Molestie e violenze sui luoghi di lavoro. Il punto sugli accordi territoriali

Giovedì 21 giugno il seminario in Camera di Commercio di Firenze

Imprenditoria femminile

Le molestie e le violenze sui luoghi di lavoro oggi costituiscono un vero e proprio rischio al pari di un infortunio, con la differenza che esse non hanno cause accidentali ma sono provocate volontariamente da un soggetto. Dalle statistiche condotte emerge che esse investono ormai entrambi i sessi, specialmente quando sono legate al contratto di lavoro.

E’ comunque indiscutibile che le donne continuano ad essere i soggetti più colpiti dalle molestie e violenze sul lavoro: il rapporto Istat 2015-2016  evidenzia che, con  riferimento  ai  soli  ricatti  sessuali sul luogo  di lavoro si stima che nel corso della vita, 1 milione 173 mila  donne  (7,5%) ne  sono state vittima per  essere  assunte, per mantenere il posto di lavoro o per ottenere progressioni nella carriera. La grande maggioranza delle  vittime (69,6%) ritiene molto o abbastanza grave il ricatto subito.

Tuttavia nell’80,9% dei casi, le vittime non ne hanno parlato con alcuno sul posto di lavoro. Quasi  nessuna,  inoltre, ha sporto denuncia. Un fatto riconducibile a diversi fattori di carattere psicologico, ma probabilmente anche alla sfera di  ricattabilità della lavoratrice, specialmente se precaria.

Cosa fare per rendere il posto di lavoro un ambiente più sicuro per le donne?

L'Unione Europea ha emanato una direttiva fin dal 2007 che è stata recepita in Italia dalle parti sociali nel 2016; tuttavia la sua concreta applicazione non si è ancora completamente avviata nel sistema della contrattazione nazionale e locale, fornendo in concreto strumenti di prevenzione e difesa da questo fenomeno.

Il Comitato Imprenditoria Femminile di Firenze fa il punto in un incontro programmato presso l'Auditorium della Camera giovedì 21 giugno 2018 alle ore 15.00 sui casi risolti attraverso la Consigliera di Parità della Regione Toscana e sullo stato degli accordi di categoria e le buone pratiche già avviate sul territorio con le associazioni datoriali ed i sindacati.

Le iscrizioni saranno raccolte fino a esaurimento posti.

Per ulteriori informazioni: Camera di Commercio di Firenze –Segreteria Comitato Imprenditoria Femminile -Tel. 055.2392325/139/137 – promozione@fi.camcom.it

In allegato il programma, precisando che in caso di interesse occorre compilare specifico modulo di registrazione accedendo al seguente link:  https://goo.gl/forms/LHwhcxrVJfNu4O8y2

 

13 giugno 2018
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Ilaria Scarselli: tradizione e qualità nel gelato

Ilaria Scarselli ha iniziato la sua attività di gelateria nel 2004. “La mia – racconta Ilaria – è stata una scelta imprenditoriale che, all’inizio, prevedeva un coinvolgimento solo come socio di capitale. In seguito io, giovane, donna, studentessa, senza mestiere, mi sono fatta coinvolgere e quella semplice scelta imprenditoriale è diventata la mia scelta definitiva”.

13 giugno 2018
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional