Fiepet Confesercenti Firenze sul Decreto Natale: molti sacrifici e pochi aiuti

Non possiamo permetterci ulteriori stop and go

Pubblici esercizi

Il decreto Natale, oltre a regolare gli spostamenti, prevedeva anche uno stanziamento di 645 milioni di euro per le attività della ristorazione. Un contributo pari a quello previsto dal decreto rilancio da rendere velocemente disponibile attraverso bonifici diretti.

“Ad oggi ancora niente – dichiara Franco Brogi, presidente Fiepet-Confesercenti Firenze– i fondi previsti per le nostre attività sono ancora fermi al palo, nel frattempo abbiamo registrato il peggior Natale di sempre. L’asporto e la consegna a domicilio, nella maggioranza dei casi, hanno prodotto risultati irrisori”.

Nelle prossime ore dovrebbe essere anche più chiaro il quadro normativo che regolerà il prossimo futuro. Viene confermata la suddivisione dell’Italia in zone di rischio, e la riapertura delle scuole avverrà l’11 gennaio.

“Non possiamo permetterci ulteriori stop and go – continua Brogi – le nostre attività hanno bisogno di programmazione per l’impiego del personale e la gestione degli approvvigionamenti. Sapere il giorno precedente, spesso in tarda serata, cosa succederà alle nostre aziende quello successivo è insostenibile. Non ci stancheremo di ribadire che i nostri locali non possono stare chiusi ad oltranza, anche perché l’andamento dei contagi dimostra che non dipende da noi.”

“Chi rispetta le regole deve poter lavorare – conclude Brogi - servono responsabilità da parte degli operatori e controlli rigidi da parte delle forze dell’ordine. Solo così potremo provare a salvarci”

5 gennaio 2021
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Appello dei pubblici esercizi al Ministro Patuanelli: “Una strategia per ripartire”

Restituire la dignità al settore dei Pubblici esercizi, attraverso un piano ben definito che conduca a una riapertura in sicurezza dei locali. Una riapertura anche graduale, purché stabile e in grado di garantire l’effettiva possibilità di lavoro a 300mila imprese, che negli ultimi 12 mesi hanno registrato circa 38 miliardi di euro di perdita di fatturato.

19 gennaio 2021
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional