Speciale Coronavirus

Le misure di contrasto Coronavirus

Coronavirus

Domenica 26 aprile il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato in conferenza stampa le misure per il contenimento dell'emergenza Covid-19 nella cosiddetta "fase due".

Visualizza il DPCM 26 aprile 2020

Venerdì 10 aprile 2020 il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato in conferenza stampa di aver firmato il nuovo dpcm con cui vengono prorogate fino al 3 maggio le misure restrittive sin qui adottate per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Con il nuovo Dpcm, a partire dal 14 aprile, sarà però permessa l’apertura delle cartolerie, delle librerie e dei negozi di vestiti per bambini e neonati e vengono inserite tra le attività produttive consentite la silvicoltura e l'industria del legno. 

Per quanto riguarda la c.d “fase 2”, il Presidente ha dichiarato che il Governo è già al lavoro per far ripartire il sistema produttivo attraverso un programma articolato che poggia su due pilastri: l'istituzione di un gruppo di lavoro di esperti e il protocollo di sicurezza nei luoghi di lavoro. Il Comitato, guidato da Vittorio Colao e composto da esperti in materia economica e sociale, avrà il compito, di concerto con il Comitato tecnico-scientifico, di elaborare le misure necessarie per una ripresa graduale nei diversi settori delle attività sociali, economiche e produttive, anche attraverso l’individuazione di nuovi modelli organizzativi e relazionali, che tengano conto delle esigenze di contenimento e prevenzione dell’emergenza.

 

 > Visualizza il DPCM 1 aprile 2020


Coronavirus, firmato il Dpcm 22 marzo 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il dpcm che introduce ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale.

Dal 23 marzo al 13 aprile:

- sono sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1 del decreto.
Le attività produttive che sarebbero sospese possono comunque proseguire se organizzate in modalità a distanza o lavoro agile;

- sono sempre consentite anche le attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui all’allegato 1, in questo caso va fatta comunicazione al Prefetto della provincia ove è ubicata l’attività produttiva;

- le imprese le cui attività sono sospese completano le attività necessarie alla sospensione entro il 25 marzo 2020, compresa la spedizione della merce in giacenza;

- le attività professionali non sono sospese e restano in vigore le raccomandazioni del Dpcm 11 marzo 2020. (massimo utilizzo di modalità di lavoro agile, ferie, congedi retribuiti, protocolli di sicurezza anti-contagio, distanza interpersonale di un metro, strumenti di protezione individuale, operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro);

- per le attività commerciali resta fermo quanto disposto dal dpcm 11 marzo 2020 e dall’ordinanza del ministro della Salute del 20 marzo 2020;

- è vietato a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati dal comune in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute;

- sempre consentita l’attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna di farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico-chirurgici nonché di prodotti agricoli e alimentari;

- sono consentite le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, previa comunicazione al Prefetto della provincia dove insiste l’attività produttiva, dalla cui interruzione derivi un grave pregiudizio all'impianto stesso o un pericolo di incidente;

- i termini per le misure previste dal DPCM 11 marzo 2020 e dall'Ordinanza del Ministro della Salute del 20 marzo 2020 sono prorogati al 3 aprile

DPCM 22 MARZO (VERSIONE INTEGRALE)

ORDINANZA MINISTERO DELLA SALUTE - 22 MARZO

Nuove restrizioni in tutta Italia per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 sono state adottate venerdì 20 marzo con un’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza. "È necessario fare ancora di più per contenere il contagio - ha dichiarato il ministro -. Garantire un efficace distanziamento sociale è fondamentale per combattere la diffusione del virus. Il comportamento di ciascuno è essenziale per vincere la battaglia".

Di seguito le misure stabilite nell'ordinanza, che avranno validità fino al 25 marzo:

  • è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;
  • non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;
  • sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali;
  • restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;
  • nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Leggi l'ordinanza.

 

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm recante ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 sull'intero territorio nazionale.

CLICCA QUI PER APRIRE IL TESTO DEL DPCM 11 MARZO 2020

 

ATTIVITÀ COMMERCIALI

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, ad eccezione delle seguenti attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l’accesso alle sole predette attività (quindi tutte le attività commerciali al dettaglio che non sono in questo elenco devono chiudere):

  • Ipermercati
  • Supermercati
  • Discount di alimentari
  • Minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimentari vari
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2)
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiale elettrico e termoidraulico
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  • Commercio al dettaglio di articoli per l'illuminazione
  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • Farmacie
  • Commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di articoli di profumeria, prodotti per toletta e per l'igiene personale
  • Commercio al dettaglio di piccoli animali domestici
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato per televisione
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

 

> Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

 

> Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

 

> Sono sospese tutte le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto.

 

> Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti)

 

Altre attività consentite:

  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali
  • Altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse

 

ALTRI SERVIZI

Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

 

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Le pubbliche amministrazioni, fermo restando la raccomandazione di far fruire ai propri dipendenti di periodi di ferie e congedo, fatte salve le attività strettamente necessarie alla gestione dell’emergenza, assicurano lo svolgimento in via ordinaria delle prestazioni lavorative in forma agile del proprio personale dipendente, anche in deroga agli accordi individuali e agli obblighi informativi previsti e individuano le attività indifferibili da rendere in presenza.

 

ATTIVITÀ’ PRODUTTIVE E PROFESSIONALI

In ordine alle attività produttive e alle attività professionali si raccomanda che:

a) sia attuato il massimo utilizzo da parte delle imprese di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza;

b) siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva;

c) siano sospese le attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione;

d) assumano protocolli di sicurezza anti-contagio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, con adozione di strumenti di protezione individuale;

e) siano incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro, anche utilizzando a tal fine forme di ammortizzatori sociali; 

> Per le sole attività produttive si raccomanda altresì che siano limitati al massimo gli spostamenti all'interno dei siti e contingentato l’accesso agli spazi comuni.

Di seguito i DPCM precedenti:

CLICCA QUI PER APRIRE IL TESTO DEL DPCM 9 MARZO 2020

CLICCA QUI PER APRIRE IL TESTO DEL DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 8 marzo 2020 

A seguito di quanto previsto dal “DPCM 11 marzo 2020 – Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”, al fine di prevenire e tutelare LA SALUTE DELLE PERSONE.


Per quanto riguarda gli Uffici Confesercenti, tutte le attività ordinarie e i servizi verranno regolarmente svolti SOLO in modalità telefonica e/o telematica in remoto.

Eventuali consulenze in sede potranno essere svolte solo su appuntamento e per comprovate esigenze che necessitano della presenza fisica della persona. 

In ogni caso dovranno essere rispettate le norme igienico sanitarie che garantiscano la distanza minima di ALMENO UN METRO tra le persone.

Per appuntamenti telefonici, Vi invitiamo a contattare il vostro consulente di riferimento o il seguente numero: 055 27051.

GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE 

Sulla base di quanto disposto dal Dpcm 8 marzo 2020, vi invitiamo a scaricare la locandina informativa che ti invitiamo ad affiggere all’ingresso e all’interno del punto vendita.

 

#Coronavirus. Le regole per gli spostamenti


Modulo autocertificazione


Decreto #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo

  

Cosap: Il Comune di Firenze sospende il pagamento di marzo


Elenco Centri Commerciali Naturali che effettuano la consegnano a domicilio

 

Chiarimenti in merito alle disposizioni applicabili ai casi di cancellazioni di pacchetti turistici o di singoli servizi turistici connessi all’attuale situazione derivante dall'epidemia di coronavirus

 

Nota dell’ufficio legale Assoviaggi -  Fondo Garanzia Viaggi. Questione viaggi di istruzione, gite scolastiche e annullamenti conseguenti all’emergenza Covid-19

 

Crisi Coronavirus: per il comparto del turismo organizzato le misure annunciate dal Governo non bastano


Decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9, recante Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 – Disposizioni di interesse per il comparto Turismo 

Coronavirus, cosa può fare Firenze. (Il documento presentato al Sindaco di Firenze Dario Nardella)

 

Covid-19. Raccomandazioni per la prevenzione (Ministero della Salute)

 

 




24 febbraio 2020
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Enasarco/Firr: tanto tuonò che non piovve

In una nota congiunta, i Consiglieri di Amministrazione di Fondazione Enasarco Luca Gaburro (Federagenti), Antonino Marcianò (Fiarc), Alfonsino Mei (Anasf), Davide Ricci (Federagenti), Gianni Guido Triolo (Confesercenti), rappresentanti delle sigle che sostengono la lista unitaria "Fare Presto!", candidata alla guida dell'Ente per il prossimo Quadriennio, rendono noto quanto di seguito

28 maggio 2020
SIAE. Nuovi differimenti e provvedimenti

Il Consiglio di gestione SIAE ha assunto dei provvedimenti riguardanti, tra l'altro, il settore delle utlizzazioni di pubblica esecuzione/rappresentazione e di musica d'ambiente.

27 maggio 2020
Cescot è con te per la ripartenza!

Per affrontare la ripresa post emergenza Covid 19 abbiamo programmato 11 incontri sotto forma di moduli di 2 ore ciascuno, che possono essere scelti singolarmente o a pacchetti.

27 maggio 2020
Decreto Rilancio. Le misure previste per le imprese

Il Decreto Rilancio interviene in diversi ambiti, in modo trasversale, con l’intento di assicurare l’unitarietà, l’organicità, e la compiutezza delle misure volte alla tutela delle famiglie e dei lavoratori, alla salvaguardia e al sostegno delle imprese, degli artigiani e dei liberi professionisti, al consolidamento, snellimento e velocizzazione degli istituti di protezione e coesione sociale.

22 maggio 2020
Anva Confesercenti Firenze. I mercati sono ripartiti in sicurezza

In questo momento è molto importante il messaggio lanciato dalla riapertura a pieno organico dei mercati, per una categoria che è stata “chiusa” per circa due mesi.

19 maggio 2020
Le garanzie per l'accesso al credito

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito; anche attraverso l'attività ed il lavoro di Italia Comfidi.

19 maggio 2020
La riapertura delle attività. Tutto quello che c'è da sapere

Dopo una intensissima attività svolta dalla nostra Associazione e con un lavoro costante nei confronti della Regione Toscana e del Governo, nella serata del 15.5 si è tenuta la Conferenza Stato Regioni, dove è stata trovata l'intesa unanime sia sulla riapertura al 18 Maggio che sulle regole da adottare da parte dei vari settori economici, prevedendo la distanza fra le persone ad 1 metro.

18 maggio 2020
Protocollo anti-contagio. Le nuove regole per la compilazione ed invio

La Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 595 del 11 Maggio 2020 interviene con significative modifiche su quanto precedentemente stabilito in materia di compilazione e invio del “protocollo anti contagio”.

13 maggio 2020
Assosanità. Ulteriori disposizioni in merito ai test sierologici rapidi connessi alla emergenza pandemia da COVID-19

La Regione Toscana con l’Ordinanza n. 54 del 6 maggio 2020 ha esteso la possibilità di fare il test sierologico gratuito ad altre categorie di persone, oltre a quelle già previste nelle due ordinanze precedenti, e prevede la possibilità che possano richiederlo anche i medici e i pediatri di famiglia.

8 maggio 2020
Finanziamenti COVID – 19. Sei soffocato dalla burocrazia? Fatti aiutare dagli esperti!!

Confesercenti lavora da sempre al fianco delle imprese per assisterle nell’accesso al credito. Negli ultimi anni abbiamo sviluppato una grande esperienza nella gestione delle procedure per accedere alle garanzie del Fondo Centrale di Garanzia PMI.

8 maggio 2020
Pensa alla tua formazione!

Cescot Firenze, agenzia formativa di Confesercenti, pensa alla tua formazione anche “a distanza”. I percorsi formativi usufruibili online riguardano corsi di aggiornamento obbligatori in materia di sicurezza D.lgs 81/2008 e igiene degli alimenti (HACCP) e sono i seguenti

7 maggio 2020
Covid-19: Focus sulla Somministrazione di alimenti e Bevande

Come Fiepet-Confesercenti Firenze abbiamo, quindi, ritenuto utile predisporre una guida operativa affinché le imprese siamo informate sulle prescrizioni previste per tale attività, pur consapevoli che questa misura, insieme alla consegna a domicilio, non rappresentino la soluzione alla situazione drammatica che stiamo vivendo.

7 maggio 2020
Impresa SIcura: al via i rimborsi per le imprese che hanno acquistato DPI

Il bando consente di ottenere il rimborso delle spese sostenute dalle aziende per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale finalizzati al contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19. 

5 maggio 2020
Salviamo il Lavoro. Consegnato ai Sindaci il documento con le 10 proposte di Confesercenti

L’obbiettivo è quello di porre al centro dell’attenzione la drammatica situazione delle piccole imprese del commercio, servizi, turismo e somministrazione piegate da oltre 50 giorni di chiusura attività senza che, nel contempo, siano arrivati aiuti davvero concreti e tangibili al settore. 

1 maggio 2020
Vuoi effettuare una sanificazione professionale della tua attività? Contatta Confesercenti Firenze

L’ordinanza n.38 del 18 Aprile 2020 firmata dal Presidente della regione Toscana Enrico Rossi  ha introdotto nuove prescrizioni per le attività economiche già aperte, per quelle autorizzate alla riapertura e per quelle che nel frattempo, in deroga ai codici ATECO autorizzati, hanno riaperto con il via libera della prefettura.

24 aprile 2020
Emergenza Coronavirus. Le richieste di Assoacconciatori

Negli ultimi giorni sta aumentando il clima di incertezza e apprensione nel settore “bellezza e benessere”, che raccoglie parrucchieri e centri estetici; Confesercenti, attraverso il suo sindacato Assoacconciatori esprime la piena vicinanza e supporto all’intera categoria.

21 aprile 2020
Modello 730/2020. Modello e istruzioni

I lavoratori dipendenti e i pensionati (in possesso di determinati redditi) possono presentare la dichiarazione con il modello 730. Utilizzare il modello 730 è vantaggioso

17 aprile 2020
Bonus pubblicità al 30% per il 2020 e senza riferimento agli investimenti incrementali

Secondo quanto previsto dall'articolo 98 del Dl 18/2020 (Decreto CuraItalia), è stato rafforzato il credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari; con l'obiettivo di supportare indirettamente le numerose realtà editoriali che per l’emergenza Covid-19 rischiano di vedere pregiudicata la propria sostenibilità economica.

15 aprile 2020
Decreto liquidità: via libera al finanziamento fino a 25.000€

A seguito della pubblicazione del Decreto liquidità in Gazzetta ufficiale, il Ministero dello Sviluppo economico si è adoperato per rendere immediatamente attuative le misure approvate in favore di imprese, artigiani, autonomi e professionisti.

14 aprile 2020
Sisma Mugello, aperto il bando per microcredito alle imprese colpite

Con la pubblicazione avvenuta sul BURT, il Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, sono aperti i termini per presentare le domande di microcredito da parte delle imprese che hanno subito danni indiretti dal sisma del dicembre 2019 che ha colpito il Mugello. La dotazione è di circa 3,9 mln di euro. L’importo del finanziamento va da un minimo di 5.000 ad un massimo di 20.000 euro.

14 aprile 2020
Decreto Liquidità. Le misure per il credito

In attesa delle disposizioni operative che verranno diffuse da istituti bancari e confidi, vi illustriamo le principali misure sul tema del credito introdotte dal Decreto Liquidità. Non appena avremo tutte le informazioni necessarie comunicheremo gli strumenti e l'assistenza che il sistema Confesercenti potrà mettere a disposizione

 

10 aprile 2020
Esteso il credito d’imposta per le spese di sanificazione

La modifica apportata consiste nell’estensione delle tipologie di spese ammissibili all’agevolazione a favore dei costi di acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi di sicurezza, atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione accidentale ad agenti biologici e a garantire la distanza di sicurezza interpersonale.

10 aprile 2020
Decreto Liquidità. Sospensione dei termini di versamento

I versamenti in scadenza ad aprile e maggio 2020 sono rinviati al 30 giugno; ma a condizione che vi sia una riduzione del fatturato almeno del 33% (o del 50% per le grandi imprese) rispetto agli stessi mesi del periodo d’imposta precedente.

9 aprile 2020
Tutela del centro storico, accordo tra Comune e Regione per la proroga di tre anni al blocco di nuove aperture alimentari e di somministrazione

Rinnovo per altri 3 anni del blocco alle aperture di nuovi esercizi alimentari e di somministrazione in centro storico. È quanto prevedono due delibere sull'intesa tra Comune di Firenze e Regione Toscana, una portata dall'assessore al commercio Federico Gianassi e approvata dalla giunta comunale, e l'altra dell'assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo approvata dalla giunta regionale.

8 aprile 2020
COVID-19 SIAE. Provvedimenti in materia di incasso dei diritti d’autore per musica d’ambiente e pubblica esecuzione

La nostra associazione di categoria ha già posto il tema degli abbonamenti annuali di musica d’ambiente per gli utilizzatori che, a causa della drammatica situazione che sta attraversando il Paese, hanno interrotto l’attività, e la SIAE sta effettuando una valutazione complessiva degli interventi necessari, a quando sarà possibile avere un quadro più chiaro della situazione, sulla base dei provvedimenti che assumerà il Governo in materia di chiusura delle attività.

7 aprile 2020
Emergenza Coronavirus. Ultimi aggiornamenti e info su servizi gratuiti per i soci

Il DPCM dell'1.4.2020 ha prorogato alla data del 13 aprile prossimo tutte le misure adottate, a più riprese nel mese di marzo scorso, per il contenimento del contagio da COVID-19. Ciò significa che tutte le attuali regole inerenti sia le varie disposizioni sanitarie sia la chiusura di numerose tipologie di attività economiche, sono prorogate al 13.4.2020. 

3 aprile 2020
Enasarco, il Ministero interviene per ripristinare le elezioni

Il Ministero del Lavoro ha intimato al Presidente Costa di ripristinare subito la procedura elettorale recentemente bloccata, riservandosi di valutare eventuali azioni di responsabilità qualora continuasse la condotta omissiva rispetto alla definizione del procedimento elettorale.

2 aprile 2020
Unione dei Comuni del Mugello. Imposta di Soggiorno

L’Unione dei Comuni del Mugello, anche grazie alla sollecitazione di Assohotel-Confesercenti Firenze tramite il tavolo di crisi presso la Città Metropolitana di Firenze, ha deciso il rinvio degli adempimenti e del versamento dell’imposta di soggiorno.

1 aprile 2020
INPS. Modalità semplificata di compilazione e invio on line di alcune delle domande di prestazione per l’emergenza Coronavirus

Con messaggio Hermes 1381, Inps ha fornito le istruzioni per l’accesso diretto da parte degli utenti sul portale dell’Istituto per con modalità semplificata di compilazione e invio on line di alcune delle domande di prestazione per l’emergenza Coronavirus.

27 marzo 2020
COVID-19, la diaria Hygeia per gli associati Confesercenti

Per l’attivazione della garanzia è necessario il referto del tampone che attesti la positività al virus COVID-19, rilasciato dalle Autorità competenti su conferma del Ministero della Salute e/o dell’Istituto Superiore di Sanità. In caso di ricovero presso strutture pubbliche individuate per il trattamento del virus dal Ministero, l’Assicurato avrà diritto a un’indennità di € 40,00 per ogni notte di ricovero per un periodo non superiore a 50 giorni all’anno (si specifica che la giornata di ingresso e dimissione costituiscono un’unica giornata ai fini della corresponsione della diaria).

25 marzo 2020
Decreto Cura Italia Le misure sul Lavoro

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18  recante “misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. 

19 marzo 2020
Anche agli agenti di commercio l'indennità di sostegno al reddito di 600 euro

La lettera della Fiarc ha avuto un primo riscontro positivo e immediato da parte del governo Il presidente Marcianò: "Intervento apprezzabile, la categoria non avrebbe capito l'esclusione"

19 marzo 2020
EBCT – primo stanziamento di 350mila euro a supporto di lavoratori ed imprese del Terziario in Toscana

I rappresentanti della Confesercenti Toscana e delle segreterie regionali di Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs si sono incontrati ed hanno dato mandato ad EBCT - ente bilaterale regionale del terziario, commercio e turismo – di stanziare un primo plafond di 350mila euro da destinarsi a misure per il supporto di lavoratori ed imprese iscritte.

17 marzo 2020
Prosegue il lavoro di #TuscanyTogether con i laboratori digitali per gli operatori turistici

La Toscana guarda al futuro e di fronte alle contingenze attuali dà il via ai “digital labs”.

17 marzo 2020
Credito di imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Con la Legge di Bilancio 2020 viene introdotto, in sostituzione del cd. superammortamento e iperammortamento, un nuovo credito d’imposta per le spese sostenute a titolo di investimento in beni strumentali nuovi. Il nuovo credito d’imposta è inquadrabile nel progetto di revisione complessiva delle misure fiscali di sostegno del “Piano industria 4.0”.

16 gennaio 2020
Aderisci a Confesercenti! Per Te, un'importante ed esclusiva copertura sanitaria gratuita!

Mettiamo a disposizione di tutti i soci Confesercenti una vantaggiosa Copertura sanitaria integrativa esclusiva. Un nuovo servizio di grande valore ed un vantaggio reale nella vita di tutti i giorni in termini economici e di qualità del servizio

1 agosto 2019
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional