ZTL, Confesercenti e Confcommercio chiedono la revoca del provvedimento di chiusura

I risultati del monitoraggio condotto per verificare l’effettiva funzionalità delle modifiche alla Ztl scattate l’8 giugno

Conferenza Stampa_12.7.2017

Lo spartiacque dell’8 giugno ha cambiato poco o nulla in merito al numero delle soste irregolari, sull’uso dei parcheggi a servizio del centro storico e su quello del servizio navetta (sospeso da Firenze Parcheggi perché improduttivo). Di più è cambiato per i locali notturni: tutti parlano di una diminuzione tra il 15% ed il 70% fra i clienti “locali” a favore dei turisti e alcuni lamentano un calo fino al 30% degli incassi. Segno che fiorentini e residenti delle zone limitrofe, forse spaventati dalla Ztl, di sera preferiscono passare altrove il loro tempo libero. “La chiusura fa più male che bene alla città. Per tutelare la vivibilità del centro e il rispetto delle regole è più che sufficiente un presidio maggiore da parte della Polizia Municipale. Mettere a rischio le imprese non serve”, dicono il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano e il presidente di Confesercenti Città di Firenze Santino Cannamela, che mercoledì 19 luglio alle ore 15.30 saranno ricevuti a Palazzo Vecchio dagli assessori Del Re e Giorgetti. 

Chiediamo all’Amministrazione Comunale di Firenze l’immediata revoca del provvedimento estensivo di chiusura della Ztl nei giorni di giovedì e venerdì. La “città dei divieti” non serve a nulla e lo dimostrano bene i rilevamenti che abbiamo fatto confrontando la situazione ante e post l’8 giugno”. Lo affermano il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano e il presidente di Confesercenti Città di Firenze Santino Cannamela, in rappresentanza delle associazioni di categoria del terziario fiorentino che oggi (mercoledì 12 luglio 2017) hanno convocato una conferenza stampa al Grand Hotel Baglioni di Firenze per illustrare i risultati del monitoraggio condotto tutti i giovedì e venerdì sera dal 25 maggio al 30 giugno su un campione di 22 strade del centro storico di qua e di là d’Arno, per verificare gli effetti della nuova ZTL, entrata in vigore in via sperimentale lo scorso 8 giugno. Tre, in particolare, gli aspetti sui quali hanno voluto concentrarsi le due associazioni nella loro indagine: la sosta irregolare, l’effettivo utilizzo delle navette e dei parcheggi a servizio del centro storico, infine eventuali cali di clienti nei locali.

 

Sul fronte della “sosta selvaggia”, uno dei fenomeni che il Comune si prefiggeva di combattere con la chiusura serale della Ztl, le due associazioni di categoria non hanno rilevato cambiamenti sostanziali fra prima e dopo l’8 giugno. Se infatti, ad esempio, venerdì 26 maggio le soste irregolari di auto prive di contrassegno erano 41 e quelle di auto con contrassegno 36, venerdì 9 giugno erano rispettivamente 32 e 36, a testimonianza che, forse, molti dei parcheggi selvaggi sarebbero da addebitare ai residenti muniti di permesso più che agli automobilisti arrivati da fuori. Una cosa quasi inevitabile, visto che le autorizzazioni rilasciate dal Comune sono ben 19mila a fronte di soli 6mila posti auto. Guardando anche alle statistiche degli altri giorni, gli scostamenti nei numeri delle infrazioni fra prima e dopo l’8 giugno sono al massimo di una decina unità. “Troppo poche”, secondo Confcommercio e Confesercenti, “per giustificare la chiusura dell’intero centro storico quando basterebbe una semplice pattuglia della Polizia Municipale in servizio per sanzionare i colpevoli e scoraggiare tutti gli altri”.

Per quanto riguarda le navette, la decisione di Firenze Parcheggi di sospendere il servizio a meno di un mese dal suo avvio perché improduttivo, ha dimostrato con evidenza la sua inutilità. Restano da indagare, semmai, i motivi che hanno spinto il pubblico a non utilizzarle.

 

Per il capitolo parcheggi sono stati presi in esame quelli del Parterre e di Porta al Prato/Leopolda negli orari 21.30 e 23.30, orario di punta per i frequentatori serali del centro. Anche in questo caso, le modifiche prima e dopo lo spartiacque dell’8 giugno sono pressoché irrilevanti. Un esempio: se venerdì 26 maggio alle ore 23.30 si registravano 366 auto in sosta al Parterre e 183 a Porta al Prato, venerdì 9 giugno alla stessa ora se ne contavano rispettivamente 362 e 160. Una variazione, dunque, appena impercettibile, che vale anche per gli altri giorni della rilevazione.

 

Se poco o nulla è cambiato per parcheggi e sosta selvaggia, la nuova Ztl ha però inciso in maniera più evidente sulla composizione della loro clientela. In generale, da una indagine telefonica con 40 aziende associate effettuata al termine dei trenta giorni utili per la verifica, risulta che tutte hanno avuto una diminuzione compresa fra il 15 e il 70% dei fiorentini e della clientela locale, sostituiti talvolta dai turisti. Segno che i residenti e i frequentatori provenienti dalle zone limitrofe, forse spaventati dalla Ztl, di sera preferiscono passare altrove il loro tempo. Alcuni esercenti, in particolare nei locali serali, lamentano che questi cambiamenti hanno prodotto anche una diminuzione degli introiti compresa fra il 15 e il 30%. Un fenomeno che contrasta notevolmente con l’obiettivo dichiarato di voler favorire con la nuova Ztl una fruizione “diversa” del centro da parte dei fiorentini. Un sorta di “effetto indesiderato” che spinge ad una ulteriore turisticizzazione delle attività di ristorazione e dei locali serali. Un danno collaterale importante, che mette in secondo piano anche la diminuzione degli incassi che una parte di operatori ha registrato.

 

A questo punto, visto che il Sindaco in Consiglio comunale  aveva dichiarato la sua disponibilità a rivedere a trenta giorni lo stato del provvedimento, chiediamo che l’Amministrazione torni sui suoi passi e consideri chiuso in via definitiva il periodo sperimentale di prova dell’ampliamento della Ztl”, dicono il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano e il presidente di Confesercenti Città di Firenze Santino Cannamela.

 

La chiusura”, proseguono motivando la loro richiesta, “ha dimostrato di non avere alcun valore strumentale e strategico nell’eliminazione delle soste selvagge né ha incentivato l’uso di mezzi pubblici o parcheggi da parte dei frequentatori del centro. Per questi motivi è da ritenersi assolutamente inutile, quando non dannosa per l’immagine della nostra città, che dovrebbe apparire aperta ed accogliente. Non dimentichiamo che su questa immagine di accoglienza hanno costruito il loro business tante imprese, pubblici esercizi e locali da ballo soprattutto, che la chiusura della Ztl ha messo a rischio in quanto a fatturato e occupazione. Insomma, è una chiusura che fa più male che bene alla città. Per tutelare la vivibilità del centro e il rispetto delle regole è più che sufficiente un presidio maggiore da parte della Polizia Municipale. Mettere a rischio le imprese davvero non serve”, concludono Cursano e Cannamela a nome dei colleghi imprenditori associati a Confcommercio e Confesercenti.

 

Nei prossimi giorni, le due associazioni del terziario consegneranno in Comune il documento unitario contenente tutte le osservazioni scaturite dai risultati del monitoraggio, in attesa di essere ricevuti a Palazzo Vecchio mercoledì prossimo, 19 luglio, alle ore 15.30 dagli assessori Cecilia Del Re e Stefano Giorgetti per effettuare insieme una valutazione della Ztl notturna.

In allegato i dati del monitoraggio

12 luglio 2017
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Voucher per la digitalizzazione delle PMI

Al fine di favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico delle micro, piccole e medie imprese, il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, stabilisce lo schema standard di bando e le modalità di erogazione dei contributi.

21 luglio 2017
Agosto io ci sono! Aderisci alla campagna rivolta alle PMI

Lo scopo dell’iniziativa, che ormai da anni riscuote un notevole successo, è quello di definire un elenco di esercizi che hanno dato la loro disponibilità all’apertura e pubblicizzarlo al massimo tra i cittadini e tra tutti coloro che possono potenzialmente usufruire del servizio.

19 luglio 2017
IO NON CI CASCO! Vademecum su bollettini e moduli ingannevoli

Questo vademecum è stato concepito come uno strumento divulgativo a favore delle imprese, affinché esse siano adeguatamente informate e dunque in grado proteggersi da ricorrenti raggiri commerciali posti in essere ai loro danni.

19 luglio 2017
Grande successo per la VIII edizione di “Imprese a Tavola” a Scandicci

Si è svolta mercoledì 12 luglio l’ottava edizione di “Imprese a Tavola”, l’ormai tappa fissa dell’estate scandiccese, organizzata da Confesercenti Scandicci in collaborazione con Comune di Scandicci e con il contributo di ChiantiBanca.

13 luglio 2017
Un incontro tra il Sindaco Nardella e gli imprenditori fiorentini

Si è svolto ieri, lunedì 10 luglio, alle 21.00 presso la sede Confesercenti Firenze (Piazza Pier Vettori 8/10) l’incontro tra il Sindaco di Firenze e della Città Metropolitana Dario Nardella e gli imprenditori fiorentini, guidati dal Presidente Confesercenti Firenze Claudio Bianchi e dal Direttore Confesercenti Firenze Alberto Marini.

11 luglio 2017
Intervento a favore delle imprese per la partecipazione a Mostre e Fiere di settore

Possono presentare domande di contributo le MPMI iscitte al Registro delle Imprese di Firenze; sono escluse le imprese attive nei settori carboniero, della pesca e dell'acquicoltura.

6 luglio 2017
Sigur. Un nuovo modello di aggregazione all’interno delle città

Il progetto “Sistema Gestione Urbana - Sigur” è il frutto di una collaborazione sinergica e produttiva tra istituzioni, imprese, associazioni e cittadini; e rappresenta un’esperienza inedita a livello nazionale. “Sigur” è il frutto di un percorso iniziato circa un anno e mezzo fa, a seguito della firma di  Protocollo d’Intesa tra Amministrazione Comunale di Campi Bisenzio, Centro Commerciale Naturale “Fare Centro Insieme”, Proloco (ProCampi), Fondazione Accademia dei Perseveranti, Fondazione ChiantiBanca, Fondazione Sviluppo Urbano e Confesercenti Firenze. Il progetto è legato ad un approccio culturale innovativo che individua nel commercio urbano l’ingrediente sostanziale capace di arricchire il contesto sociale ed economico di una città rendendo la stessa vivibile e vitale.

27 giugno 2017
Incentivi alle imprese per gli interventi di sicurezza sui luoghi di lavoro

In relazione all’iniziativa in oggetto, si informa che in data 23 dicembre 2016 l’INAIL ha emanato l’Avviso pubblico ISI 2016, incentivi alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

26 maggio 2017
Scopri tutte le nuove opportunità per l’accesso al credito

L’ufficio credito di Confesercenti Firenze è quotidianamente impegnato per trovare le soluzioni più adatte per la tua impresa; siamo a disposizione dei nostri associati per favorire ed agevolare l’accesso al credito in un momento in cui commercio e turismo stentano a ritrovare quello slancio ormai atteso da troppo tempo.

19 maggio 2017
Emissione di gas fluorurati ad effetto serra. Gli obblighi per le imprese

La normativa in materia di emissione di gas fluorurati ad effetto serra, conosciuti  come “ f-gas” , prevede l'obbligo di tenere un registro per tutte le apparecchiature fisse di refrigerazione, di condizionamento d'aria, di pompe di calore e di sistemi fissi di protezione antincendio, contenenti 3 o più kg di f-gas. 

17 maggio 2017
Interventi di sostegno all’efficientamento energetico degli immobili sedi di impresa

In riferimento ai bandi della programmazione POR FESR 2014-2020 per la promozione di azioni per l’efficientamento energetico delle imprese si comunica che a seguito della Delibera di Giunta regionale n. 391 del 18 aprile 2017 sono stati approvati gli elementi essenziali del prossimo bando per cofinanziare progetti di efficientamento energetico degli immobili delle imprese.

12 maggio 2017
Cantieri Tranvia, un sostegno per le imprese

Nell’incontro promosso dal Comune di Firenze presso l’Agenzia delle Entrate, abbiamo chiesto risposte concrete rispetto alla crisi che da circa tre anni sta colpendo il  commercio nel Quartiere 5, interessato dalle cantierizzazioni per la realizzazione delle linee 2 e 3 della tramvia.

11 maggio 2017
La nuova Firenze Card Plus, il bando per essere visibili sul sito ed avere un canale in più di vendita

La Firenze Card, carta museale per accedere al patrimonio artistico di Firenze e dintorni, sia amplia con la sua versione Firenze card +. Questa carta è pensata per offrire al turista una serie di benefit per servizi complementari 

9 maggio 2017
Disponibile la nuova edizione della Guida di orientamento agli incentivi per le imprese

E' uscita la Edizione anno X n. 1 della Guida di orientamento agli incentivi per le imprese aggiornata al 30 aprile 2017  e curata dalla Regione Toscana.

4 maggio 2017
Novità per le PMI. Un nuovo regime per cassa

La legge di stabilità 2017 ha cambiato il regime naturale di contabilità previsto per le imprese “minori”. Quella che conoscevamo come “contabilità semplificata” con applicazione del criterio di “competenza” si è trasformata in una contabilità regolata dal principio di “cassa”.

4 maggio 2017
La tua Pec a portata di App

Gestire la tua casella e le tue email PEC non è mai stato così semplice grazie alla nuova applicazione Aruba PEC Mobile

14 aprile 2017
Conclusa la fase elettiva 2017. Claudio Bianchi Presidente Confesercenti Firenze

Claudio Bianchi, 46 anni, sposato, un figlio, imprenditore del settore ristorazione (titolare de “I Ghibellini” Piazza San Pier Maggiore, Firenze) è il nuovo Presidente di Confesercenti Metropolitana di Firenze.

14 aprile 2017
In arrivo un bando sull'efficienza energetica

Anche questo bando prevederà tra le spese ammissibili le spese per la rimozione delle coperture esistenti, anche in amianto, quali opere edili strettamente necessarie a realizzare i suddetti interventi di efficientamento energetico o per la produzione di energia da FER (impianto solare fotovoltaico o termico).

13 aprile 2017
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional