Decreto Sostegni bis. Proroga moratoria finanziamenti e prestiti

Importanti interventi sul fronte liquidità e credito

Credito

Il decreto Sostegni BIS, approvato nelle scorse settimane, che introduce misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali, prevede anche importanti interventi sul fronte liquidità e credito.

Tra le novità più importanti vi è la proroga al 31 dicembre 2021 della moratoria sui prestiti, applicata alla quota capitale delle esposizioni oggetto di moratoria, e sono prolungati e rimodulati gli strumenti di garanzia emergenziali previsti dal Fondo di Garanzia per le Pmi e da Garanzia Italia di Sace.

Con la Circolare n.191166 del Ministero dello Sviluppo Economico (clicca qui per visualizzare) è stata disposta la proroga dei termini della moratoria per le PMI introdotta dall’art. 56 del decreto legge 17 marzo 2020 n. 18.

Le imprese che vorranno beneficiare della proroga dovranno inoltrare entro e non oltre il 15 giugno 2021, la dichiarazione allegata al Soggetto Gestore.

Le moratorie in essere su finanziamenti ed altri affidamenti (linee di cassa, anticipi, ecc.)  vengono, quindi, ulteriormente prorogate: dal 30.6 al 31.12 ma la proroga non è automatica, occorre fare richiesta alla banca (o all’ istituto finanziatore) entro il 15 giugno.

La richiesta della proroga dovrebbe essere avanzata con una mail; ma riteniamo che una PEC sia più appropriata. E diversamente dalle precedenti moratorie stavolta sarà oggetto di proroga solo il capitale, gli interessi andranno corrisposti entro il 30.6. Clicca qui per visualizzare la dichiarazione da inoltrare per beneficiare della proroga.

Segnaliamo che le aziende che richiedano la proroga della moratoria al 31.12.2021, potrebbero essere oggetto di segnalazioni interne (c.d. forborne) che renderebbero più difficile e/o più costoso l’ accesso al credito nei prossimi mesi. Tutto ciò in relazione alle indicazioni delle Autorità Bancarie Europee che valutano in maniera più stringente, come rischio di credito, i nominativi oggetto di ulteriore moratoria.

Consigliamo quindi alle aziende di condividere preventivamente la richiesta con la banca e di limitarla alle situazioni di reale necessità.

E’ mantenuta la possibilità di accedere ai finanziamenti con garanzia pubblica anche dopo il 30 giugno e sino a fine anno.

Inoltre, la durata massima dei finanziamenti garantiti è ampliata da 6 a 10 anni. E’, anche, possibile rinegoziare ed allungare la durata dei finanziamenti già stipulati.

Si ricorda che per i finanziamenti fino a 30mila€ la durata era già stata ampliata a 15 anni.

L'Ufficio Credito Confesercenti è a vostra disposizione per informazioni ed approfondimenti, mail credito@confesercenti.fi.it

3 giugno 2021
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Sostegni bis, ecco le misure approvate dal Governo

Il Consiglio dei Ministri, giovedì 20 maggio, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali, il cosiddetto Sostegni Bis.

22 maggio 2021
Contributi commercianti ed artigiani, rinviata la scadenza al 20 agosto

Rinviata dal 17 maggio al 20 agosto la scadenza entro cui artigiani e commercianti, iscritti alla relativa gestione previdenziale Inps, devono versare la prima rata dei contributi dovuti sul minimale di reddito. Dopo l’annuncio fatto dal ministro del Lavoro Andrea Orlando mercoledì sera, la decisione è stata ufficializzata ieri dall’Inps 

14 maggio 2021
Nuove imprese a tasso zero. Incentivo per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori

Il bando di Invitalia "Nuove imprese a tasso zero" è l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono diventare imprenditori. Le agevolazioni sono valide in tutta Italia e prevedono un mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto per progetti d’impresa con spese fino a 3 milioni di euro, che può coprire fino al 90% delle spese totali ammissibili.

28 aprile 2021
Decreto Sostegni: dal 30 marzo via alle domande per il fondo perduto

Le richieste devono essere fatte sul sito dell’Agenzia delle Entrate, anche con l’aiuto di intermediari, sui diversi canali telematici o sull’apposita piattaforma realizzata da Sogei attraverso la quale sono già stati gestiti i precedenti ristori.

29 marzo 2021
Bar, ristoranti e palestre. Bloccati gli Isa per l’anno d’imposta 2020

È stato pubblicato sul sito dell’agenzia delle Entrate il provvedimento del 28 gennaio scorso che approva i 175 modelli Isa in vigore per il periodo d'imposta 2020.

4 febbraio 2021
Lotteria degli scontrini. Partenza dal 1 febbraio

Il decreto Milleproroghe ha posticipato la partenza della lotteria degli scontrini al 1 febbraio 2021. Come Confesercenti esprimiamo un giudizio negativo sulla lotteria degli scontrini, soprattutto in relazione al momento in cui questa novità viene introdotta; e la proroga all'avvio previsto (inizialmente la data era il 1 gennaio) risulta insufficiente. 

28 gennaio 2021
Bonus mobili. Innalzata la soglia massima di spesa

La detrazione Irpef del 50% per gli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici nuovi, destinati all’arredo di immobili oggetto di interventi edilizi, spetta anche per quelli effettuati nel 2021, sempre che l’intervento di ristrutturazione sia iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2020. 

26 gennaio 2021
Superbonus 110%. Vieni in Confesercenti per il visto di conformità!

Il Decreto Rilancio ha incrementato al 110% l'aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica. 

25 gennaio 2021
Legge di bilancio 2021. Bonus chef

La Legge di Bilancio prevede un nuovo credito di imposta a favore dei cuochi professionisti di alberghi e ristoranti, commisurato al 40% delle spese sostenute per determinate tipologie di beni e servizi. Il bonus rientra nel pacchetto delle altre misure di sostegno a uno dei settori più colpiti dall’emergenza sanitaria ed economica.   

21 gennaio 2021
Credito d'imposta per investimenti in beni strumentali

La Legge di Bilancio 2021 prevede l’estensione potenziata del credito d’imposta per investimenti in beni strumentali con effetto retroattivo agli investimenti effettuati dal 16.11.2020.

18 gennaio 2021
IVA. Le novità contenute nella Legge di Bilancio 2021

La legge prevede che la memorizzazione telematica del corrispettivo, cioè la digitazione dell’operazione sul registratore telematico deve avvenire nel momento di ultimazione dell’operazione, eliminando di fatto un vuoto normativo, che si era tentato di colmare con interventi di prassi.

14 gennaio 2021
Credito e liquidità: le principali misure previste dalla Legge Finanziaria per le PMI

Legge di Bilancio 2021: cosa cambia per imprese e professionisti con specifico riferimento ad alcune delle principali “misure per la liquidità”; di seguito un approfondimento degli interventi previsti.

12 gennaio 2021
Dal 1 gennaio IVA al 5% su mascherine e altri dispositivi medici

Seguendo la  direttiva n. 2020/2020/UE la legge di Bilancio 2021 ha previsto la possibilità di applicare fino al 31 dicembre 2022 il regime di “aliquota zero” per la strumentazione diagnostica e i vaccini contro l’epidemia. 

8 gennaio 2021
Bonus pubblicità. Due anni di proroga per il credito d'imposta al 50%

La Legge di Bilancio 2021 ha prorogato per il 2021 e 2022 una serie di misure di sostegno per il settore editoriale

8 gennaio 2021
Finanziamenti COVID – 19. Sei soffocato dalla burocrazia? Fatti aiutare dagli esperti!!

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito. Negli ultimi anni abbiamo sviluppato una grande esperienza nella gestione delle procedure per accedere alle garanzie del Fondo Centrale di Garanzia PMI.

8 maggio 2020
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional