Toscana in zona gialla. Ecco le misure previste dal Decreto Riaperture

Confesercenti Firenze “Provvedimento parziale e contraddittorio, ma soprattutto ancora penalizzante per determinate categorie”

Palazzo Chigi

La Regione Toscana, per atto del ministro della Salute Roberto Speranza, ritorna in zona gialla da lunedì 26 aprile senza aree rosse o arancioni provinciali.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti "Decreto Riaperture" per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19. Il decreto prevede che tutte le attività oggetto di precedenti restrizioni debbano svolgersi in conformità ai protocolli e alle linee guida adottati o da adottare da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome sulla base dei criteri definiti dal Comitato tecnico-scientifico.

Come Confesercenti Firenze esprimiamo rammarico e preoccupazione per alcune misure contenenti nel nuovo “Decreto Riaperture”; le nostre imprese sono chiamate, ormai, da troppo tempo a restrizioni e limitazioni; e adesso è davvero arrivato il momento di un concreto e reale cambio di passo.

Tutti noi crediamo che sia fondamentale tutelare e salvaguardare l’aspetto sanitario, rispettando le regole e misure previste; ma questa situazione è diventata davvero insostenibile.

Per il settore dei pubblici esercizi si tratta di un provvedimento parziale e contraddittorio;  che genera non solo distorsioni concorrenziali e anche nuove incertezze.

Occorre mettere in campo una nuova politica fatta di nuovi strumenti normativi, che non possono limitarsi a divieti e limitazioni all’attività di impresa. Vogliamo poter lavorare applicando le regole e i protocolli di sicurezza approvati; chiediamo rispetto e dignità per il nostro lavoro.

Sono necessari, inoltre, aiuti veri, concreti. Ad oggi le misure e risorse economiche messe in campo non sono state adeguate alla crisi che ha colpito il nostro settore.

Sono fondamentali scelte forti e precise e la nostra Associazione è pronta a fare la propria parte, senza tirarsi indietro, con proposte serie perché il nostro contributo non è finalizzato solo a segnalare ma a individuare le soluzioni.

E’ questa la vera sfida, questo è l’obiettivo che dobbiamo raggiungere se vogliamo evitare il ‘rischio calcolato’ di veder chiudere migliaia di imprese del settore prima del termine dell’emergenza.

Il Decreto 22 aprile 2021 è stato pubblicato in Gazzetta Uffciale, clicca qui per visualizzare il testo: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2021/04/22/21G00064/sg

Questi i tratti principali del decreto:

Proroga dello stato d'emergenza

Il decreto prevede la proroga fino al 31 luglio dello stato d’emergenza connesso all’emergenza sanitaria in atto, già deliberato il 31 gennaio 2020. La proroga è stata decisa su proposta della Protezione civile e su indicazione del Cts che ritiene esistano le condizioni per il mantenimento delle misure contenitive e precauzionali adottate con la normativa emergenziale.

Certificazioni verdi

Il decreto prevede l’introduzione, sul territorio nazionale, delle cosiddette “certificazioni verdi Covid-19”, comprovanti lo stato di avvenuta vaccinazione contro il SARS-CoV-2 o la guarigione dall’infezione o l’effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo. Le certificazioni di vaccinazione e quelle di avvenuta guarigione avranno una validità di sei mesi, quella relativa al test risultato negativo sarà valida per 48 ore. Le certificazioni rilasciate negli Stati membri dell’Unione europea sono riconosciute come equivalenti, così come quelle rilasciate in uno Stato terzo a seguito di una vaccinazione riconosciuta nell’Unione europea.

Zone gialle

Le zone gialle tornano ad essere sottoposte alle misure per esse previste e a quelle introdotte dal presente decreto.

Spostamenti

Dal 26 aprile 2021 sono consentiti gli spostamenti tra le Regioni diverse nelle zone bianca e gialla. Inoltre, alle persone munite della “certificazione verde”, sono consentiti gli spostamenti anche tra le Regioni e le Province autonome in zona arancione o zona rossa. Dal 26 aprile al 15 giugno 2021, nella zona gialla, è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata una volta al giorno, dalle 5 alle 22, a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. Le persone che si spostano potranno portare con sé i minorenni sui quali esercitino la responsabilità genitoriale e le persone con disabilità o non autosufficienti conviventi. Lo stesso spostamento, con uguali limiti orari e nel numero di persone, è consentito in zona arancione all’interno dello stesso comune. Non sono invece consentiti spostamenti verso altre abitazioni private abitate nella zona rossa.

Coprifuocorimane valida l’applicazione della norma di cui all’art. 9 del DPCM 2 marzo 2021, la quale prevede che, in zona gialla, con estensione alle zone arancioni e rosse, dalle ore 22:00 alle ore 5:00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

Scuola e università

Dal 26 aprile e fino alla conclusione dell’anno scolastico 2020-2021, è assicurato in presenza sull’intero territorio nazionale lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia, della scuola dell’infanzia, della scuola primaria (elementari), della scuola secondaria di primo grado (medie), e, per almeno il 50 per cento degli studenti, della scuola secondaria di secondo grado (licei, istituti tecnici etc.).

Nella zona rossa, l’attività didattica in presenza è garantita fino a un massimo del 75 per cento degli studenti ed è sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Nelle zone gialla e arancione, l’attività in presenza è garantita ad almeno il 70 per cento degli studenti, fino al 100 per cento.

Dal 26 aprile al 31 luglio nelle zone gialle e arancioni le attività delle Università si svolgono prioritariamente in presenza. Nelle zone rosse si raccomanda di favorire in particolare la presenza degli studenti del primo anno.

Bar e ristoranti

Dal 26 aprile 2021, nella zona gialla sono consentite le attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, a pranzo e a cena, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti in vigore. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati.

Per quanto concerne il concetto di consumo esclusivamente all’aperto, si ritiene che questo possa essere permesso all’esterno dei locali dell’esercizio, sulle aree pubbliche assegnate in concessione o su superfici private ove l’attività è comunque consentita, anche se i tavoli sono sistemati all’interno di strutture coperte e realizzate in materiali di varia tipologia, a condizione che tali strutture siano adeguatamente finestrate e che durante la somministrazione risultino completamente aperte. Ovviamente tale interpretazione va misurata con quanto stabilito eventualmente dal Governo con propri pareri o dalle Autorità locali.

Solo dal 1° giugno, invece, la norma consente (comma 2 dell’art. 4 del Decreto Riaperture), in zona gialla, l’attività di ristorazione con consumo al tavolo anche all’interno dei locali, dunque al chiuso, ma esclusivamente dalle ore 5:00 fino alle ore 18:00 (non a cena), nel rispetto di protocolli e linee guida.

È stata inviata ai prefetti la circolare, a firma del capo di gabinetto del ministero dell'Interno Bruno Frattasi, che fornisce alcune indicazioni in merito all'applicazione delle misure contenute nel decreto legge 22 aprile 2021. Dopo la bozza circolata nella mattina di sabato 24 aprile che indicava il divieto di consumazione al banco; in serata è stata pubblicata la versione ufficiale con alcuni cambiamenti, ecco il testo “relativamente agli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande, il servizio al banco rimarrà possibile in presenza di strutture che consentano la consumazione all’aperto”.

Quindi, i bar privi di adeguati spazi interni e che non dispongono di concessione di suolo pubblico o di spazi privati esterni ove sia autorizzato il posizionamento di tavoli e sedie non possono somministrare alimenti e bevande e sono costretti ad esercitare esclusivamente attività da asporto.

Rimangono valide, a nostro avviso, le altre regole concernenti la ristorazione, previste dal DPCM 2 marzo 2021, le quali stabiliscono che:

-          il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi;

-          resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati;

-          resta consentita la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. Per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dal codice ATECO 56.3 l'asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18,00;

-          resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto;

-          continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

Spettacoli aperti al pubblico

Dal 26 aprile 2021, in zona gialla gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto sono svolti esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale. La capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento di quella massima autorizzata e il numero massimo di spettatori non può comunque essere superiore a 1.000 per gli spettacoli all’aperto e a 500 per gli spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida vigenti. Restano sospesi gli spettacoli aperti al pubblico quando non è possibile assicurare il rispetto di tali condizioni. In relazione all’andamento epidemiologico e alle caratteristiche dei siti, si potrà autorizzare la presenza anche di un numero maggiore di spettatori all’aperto, nel rispetto delle indicazioni del Cts e delle linee guida. 

Competizioni ed eventi sportivi

A decorrere dal 1° giugno 2021, in zona gialla, le disposizioni previste per gli spettacoli si applicano anche agli eventi e alle competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP), riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali. La capienza consentita non può essere superiore al 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 1.000 per impianti all’aperto e a 500 per impianti al chiuso. E’ possibile inoltre, anche prima del 1° giugno, autorizzare lo svolgimento di eventi sportivi di particolare rilevanza. Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida vigenti. Quando non è possibile assicurare il rispetto di tali condizioni, gli eventi e le competizioni sportivi si svolgono senza la presenza di pubblico.

Sport di squadra, piscine, palestre

Dal 26 aprile 2021, in zona gialla, nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Inoltre, dal 15 maggio 2021, sempre in zona gialla, sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre.

Fiere, convegni e congressi

Dal 15 giugno in zona gialla, è consentito lo svolgimento in presenza delle fiere. Dal 1° luglio 2021, dei convegni e dei congressi. E’ consentito, inoltre, svolgere, anche in data anteriore, attività preparatorie che non prevedono afflusso di pubblico. L’ingresso nel territorio nazionale per partecipare a fiere di cui al presente comma è comunque consentito, fermi restando gli obblighi previsti in relazione al territorio estero di provenienza.

Centri termali e parchi tematici e di divertimento

Dal 1° luglio 2021 sono consentite in zona gialla le attività dei centri termali e quelle dei parchi tematici e di divertimento.

 

Clicca qui per visualizzare le slide elaborate dal Governo sul “Decreto Riaperture”: https://www.governo.it/sites/governo.it/files/DecretoRiaperture-20210421.pdf

 

Rispetto ad alcuni passaggi del nuovo decreto, su cui abbiamo dato una interpretazione, che per noi è corretta, non appena vi saranno le risposte ai quesiti che abbiamo immediatamente richiesto al Governo, vi informeremo con tempestività.

 

 

 

 

 

22 aprile 2021
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Contributi commercianti ed artigiani, rinviata la scadenza al 20 agosto

Rinviata dal 17 maggio al 20 agosto la scadenza entro cui artigiani e commercianti, iscritti alla relativa gestione previdenziale Inps, devono versare la prima rata dei contributi dovuti sul minimale di reddito. Dopo l’annuncio fatto dal ministro del Lavoro Andrea Orlando mercoledì sera, la decisione è stata ufficializzata ieri dall’Inps 

14 maggio 2021
Associazione tradizionale o Associazione/Ente del terzo settore?

Dal 2017 il mondo delle associazioni ha subito notevoli modifiche con la Riforma ETS introdotta con il decreto legislativo numero 117 del 2017.

11 maggio 2021
EMPORI DI COMUNITA’: l’Unione dei Comuni Valdarno e Valdisieve approva unitariamente i servizi attivabili

L’attendevamo e puntualmente è arrivata la delibera dell’Unione dei Comuni del Valdarno e Valdisieve, che individua i servizi attivabili da indicare sulla domanda di partecipazione al bando della Regione Toscana relativo agli EMPORI DI COMUNITÀ

6 maggio 2021
RIPARTIAMO! PRESENTAZIONE DI UN FONDO PER IL SOSTEGNO ALLA FRAGILITA’

Sono tempi complessi quelli che stiamo vivendo da oltre un anno per effetto della pandemia e delle relative restrizioni per le imprese e per le persone; tempi che hanno prodotto un cambiamento epocale nella quotidianità di tutti noi, dagli spostamenti, alla vita sociale, ai consumi. Tempi nei quali sono venute a mancare quelle che si consideravano certezze e la parola che crediamo meglio descriva questo momento sia fragilità.

30 aprile 2021
Comune di Reggello. Occupazione spazi e aree pubbliche

Esonero dal pagamento del CANONE UNICO per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, fino al 30/06/2021 salvo proroghe. Il Decreto Sostegni proroga al 30 giugno 2021 l'esonero di  pagamento del canone unico che ha sostituito TOSAP e COSAP.

30 aprile 2021
Fondo Investimenti Toscana. Contributi a fondo perduto a favore della filiera della ristorazione

L'obiettivo è quello di ristorare le attività della ristorazione e della relativa filiera, che rientrano fra le categorie che hanno avuto maggiori ricadute negative derivanti dai provvedimenti per il contenimento della pandemia da Covid-19, attraverso l'erogazione di un contributo a fondo perduto ad integrazione del calo di fatturato registrato.

30 aprile 2021
Camera di Commercio di Firenze - Disciplinare erogazione voucher digitali

Le domande potranno essere inoltrate dalle ore 8:00 del 29.04.2021 alle ore 21:00 del 14.05.2021 (salvo eventuale chiusura per esaurimento delle risorse disponibili). Della eventuale chiusura anticipata del Disciplinare verrà data notizia direttamente su questo sito. Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini.

27 aprile 2021
Governo approva il testo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Il Piano – ricorda Palazzo Chigi in una nota – si inserisce all’interno del programma Next Generation EU (NGEU), il pacchetto da 750 miliardi di euro concordato dall’Unione Europea in risposta alla crisi pandemica. Il Piano italiano prevede investimenti pari a 191,5 miliardi di euro, finanziati attraverso il Dispositivo per la Ripresa e la Resilienza, lo strumento chiave del NGEU. Ulteriori 30,6 miliardi sono parte di un Fondo complementare, finanziato attraverso lo scostamento pluriennale di bilancio approvato nel Consiglio dei ministri del 15 aprile. Il totale degli investimenti previsti è pertanto di 222,1 miliardi di euro.

26 aprile 2021
DL Riaperture: Confesercenti, troppe incertezze sui provvedimenti, si rischia caos

Riaperture a rischio caos. Il decreto-legge lascia aperti alcuni notevoli dubbi che riguardano le attività delle imprese, per il quali abbiamo avanzato richiesta di chiarimenti urgenti al Governo.

24 aprile 2021
Il turismo organizzato unito per indennizzi e ripartenza. Il Ministro Garavaglia risponde alle domande del settore

Durante l’evento trasmesso in diretta sui canali social delle associazioni, al quale hanno partecipato migliaia di operatori con oltre 10.000 visualizzazioni, i Presidenti Ivana Jelinic, Pier Ezhaya, Franco Gattinoni, Domenico Pellegrino e Gianni Rebecchi hanno chiesto al Ministro un aggiornamento sulle varie attività in corso in termini di indennizzi economici e ripartenza.

20 aprile 2021
Registro Operatori Gioco RIES, rinnovo prorogato al 30 giugno 2021

Prorogata al 30 giugno 2021 la scadenza per i rinnovi del RIES, l’elenco dei soggetti abilitati alle attività connesse agli apparecchi da intrattenimento con vincita denaro (newslot, sistemi di gioco VLT, etc.).

13 aprile 2021
Comune di Figline ed Incisa Valdarno. Bene gli interventi a favore delle imprese

Il direttivo della Confesercenti del Valdarno fiorentino rinnova il suo plauso all’amministrazione di Figline e Incisa Valdarno che ha deciso nuovamente di intervenire, con un provvedimento per niente scontato, in aiuto e sostegno di tutte le imprese, che stanno affrontando un periodo complesso ed economicamente molto difficile.

13 aprile 2021
Confesercenti promuove a pieni voti la manovra del Comune di Empoli

Il Comune di Empoli ha approvato una manovra da quasi un milione di euro per sgravi su IMU, TARI e COSAP, oltre ad una serie di altri provvedimenti destinati alle famiglie. Positivo il commento dei vertici di Confesercenti, che nei mesi scorsi hanno a più riprese fatto presenti le difficoltà del piccolo commercio cittadino.

12 aprile 2021
Erogazione contributi "Fondo Ristorazione 2020"

A seguito di quanto previsto dal MIPAAF (Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali) in ordine ai termini e alle modalità di presentazione delle domande di “Contributo a fondo perduto” a valere sul Fondo per la filiera della Ristorazione di cui al combinato disposto tra l'art. 58 D.L. n. 104/2020 ss. (Rilancio Bis – Covid-19) e il D.M. 27 ottobre 2020 (Attuazione), si segnala che la competente Direzione ministeriale PQAI ha fornito, su richiesta della nostra Federazione di settore, alcuni interessanti aggiornamenti in merito alla fase di erogazione in itinere dei contributi del "Fondo Ristorazione 2020".

12 aprile 2021
Portiamo le imprese fuori dalla pandemia. L’iniziativa di Confesercenti Firenze nell’ambito della mobilitazione nazionale

Portiamo le imprese fuori dalla pandemia”, è questo il titolo della giornata di mobilitazione nazionale promossa da Confesercenti; l’obiettivo della manifestazione è dare voce alle necessità e alle richieste delle attività del Terziario, del Commercio, del Turismo: sostegni adeguati alle perdite realmente subite e ai costi fissi sostenuti, credito immediato e un piano per permettere alle imprese di riaprire in sicurezza.

7 aprile 2021
Fase Elettiva 2021

Tutti i dettagli della Fase Elettiva 2021.

6 aprile 2021
Ripartiamo in sicurezza. Disciplinare della Camera di Commercio di Firenze

Sono ammissibili alle agevolazioni i soggetti che, alla data di presentazione della domanda, presentino i seguenti requisiti

2 aprile 2021
Covid-19, bandi per nuovi ristori: 25 milioni di euro a disposizione per tutta la Toscana

I primi tre attesi tra aprile e maggio: contributi a fondo perduto da 2500 euro. Per gli altri  si attende la conversione in legge del decreto "Sostegni". Evitato il click day: graduatorie in base a flessione di fatturato, con perdite almeno del 30 per cento

1 aprile 2021
Fiepet Confesercenti Firenze, “Prosegue l’accanimento su bar e ristoranti. Il Governo deve cambiare passo”

Le nuove misure approvate dal Governo scaricano, ancora una volta, l’emergenza sanitaria su un’unica categoria. Le imprese della somministrazione, ristoranti, bar, pub e pizzerie, costrette a restare chiusi anche alla presenza di numeri da zona gialla. Una situazione insostenibile e un accanimento che fatichiamo a comprendere.

1 aprile 2021
Consiglio dei Ministri: le norme del dl Covid. Confesercenti Firenze "Necessario un cambio di passo"

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, del Ministro della giustizia Marta Cartabia, del Ministro della salute Roberto Speranza, del Ministro per la pubblica amministrazione Renato Brunetta e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici.

1 aprile 2021
Passaporto vaccinale. Uno strumento fondamentale per programmare la stagione turistica estiva

Un’accelerazione sul piano dei vaccini insieme ad un piano strutturato per programmare le riaperture anche in vista della partenza della stagione estiva; ecco gli obiettivi imprescindibili per la sopravvivenza delle nostre imprese e per la ripresa economica dell’intero Paese.

1 aprile 2021
Sedie e tavolini all’aperto per tutto l’anno, ok dal consiglio comunale

Via libera del Consiglio comunale alla delibera dell’assessore al commercio e alle attività produttive Federico Gianassi che proroga a bar, ristoranti ed esercizi simili la possibilità di somministrare all’aperto cibi e bevande fino al 31 dicembre 2021.  

30 marzo 2021
Canone Speciale RAI. Proroga termine pagamento al 31 Maggio 2021

Il Consiglio di Amministrazione nella seduta del 25 marzo u.s. ha deliberato di differire ulteriormente, senza oneri aggiuntivi, il termine per il rinnovo del canone di abbonamento radiotelevisivo speciale relativo all’anno 2021, dal 31 marzo al 31 maggio 2021.

29 marzo 2021
Decreto Sostegni: dal 30 marzo via alle domande per il fondo perduto

Le richieste devono essere fatte sul sito dell’Agenzia delle Entrate, anche con l’aiuto di intermediari, sui diversi canali telematici o sull’apposita piattaforma realizzata da Sogei attraverso la quale sono già stati gestiti i precedenti ristori.

29 marzo 2021
“Cuore Elettrico": per una nuova e (solidale) mobilità cittadina

Confesercenti Firenze e Toscandia SPA di nuovo insieme per una iniziativa dal duplice scopo: aiutare le famiglie in difficoltà (anche a causa del Covid) e promuovere la causa della mobilità elettrica in città!

23 marzo 2021
Think local, Eroi Normali. La campagna di sensibilizzazione a sostegno delle PMI

E' arrivata anche a Firenze la campagna “Think local, Eroi Normali”, che ha avuto il patrocinio del Comune di Firenze, e si svolgerà con il supporto organizzativo di Confesercenti Firenze che mira, in questa fase difficilissima per la tenuta delle imprese, a valorizzare tutte le iniziative che possano, in qualche modo, essere di aiuto concreto.

2 marzo 2021
La “catena umana” del terziario: imprenditori uniti per chiedere di far convivere salute e lavoro

Si è svolta oggi (lunedì 1 marzo 2021) a Firenze, in contemporanea con altre dieci città toscane, la mobilitazione “Salviamo le imprese” organizzata dalle associazioni di categoria regionali Confcommercio Toscana e Confesercenti Toscana per rivendicare una diversa gestione dell’emergenza pandemica, in grado di conciliare diritto alla salute e diritto al lavoro.

1 marzo 2021
Comune di Firenze: Novità Cosap

Con il consiglio comunale di lunedi 15 Febbraio il Comune di Firenze ha deliberato il rinvio della prima scadenza annuale Cosap che slitta al prossimo 31 luglio

18 febbraio 2021
Attivazione "servizio RLST". Servizio gratuito per il 2021

L’Ente Bilaterale EBCT-Toscana ha attivato il servizio R.L.S.T. (Rappresentante Lavoratori Sicurezza Territoriale) al fine di semplificare l’assolvimento obbligatorio previsto del D.lgs 81/2008 inerente l’istituzione di questa funzione.

16 febbraio 2021
1971-2021. Confesercenti, da 50 anni insieme alle imprese

Oggi la Confesercenti festeggia il suo Cinquantesimo Compleanno, ricorrenza molto importante a livello nazionale e, in particolare per Confesercenti Firenze, una “comunità” costituita da oltre 10.000 imprese e 5.000 pensionati che, insieme a collaboratori, soci, dipendenti (fra cui 150 della struttura), rappresenta oltre 40.000 persone.

14 febbraio 2021
Bar, ristoranti e palestre. Bloccati gli Isa per l’anno d’imposta 2020

È stato pubblicato sul sito dell’agenzia delle Entrate il provvedimento del 28 gennaio scorso che approva i 175 modelli Isa in vigore per il periodo d'imposta 2020.

4 febbraio 2021
Proroga termine pagamenti diritti SIAE e nuove tariffe SCF per il 2021

Si ricorda che, grazie alle convenzioni stipulate con SIAE e SCF  a livello nazionale, gli associati in regola con il tesseramento, possono ottenere sconti sulle tariffe per le esecuzioni musicali gratuite - “musica d’ambiente” - effettuate tramite strumenti musicali  all’interno dei propri locali. 

4 febbraio 2021
Accordo tra Confesercenti Firenze e Firenze Servizi SCSO. Attività di sanificazione

Firenze Servizi riconoscerà agli associati Confesercenti Firenze un trattamento di favore sull'attività di sanificazione di grandi e piccoli ambienti, chiusi e/o aperti, alimentari, industriali, civili e sanitari.

2 febbraio 2021
Lotteria degli scontrini. Partenza dal 1 febbraio

Il decreto Milleproroghe ha posticipato la partenza della lotteria degli scontrini al 1 febbraio 2021. Come Confesercenti esprimiamo un giudizio negativo sulla lotteria degli scontrini, soprattutto in relazione al momento in cui questa novità viene introdotta; e la proroga all'avvio previsto (inizialmente la data era il 1 gennaio) risulta insufficiente. 

28 gennaio 2021
Bonus mobili. Innalzata la soglia massima di spesa

La detrazione Irpef del 50% per gli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici nuovi, destinati all’arredo di immobili oggetto di interventi edilizi, spetta anche per quelli effettuati nel 2021, sempre che l’intervento di ristrutturazione sia iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2020. 

26 gennaio 2021
Superbonus 110%. Vieni in Confesercenti per il visto di conformità!

Il Decreto Rilancio ha incrementato al 110% l'aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica. 

25 gennaio 2021
Opportunità per le imprese Accordo tra Confesercenti Firenze e Toscandia

E’ stata stipulata un’importante e strategica convenzione per le imprese tra Confesercenti Firenze e Toscandia, concessionaria di veicoli industriali e commerciali per le seguenti marche: Scania, Volkswagen veicoli commerciali, Nissan, Isuzu e Giotti Victoria.

20 gennaio 2021
Comune di Firenze. Proroga tavolini e azzeramento Cosap fino al 31 marzo

Dalla sua pagina facebook l'Assessore al commercio del Comune di Firenze Federico Gianassi rende noti importanti interventi del Comune di Firenze in favore delle imprese in sede fissa e su area pubblica.

18 gennaio 2021
Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali

La Legge di Bilancio 2021 prevede l’estensione potenziata del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali con effetto retroattivo agli investimenti effettuati dal 16.11.2020.

18 gennaio 2021
Valdisieve, Valdarno e Mugello. Empori di Comunità: ecco il bando per le aree interne

Lo attendevamo ed è arrivato. Il bando Empori di Comunità a supporto di quelle attività situate nelle aree montane dei comuni di Mugello, Valdisieve e Valdarno che intendono ampliare la vendita di beni e/o di servizi offerti; oggetto del provvedimento uno stanziamento di ben 5 milioni di euro da parte della Regione Toscana ed un contributo a fondo perduto per le imprese di 10.000 euro.

15 gennaio 2021
Qcard: la prima carta fidelity per lo shopping nei quartieri della città!

Viene distribuita ai clienti più' fidelizzati dall'operatore che aderisce al progetto compilando la relativa domanda di adesione con indicazione del singolo e intera gamma dei prodotti in promozione.

15 gennaio 2021
IVA. Le novità contenute nella Legge di Bilancio 2021

La legge prevede che la memorizzazione telematica del corrispettivo, cioè la digitazione dell’operazione sul registratore telematico deve avvenire nel momento di ultimazione dell’operazione, eliminando di fatto un vuoto normativo, che si era tentato di colmare con interventi di prassi.

14 gennaio 2021
Credito e liquidità: le principali misure previste dalla Legge Finanziaria per le PMI

Legge di Bilancio 2021: cosa cambia per imprese e professionisti con specifico riferimento ad alcune delle principali “misure per la liquidità”; di seguito un approfondimento degli interventi previsti.

12 gennaio 2021
Bonus pubblicità. Due anni di proroga per il credito d'imposta al 50%

La Legge di Bilancio 2021 ha prorogato per il 2021 e 2022 una serie di misure di sostegno per il settore editoriale

8 gennaio 2021
DVR aziendale. Attenzione e verifica

Trascorso il periodo delle riaperture, e dopo aver analizzato il rischio biologico da Covid-19 e integrato il proprio DVR con i protocolli anticontagio, questa è l’occasione di controllare il DVR aziendale e verificare

19 giugno 2020
Finanziamenti COVID – 19. Sei soffocato dalla burocrazia? Fatti aiutare dagli esperti!!

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito. Negli ultimi anni abbiamo sviluppato una grande esperienza nella gestione delle procedure per accedere alle garanzie del Fondo Centrale di Garanzia PMI.

8 maggio 2020
Vuoi effettuare una sanificazione professionale della tua attività? Contatta Confesercenti Firenze

L’ordinanza n.38 del 18 Aprile 2020 firmata dal Presidente della regione Toscana Enrico Rossi  ha introdotto nuove prescrizioni per le attività economiche già aperte, per quelle autorizzate alla riapertura e per quelle che nel frattempo, in deroga ai codici ATECO autorizzati, hanno riaperto con il via libera della prefettura.

24 aprile 2020
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional