Nuove scadenze per 730 e Certificazione Unica

L’Agenzia delle Entrate comunica le nuove scadenze fiscali fissate dal decreto del Governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus

Scadenze

Agenzia delle Entrate, invio 730 slitta al 30 settembre, al 31 marzo l’invio della Certificazione unica

 

L’Agenzia delle Entrate comunica le nuove scadenze fiscali fissate dal decreto del Governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus (Dl n. 9/2020, pubblicato sulla G.U del 2 marzo). E’ previsto lo slittamento a settembre per la presentazione del 730 e la misura riguarda circa 20,5 milioni di contribuenti. Di questi 8,1 milioni sono pensionati e 12,4 milioni dipendenti. 

L'invio dei modelli sarà eseguito secondo le seguenti scadenze intermedie:

 - 15 giugno per le dichiarazioni presentate dal contribuente entro il 31 maggio;

- 29 giugno per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1° al 20 giugno;
- 23 luglio per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 21 giugno al 15 luglio;
- 15 settembre per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 16 luglio al 31 agosto;
- 30 settembre per le dichiarazioni presentate dal contribuente dal 1° al 30 settembre.

Lo slittamento, quindi, non dovrebbe andare a intaccare i rimborsi fiscali che, dove dovuti, saranno comunque erogati il mese successivo della presentazione della dichiarazione. Se quindi il contribuente la presenta a luglio, ad esempio, il rimborso gli sarà comunque erogato nella busta paga di agosto.

 

Dal prossimo anno il calendario muterà ancora (per effetto del su citato decreto Fiscale) e il 730 precompilato sarà disponibile per la consultazione a partire dal 30 aprile di ogni anno.

 

La proroga dei termini delle Certificazioni Uniche al 31 marzo favorirà invece 4,3 milioni di sostituti d’imposta (datori di lavoro e enti pensionistici).  Prorogato – spiega l’Agenzia delle Entrate – dal 7 al 31 marzo 2020 il termine entro cui i sostituti di imposta devono trasmettere la Certificazione Unica e dal 28 febbraio al 31 marzo quello entro cui gli enti terzi devono inviare i dati utili per la dichiarazione precompilata. Prorogato al 5 maggio 2020 – dalla precedente data del 15 aprile – il giorno in cui sarà disponibile per i contribuenti la dichiarazione precompilata sul portale dell’Agenzia. Infine, passa dal 23 luglio al 30 settembre 2020 l’invio del 730 precompilato.

 

Slittano dal 28 febbraio al 31 marzo anche le comunicazioni enti esterni (banche, assicurazioni, enti previdenziali, amministratori di condominio, università, asili nido, veterinari, ecc.).

 

Per informazioni vi invitiamo a contattare gli Uffici territoriali Confesercenti Firenze.

4 marzo 2020
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Decreto Rilancio. Le misure previste per le imprese

Il Decreto Rilancio interviene in diversi ambiti, in modo trasversale, con l’intento di assicurare l’unitarietà, l’organicità, e la compiutezza delle misure volte alla tutela delle famiglie e dei lavoratori, alla salvaguardia e al sostegno delle imprese, degli artigiani e dei liberi professionisti, al consolidamento, snellimento e velocizzazione degli istituti di protezione e coesione sociale.

22 maggio 2020
Modello 730/2020. Modello e istruzioni

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730. Utilizzare il modello 730 è vantaggioso

17 aprile 2020
Bonus pubblicità al 30% per il 2020 e senza riferimento agli investimenti incrementali

Secondo quanto previsto dall'articolo 98 del Dl 18/2020 (Decreto CuraItalia), è stato rafforzato il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari; con l'obiettivo di supportare indirettamente le numerose realtà editoriali che per l’emergenza Covid-19 rischiano di vedere pregiudicata la propria sostenibilità economica.

15 aprile 2020
Decreto liquidità: via libera al finanziamento fino a 25.000€

A seguito della pubblicazione del Decreto liquidità in Gazzetta ufficiale, il Ministero dello Sviluppo economico si è adoperato per rendere immediatamente attuative le misure approvate in favore di imprese, artigiani, autonomi e professionisti.

14 aprile 2020
Decreto Liquidità. Le misure per il credito

In attesa delle disposizioni operative che verranno diffuse da istituti bancari e confidi, vi illustriamo le principali misure sul tema del credito introdotte dal Decreto Liquidità. Non appena avremo tutte le informazioni necessarie comunicheremo gli strumenti e l'assistenza che il sistema Confesercenti potrà mettere a disposizione

 

10 aprile 2020
INPS. Modalità semplificata di compilazione e invio on line di alcune delle domande di prestazione per l’emergenza Coronavirus

Con messaggio Hermes 1381, Inps ha fornito le istruzioni per l’accesso diretto da parte degli utenti sul portale dell’Istituto per con modalità semplificata di compilazione e invio on line di alcune delle domande di prestazione per l’emergenza Coronavirus.

27 marzo 2020
Attività commerciali. Il bonus per il canone di locazione

Gli esercenti delle attività d'impresa dovranno indicare nel modello F24 il codice tributo “6914”, istituito con la risoluzione n. 13/E del 20 marzo 2020; per usufruire del credito d’imposta previsto per l’anno d’imposta 2020, come aiuto economico per contenere le perdite derivanti dalla chiusura forzata di molti negozi a causa del Coronavirus.

24 marzo 2020
Inps: 3.850 euro i contributi minimi per i commercianti per il 2020

Per il 2020 il reddito minimale considerato per commercianti e artigiani al fine della contribuzione previdenziale Invalidità vecchiaia e superstiti sale a 15.953 euro. Di conseguenza, poiché i commercianti hanno un’aliquota del 24,09% il contributo minimale per l’anno diventa di 3.850,52 euro

19 febbraio 2020
Fisco: bonus nido fino a 2.500 euro con Isee 25.000/40.000 euro

“Il bonus asili nido nel 2020 per i nuclei  familiari con un Isee minorenni compreso tra 25.001 e 40.000 euro può arrivare fino a 2.500 euro”. Lo rende noto L’Inps in una nota,  spiegando che “spetterà l’importo minimo di 1.500 euro nell’ipotesi di Isee minorenni oltre la soglia di 40.000 euro, ovvero in assenza dell’Isee“.

19 febbraio 2020
Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Con la Legge di Bilancio 2020 viene introdotto, in sostituzione del cd. superammortamento e iperammortamento, un nuovo credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nuovi. Il nuovo credito d’imposta è inquadrabile nel progetto di revisione complessiva delle misure fiscali di sostegno del “Piano industria 4.0”.

16 gennaio 2020
Tracciabilità delle detrazioni IRPEF

Per poter ottenere il diritto ad accedere alla detrazione Irpef del 19% sulle varie tipologie di spese previste nell’articolo 15 del Tuir, sarà dunque necessario provvedere al pagamento delle stesse attraverso sistemi tracciabili di pagamento.

10 gennaio 2020
Il Dl Fisco è Legge: la lotteria scontrini slitta al primo luglio 2020

Il decreto fiscale è legge. Il Governo ha incassato la fiducia al Senato con 166 voti favorevoli, 122 voti contrari. Il provvedimento, approvato senza modifiche dopo la prima lettura della Camera, diventa così legge.

19 dicembre 2019
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional