Le nuove modalità di pagamento delle retribuzioni dei lavoratori

La tracciabilità dei pagamenti

Paghe

La legge di Bilancio 2018 (commi dal 910 al 914) ha introdotto una nuova disciplina sulla modalità di pagamento delle retribuzioni dei lavoratori e dei compensi in favore dei collaboratori.

La normativa prevede l'obbligo per i datori di lavoro e committenti di provvedere al pagamento con modalità tracciabili.

Tale obbligo è in vigore dal 1° luglio 2018 e, pertanto, da tale data la retribuzione, nonché ogni anticipo di essa, dovrà essere corrisposta attraverso una banca o un ufficio postale con una tra le seguenti modalità:

- bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;

- strumenti di pagamento elettronico;

- pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento;

- emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, a un suo delegato.

Il comma 912 della Legge di Bilancio, precisa, altresì, che la semplice firma apposta dal lavoratore sulla busta paga, non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione.

Il comma 913 prevede una sanzione amministrativa da 1.000 a 5.000 euro da comminare al datore di lavoro/committente, in caso di violazione di quanto previsto dal comma 910, cioè nel caso in cui il datore di lavoro provveda al pagamento del compenso con modalità diverse da quelle individuate dalla legge ai fini della tracciabilità.

Restano esclusi dall'applicazione di detta normativa, i rapporti di lavoro instaurati con le pubbliche amministrazioni e quelli comunque rientranti nell'ambito di applicazione dei contratti collettivi nazionali per gli addetti a servizi familiari e domestici, stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a contattare l'Ufficio Centrale Risorse Umane o gli Uffici Territoriali Confesercenti.

2 luglio 2018
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Decreto Dignità. Nuove disposizioni in materia di lavoro

Le nuove disposizioni in materia di lavoro riguardano la disciplina dei contratti a tempo determinato, del lavoro in somministrazione e l’indennità in  caso di licenziamento illegittimo.

18 luglio 2018
Ma “voucher” e “decreto dignità” possono stare assieme?

Ma, nel caso del Governo penta-leghista attualmente in carica difficilmente si può negare come al triumvirato Conte-Salvini-Di Maio non corrisponda una certa “targhettizzazione dell’offerta” (politica ed elettorale, certo non merceologica o del prodotto) che sembra funzionare, almeno in questa prima fase di funzionamento dell’esecutivo.

11 luglio 2018
Lo sapevi che Confesercenti Firenze ha attivato il servizio "Paghe on line"?

Il servizio è di facile accessibilità, studiato appositamente per un utilizzo semplice da parte delle imprese. Si tratta di un programma on-line, riservato agli associati con servizio GRU presso Confesercenti Firenze, che consente l'accesso ai propri dati in modo semplice e intuitivo: visualizzazione e stampa dei cedolini, prospetti contabili, modelli di pagamento (es. modello F24).

5 luglio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità in tema di lavoro

Il provvedimento, pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 62 della Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017, tra le varie misure, prevede incentivi per l'assunzione dei giovani, potenziamento dello strumento di ricollocazione per favorire il reinserimento nel mondo del lavoro, obbligo di tracciabilità per il pagamento degli stipendi da parte dei datori di lavoro, 

19 gennaio 2018
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional