Turismo, le proposte per la ripartenza del settore al centro dell’incontro del sindaco Nardella con gli albergatori

Oggi nel Salone dei Duecento il sindaco e l’assessore Del Re con i rappresentanti di Assohotel Confesercenti, Aia Federalberghi e Confindustria Firenze

Incontro 20.4

Una norma per la riduzione dei canoni di locazione e affitto d'azienda, l’introduzione del passaporto sanitario, ma anche strumenti finanziari a sostegno della ripartenza del settore ricettivo e l’estensione dell’Ecobonus 110% per la riqualificazione delle strutture turistico-ricettive, nell’ambito e di pari passo con la messa in campo di una nuova norma sugli affitti turistici e di una legge speciale per le città d’arte. Sono alcuni dei temi al centro dell’incontro di oggi nel Salone dei Duecento di Palazzo Vecchio tra il sindaco Dario Nardella, l’assessore al Turismo Cecilia Del Re e gli albergatori di Assohotel Confesercenti Firenze, Aia Federalberghi Firenze e Confindustria Firenze – Sezione industria alberghiera, con i rispettivi presidenti Cristina Pagani, Francesco Bechi e Stefano Rosselli. 

 

“La situazione è molto complessa ed è arrivato il momento di riconoscere davvero una specificità alle città d’arte – ha detto il sindaco Nardella -, come già avvenuto nella manovra dello scorso anno per l’imposta di soggiorno, ma con un intervento che deve diventare trasversale per arrivare ad applicare misure specifiche a sostegno di soggetti come le strutture ricettive. Ciò significa anche portare al tavolo del governo la necessità di riprendere in mano la norma per la regolamentazione degli affitti turistici e delle piattaforme online: su questo abbiamo già avanzato la nostra proposta al ministro del Turismo Garavaglia per prevedere l’introduzione di un tetto al numero di giorni e appartamenti. Di pari passo – ha proseguito Nardella -, a partire da settembre intensificheremo i controlli in tema di monitoraggio della residenza. Più in generale, prosegue il nostro impegno per lo sviluppo di un modello sostenibile di turismo, sul quale lavoriamo da tempo per promuovere percorsi e iniziative improntate ad attrarre in città un turismo diverso da quello mordi e fuggi. Sul tema della riduzione dei canoni di locazione e affitto di azienda – ha concluso il sindaco -, siamo al 30-35% di adesione alla nostra iniziativa di riduzione dell’Imu ai proprietari che garantiscono uno sconto di almeno il 30% per almeno sei mesi: è necessario quindi un intervento normativo in tal senso”.  

“L’incontro di oggi – ha detto l’assessore Del Re – si inserisce all’interno di un dialogo che abbiamo mantenuto con il settore alberghiero e del turismo in questo anno di grande difficoltà e che ha visto un impegno congiunto e reciproco per non restare fermi, stimolando sempre nuove sinergie e progetti anche nel momento in cui il turismo è venuto meno per farsi trovare pronti per la ripartenza e ripensarsi. Alla base di questo lavoro, c’è una visione condivisa che vogliamo portare avanti per porre le fondamenta di un turismo consapevole e sostenibile, rispettoso del patrimonio e della comunità. Il nostro impegno è quello di portare all’attenzione del governo anche la necessità di una nuova governance del turismo per le città d’arte, oggi mediata dalle Regioni, in modo da avere un rapporto più diretto e autonomo con il ministero del Turismo ed essere in grado di governare fenomeni che per prime le città d’arte si trovano ad affrontare senza avere la competenza per intervenire e le risorse necessarie per farlo. Infine – ha concluso l’assessore Del Re -, è importante sottolineare anche la specificità dell’attività alberghiera, che riguarda strutture di medie e grandi dimensioni con un fattore occupazionale importante, e che necessitano di essere sostenute per sostenere l’intera filiera”.

Molte attività turistico-ricettive, in particolare nei centri storici, lavorano su immobili in affitto con canoni di locazione molto elevati, diventati insostenibili a causa della pandemia. Gli albergatori propongono un intervento normativo che garantisca una riduzione del 50% del canone per il conduttore, riconoscendo al locatore di ripianare parte delle perdite con una tassazione agevolata secca al 10%. Inoltre, la proroga fino a tutto il 2021 del credito d'imposta del 60% che ad oggi per le strutture ricettive è previsto invece fino al mese di aprile. Per quanto riguarda gli strumenti finanziari a sostegno della ripartenza del settore, è emersa la necessità per la riqualificazione dell'offerta ricettiva, con durata temporale di almeno 20 anni e pre-ammortamenti 3/5 anni volti anche a mantenere in essere i posti di lavoro: allungamento durate finanziamenti garantiti dal Fondo di garanzia per le pmi almeno fino a 20 anni; prorogare le moratorie almeno fino al 31 dicembre 2021 dei mutui e dei finanziamenti. Tra i punti anche l’estensione dell’Ecobonus 110% per la riqualificazione delle strutture turistico ricettive. Tutti interventi che vanno a inserirsi nell’ambito del percorso per arrivare a una legge speciale per le città d’arte, con risorse e provvedimenti dedicati in grado di favorire un piano di investimenti per una nuova programmazione improntata alla sostenibilità. A questo proposito, è stata sottolineata l’importanza di una disciplina degli affitti turistici per restituire alle aziende e alla forza lavoro, pari condizioni di competizione e regole e ripensare lo sviluppo del turismo anche in termini di impatto sulla vita della città e dei cittadini. 

Fonte: Comune di Firenze

20 aprile 2021
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
“L’Oltrarno visto da porta Romana: aneddoti, curiosità, i CCN e gli artigiani”. Il tour di sabato 15 maggio

Sabato 15 maggio tra le 9.00 e le 13.00 le guide di Federagit Firenze aderenti a Feel Florence organizzano la visita “L’Oltrarno visto da porta Romana: aneddoti, curiosità, i CCN e gli artigiani”; si tratta dell’evento conclusivo dell’iniziativa “Firenze Insolita? Meglio con la guida”, progetto realizzato con il contributo dell’Assessorato al Turismo.

13 maggio 2021
Ingresso in Italia di cittadini provenienti da Paesi di cui all’Elenco C dell’allegato 20 al DPCM 2 marzo 2021

Ai sensi dell’art. 50 del DPCM 2 marzo 2021, tuttora applicabile in relazione a quanto previsto dall’art. 1 del DL n. 52/2021, chiunque fa ingresso per qualsiasi durata nel territorio nazionale da Stati o territori esteri di cui agli elenchi B, C, D, ed E dell'allegato 20 è tenuto a consegnare al vettore all'atto dell'imbarco e a chiunque sia deputato a effettuare controlli una dichiarazione resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del dPR n. 445/2000, recante l'indicazione in modo chiaro e dettagliato, tale da consentire le verifiche, dei Paesi e territori esteri nei quali la persona ha soggiornato o transitato nei quattordici giorni anteriori all'ingresso in Italia.

7 maggio 2021
Si rafforza l’asse Firenze-Venezia

Le richieste avanzate vanno dal sostegno economico agli incentivi per promuovere congiuntamente una ripresa internazionale, puntando sulla salvaguardia della filiera del turismo, sul tema strategico dei trasporti, sulla residenzialità e le regolamentazioni nel settore delle locazioni turistiche.

28 aprile 2021
Turismo open air: Assocamping Confesercenti, stagione estiva 2021 finalmente al via per campeggi e villaggi turistici

Da oggi gli spostamenti sono liberi tra regioni gialle e tra tutte le altre regioni con il Green Pass (vaccino, guarigione, tampone), e anche i nostri campeggi e villaggi turistici ad attivazione stagionale estiva apriranno a pieno regime, con l’avvio di tutte le attività interne, nel consueto e rigoroso rispetto di tutte le disposizioni richieste dai protocolli anti-Covid e garantendo una vacanza in assoluta sicurezza. Ma la ripartenza non basta a cancellare le gravi difficoltà delle imprese.

28 aprile 2021
Servizio di apertura al pubblico del circuito dei Musei del Bargello

Il Direttore dei Musei del Bargello ha decretato la ripresa del servizio di apertura al pubblico, a partire dal prossimo lunedì 3 maggio 2021 e nei modi di seguito dettagliati, dei seguenti istituti afferenti al circuito dei Musei del Bargello: Museo Nazionale del Bargello; Museo delle Cappelle Medicee e Museo di Palazzo Davanzati.

26 aprile 2021
Assoturismo: con restrizioni e vaccinazioni lente presenze in calo anche nel 2021

Tra coprifuoco alle 22.00 fino al 31 luglio, vaccinazioni che procedono troppo lentamente e incertezze sulla ripartenza delle imprese e del movimento delle persone, il turismo rischia di affondare anche nel 2021: senza una netta inversione di tendenza, rischiamo di scendere a fine anno al di sotto delle 187 milioni di presenze (-8,2%), con un ulteriore assottigliamento dei flussi dall’estero (-14 milioni di presenze). Uno scenario che porterebbe a oltre 220mila le imprese del settore a rischio chiusura.

26 aprile 2021
Il turismo organizzato unito per indennizzi e ripartenza. Il Ministro Garavaglia risponde alle domande del settore

Durante l’evento trasmesso in diretta sui canali social delle associazioni, al quale hanno partecipato migliaia di operatori con oltre 10.000 visualizzazioni, i Presidenti Ivana Jelinic, Pier Ezhaya, Franco Gattinoni, Domenico Pellegrino e Gianni Rebecchi hanno chiesto al Ministro un aggiornamento sulle varie attività in corso in termini di indennizzi economici e ripartenza.

20 aprile 2021
Fiesole Insolita, dodici appuntamenti per scoprire il territorio fiorentino con le guide turistiche abilitate

Federagit Firenze presenta “FIESOLE INSOLITA: IL GRAND TOUR”, dodici visite guidate per scoprire il territorio di Fiesole. L’obbiettivo dell’associazione, che tutela e promuove i professionisti del turismo, è quello di fare sistema e creare uno spunto per la ripartenza della filiera del turismo devastata dalla gravissima crisi in atto.

17 aprile 2021
Piscine in attività turistico ricettive. Uso acqua potabile proveniente da acquedotto

Con decreto del Direttore Generale AIT n. 32 del 23/03/2021, l’Autorità Idrica Toscana, considerato il perdurare della situazione di emergenza sanitaria epidemiologica da COVID-19, ha provveduto ad approvare il nuovo procedimento per l’utilizzo dell'acqua proveniente da pubblico acquedotto per il riempimento delle piscine di proprietà pubblica o privata destinate ad un'utenza pubblica (piscine pubbliche o ad uso collettivo inserite in strutture adibite ad attività turistico alberghiere o agrituristiche o ricettive).

30 marzo 2021
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional