2018.

Tuttavia abbiamo due possibilità:

  1. se il contribuente decidesse di  registrare la fattura oggi stesso 19.01.2018 (o in tutto il 2018), l’Iva confluirà nella liquidazione Iva di gennaio 2018 o del I trimestre 2018 ( o del mese o trimestre di competenza 2018).

      2. se, invece, il contribuente decidesse di registrare la fattura nei primi quattro mesi del 2019 (ad esempio, nel febbraio 2019) dovrà effettuare la registrazione in un’apposita sezione del registro Iva degli acquisti relativo a tutte le fatture ricevute nel 2018 perché detta fattura anche se registrata nel 2019 deve concorrere alla determinazione del saldo Iva 2018 (anno di ricevimento della fattura).

E se invece il contribuente avesse ricevuto la fattura in oggetto già nel mese di dicembre 2017, ma avesse dimenticato di registrarla ? 

In questo caso dovrà registrare la fattura, al più tardi, entro il 30 aprile 2018 (termine di presentazione della dichiarazione Iva relativa all’anno 2017) in un’apposita sezione del registro Iva  degli acquisti relativo a tutte le fatture ricevute nel 2017, l’Iva di questa fattura concorrerà a formare il saldo della 2017 ( anno di ricevimento).

 

L’Agenzia delle Entrate ha, inoltre, specificato che la data di ricezione può essere attestata dal messaggio di posta elettronica certificata o da altri sistemi che dimostrino la ricezione del documento. 

Se manca la richiamata documentazione, la ricezione stessa deve emergere da una corretta tenuta della contabilità.

Ricordiamo che, nel caso di mancato ricevimento di una fattura di acquisto dopo quattro mesi dalla data di effettuazione dell’operazione, scatta l’obbligo per il  cessionario/committente di procedere alla  regolarizzazione tramite emissione di autofattura.

L’inadempimento di tale obbligo è sanzionabile. 

Si raccomanda, quindi, di porre attenzione al ricevimento di tutte le fatture relative a beni consegnati nel 2017.

Nel caso in cui tali fatture non pervenissero entro il 30 aprile 2018, sarà necessario rivolgersi agli Uffici Confesercenti per procedere alla regolarizzazione entro i termini previsti.

 

8 febbraio 2018
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Bonus giardini e lavaggi auto. Ecco i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Quanto al bonus verde, l’Agenzia ricorda che deve essere considerato anche quanto detto nella relazione alla legge di Bilancio, che parla di interventi straordinari di sistemazione a verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari private di qualsiasi genere 

26 gennaio 2018
Per imprese e professionisti superammortamento del 130% nel 2018 anche per l’acquisto di autocarri

Nel 2018 possono beneficiare del superammortamento anche gli autocarri, in quanto l’articolo 1, comma 29, della legge 205/2017 esclude solo i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all’articolo 164, comma 1, del Tuir e quest’ultimo articolo non comprende gli autocarri.

 

26 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità del 'pacchetto casa'

Bonus energetico cedibile anche in caso di lavori sul singolo appartamento. Debutto assoluto della detrazione del 36% per le spese finalizzate a interventi di “sistemazione a verde”

25 gennaio 2018
Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica 2018 LILT

Una iniziativa che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), Ente pubblico che opera sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, realizzerà in occasione della campagna nazionale che sarà promossa nel mese di marzo in tutto il Paese

24 gennaio 2018
Ue, stop a costi extra sui pagamenti con carte di credito

Le nuove norme rafforzano anche i diritti dei consumatori: in caso di furto o frodi con carte o bancomat, il cliente fino ad oggi era tenuto a pagare 150 euro per operazioni che non riconosceva, effettuate prima della sua denuncia. Ora la sua responsabilità scende a 50 euro 

24 gennaio 2018
Confesercenti Firenze: da sempre a sostegno della piccola e media impresa

Confesercenti Metropolitana di Firenze rappresenta e tutela le attività imprenditoriali del territorio, affiancandole con servizi qualificati, in grado di rispondere alle esigenze dell’impresa moderna offrendo nuove opportunità di sviluppo.

24 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità per tutti i contribuenti

Nella legge di bilancio sono tante le disposizioni tributarie di interesse diffuso, che possono riguardare tutte le tipologie di contribuenti. 

23 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità per le Partite Iva

La legge di bilancio 2018 contiene numerose disposizioni tributarie riservate alle imprese. Da sottolineare, l’istituzione di diversi nuovi crediti d’imposta.

22 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità in tema di lavoro

Il provvedimento, pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 62 della Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017, tra le varie misure, prevede incentivi per l'assunzione dei giovani, potenziamento dello strumento di ricollocazione per favorire il reinserimento nel mondo del lavoro, obbligo di tracciabilità per il pagamento degli stipendi da parte dei datori di lavoro, 

19 gennaio 2018
'La migliore tazzina di Firenze'. Una iniziativa nata dalla collaborazione tra Confesercenti e La Nazione

A partire da lunedì 29 gennaio 2018 il quotidiano LA NAZIONE, in collaborazione con Fiepet/Confesercenti proporranno l’iniziativa “LA MIGLIORE TAZZINA DI FIRENZE”, alla quale spero tu vorrai aderire.

18 gennaio 2018
Etichettatura calzature e prodotti tessili

Un’importante novità, volta a riordinare l’apparato sanzionatorio per la violazione delle normative di derivazione europea in materia di etichettature dei prodotti tessili e delle calzature, novità che è entrata  in vigore lo scorso  4 gennaio 2018.

11 gennaio 2018
Da sempre al fianco della piccola e media impresa. Aderire a Confesercenti conviene

Confesercenti è l’associazione che risulta utile a migliaia di imprese che vogliono rimanere sul mercato, che hanno la volontà di crescere e svilupparsi e, per fare questo, hanno bisogno di informazioni, consulenze specialistiche e un’assistenza continua. 

10 gennaio 2018
Imprese: Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili

Eurosportello Confesercenti in collaborazione con la Regione Toscana organizza un evento di promozione del Bando FESR - Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili.

9 gennaio 2018
Messa a terra. L’importanza delle verifiche periodiche

L’impianto di messa a terra è la parte dell’impianto elettrico che interviene in caso di guasto ed evita la folgorazione la folgorazione delle persone; per questo motivo è di vitale importanza mantenere efficienti i dispositivi che compongono l’impianto di terra.

8 gennaio 2018
SISTRI, rinvio al 2019

SISTRI, rinvio al 2019. Sopravvive il regime cartaceo e lo stop alle sanzioni , con un emendamento alla legge di Bilancio 2018 il “doppio binario” per il sistema di tracciabilità dei rifiuti è stato prorogato al 31 dicembre 2018.

8 gennaio 2018
Canone Rai speciale. Importi e modalità per dare disdetta

Canone Rai speciale 2018 per aziende, imprese hotel alberghi negozi esercizi pubblici commerciali importi e come dare la disdetta dell'abbonamento tv

4 gennaio 2018
Sacchetti a pagamento, il “Day After”

Importante: necessario abilitare registratore di cassa (costo medio 20 Euro)

Necessario un incontro al MISE per valutare attuazione provvedimento

4 gennaio 2018
Voucher digitalizzazione. Nel 2018 opportunità per le micro/piccole/medie imprese

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 4 novembre scorso l’Avviso del Ministero dello sviluppo economico, concernente la recente adozione e la disponibilità sul portale www.mise.gov.it dell’atteso Decreto Direttoriale 24 ottobre 2017, recante le modalità e i termini per la presentazione delle domande di accesso al previsto contributo in favore di Imprese di Micro, Piccole e Medie dimensioni per la digitalizzazione dei processi aziendali e l'ammodernamento tecnologico.

20 dicembre 2017
Intervento a favore delle imprese della provincia di firenze per l’installazione di impianti di videosorveglianza e/o impianti di allarme antirapina e di sistemi di videoallarme antirapina collegati con le forze dell’ordine

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 01.01.2017 e fino al 31.12.2017, per l’installazione e/o l’adeguamento di impianti di videosorveglianza e/o impianti di allarme antirapina 

20 dicembre 2017
Dagli studi di settore agli ISA. Ecco come cambia il rapporto tra fisco ed imprese

Gli indici sintetici di affidabilità fiscale sono stati introdotti dal decreto legge 50/2017 con l’obiettivo da parte dell’Agenzia delle Entrate di  favorire l’assolvimento degli obblighi tributari da parte dei contribuenti, contribuire all’emersione delle basi imponibili e rafforzare le forme della collaborazione con l’Amministrazione Finanziaria anche con utilizzo di comunicazione preventiva.

22 novembre 2017
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional