Voucher digitalizzazione. Nel 2018 opportunità per le micro/piccole/medie imprese

Le risorse finanziarie disponibili per la concessione dei Voucher in epigrafe sono pari a complessivi Euro 100 milioni

Tecnologia

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 4 novembre scorso l’Avviso del Ministero dello sviluppo economico, concernente la recente adozione e la disponibilità sul portale www.mise.gov.it dell’atteso Decreto Direttoriale 24 ottobre 2017, recante le modalità e i termini per la presentazione delle domande di accesso al previsto contributo in favore di Imprese di Micro, Piccole e Medie dimensioni per la digitalizzazione dei processi aziendali e l'ammodernamento tecnologico.

A norma del nuovo Decreto le relative istanze da parte delle aziende, corredate da una dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante il possesso dei requisiti necessari con indicazione delle spese da sostenere e dell'importo del Voucher richiesto, devono essere presentate esclusivamente in via telematica nel periodo di apertura dell’apposito sportello on line, fissato dal 30 gennaio al 9 febbraio 2018 pp. vv.

Di seguito illustriamo in sintesi il contenuto del Decreto e dell’acclusa modulistica.

 

AGEVOLAZIONE

Concessione di finanziamenti a fondo perduto, tramite voucher non oltre Euro 10.000 ad ogni beneficiario, per iniziative aziendali in ambito digitale (software, connessione internet con tecnologia satellitare, tele-lavoro, banda larga, e-commerce, formazione qualificata ICT).

 

GESTORE INTERVENTI

Ministero dello sviluppo economico, Direzione Generale per gli incentivi alle imprese, che acquisisce le istanze tramite portale internet www.mise.gov.it

 

DESTINATARI

MPMI (Micro, Piccole e Medie Imprese) che si trovino nelle seguenti condizioni:

  • non abbiano ricevuto altri contributi pubblici per le medesime spese;
  • non siano sottoposte a procedura concorsuale, né si trovino in stato di fallimento, o di liquidazione anche volontaria, o di amministrazione controllata o infine di concordato preventivo;
  • dichiarino in sede di presentazione della domanda che l’importo del voucher richiesto non determina il superamento del massimale “de minimis” di loro spettanza in applicazione degli artt. 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea;
  • dispongano di un valido indirizzo PEC e della firma digitale di un suo delegato all’interno dell’organizzazione

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse finanziarie disponibili per la concessione dei Voucher in epigrafe sono pari a complessivi Euro 100 milioni, ripartiti come segue:

  • € 5.867.283,77 per progetti realizzati in unità produttive ubicate in Abruzzo, Molise e Sardegna (c.d. Regioni in transizione);
  • € 26.676.395,23 per progetti in unità produttive ubicate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia (c.d. Regioni meno sviluppate);

€ 67.456.321,00 a valere sulle risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, per progetti realizzati in unità produttive in tutte le altre Regioni e Province Autonome del territorio nazionale.

MODALITA’ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE

La procedura di inoltro della richiesta di contributo, previo ingresso nella piattaforma informatica del MISE con identificazione ed autenticazione della firma digitale del legale rappresentante dell’azienda proponente tramite la Carta nazionale dei servizi, si ripartisce nelle seguenti fasi:

 

1. Compilazione della domanda, a partire dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2018

  • immissione delle informazioni necessarie e caricamento dei relativi allegati;
  • generazione del modulo di domanda in formato pdf immodificabile con i dati dell’impresa interessata e contestuale apposizione della firma digitale;
  • caricamento dell’istanza sottoscritta digitalmente e conseguente rilascio del relativo “codice di predisposizione domanda”, necessario per l’effettivo invio.

 

2. Invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018

  • immissione del predetto “codice di predisposizione domanda”, costituente formale inoltro ad ogni effetto, non oltre l’indicato termine finale;
  • rilascio, da parte della piattaforma informatica MISE, dell’attestazione di avvenuta presentazione recante la data e l’orario esatto di acquisizione dell’istanza.

 

NB: entro un mese dalla predetta data di chiusura dello sportello informatico, il Ministero dello sviluppo economico adotterà un provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher, su base regionale, recante l’indicazione delle imprese interessate e l’importo del contributo prenotato.

ASSEGNAZIONE DEFINITIVA ED EROGAZIONE DEL VOUCHER

Entro i successivi trenta giorni l’azienda, iscritta nell’anzidetto provvedimento cumulativo di prenotazione, dovrà presentare in via telematica al MISE apposita richiesta di erogazione, corredata dalle seguenti attestazioni concernenti la rendicontazione delle spese sostenute:

  • documentazione di spesa: i titoli di spesa devono riportare la dicitura: “Spesa di euro ... dichiarata per l’erogazione del Voucher di cui al DM 23 settembre 2014” eventualmente integrata, per i predetti progetti di spesa a valere sul PON, con l’ulteriore dicitura “Programma operativo nazionale Imprese e competitività 2014-2020”;
  • estratti del conto corrente da cui risultino i pagamenti connessi alla realizzazione del progetto agevolato;
  • liberatorie sottoscritte dai fornitori dei beni e dei servizi acquisiti (v. allegato n. 4), con l’eventuale indicazione degli ambiti operativi di riferimento qualora si tratti di servizi di consulenza e di formazione;
  • resoconto sulla realizzazione del progetto, comprensivo del quadro riassuntivo dei costi sostenuti (v. allegato n. 5);
  • coordinate bancarie del conto corrente su sui andrà versato l’importo del Voucher.

 

NB: entro due mesi dal ricevimento dell’anzidetta istanza aziendale il Ministero dello sviluppo economico, previa verifica in sede istruttoria anche in ordine alla regolarità contributiva dell’impresa richiedente (DURC), determinerà con apposito provvedimento l’importo del Voucher da erogare in relazione ai titoli di spesa ritenuti ammissibili.

 

Nel dettaglio con il Voucher per la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico delle PMI è possibile finanziare:

  • L’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali
  • L’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati alla modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, con particolare riferimento all’utilizzo di strumenti tecnologici e all’introduzione di forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro.
  • L’acquisto di hardware, software, inclusi software specifici per la gestione delle transazioni on-line e per i sistemi di sicurezza della connessione di rete, e servizi di consulenza specialistica strettamente finalizzati allo sviluppo di soluzioni di e-commerce.
  • Le spese per realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche, quali lavori di fornitura, posa, attestazione, collaudo dei cavi, e ai costi di dotazione e installazione degli apparati necessari alla connettività a banda larga e ultralarga.
  • Le spese relative all’acquisto e all’attivazione di decoder e parabole per il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare.

Le spese per la partecipazione a corsi e per l’acquisizione di servizi di formazione qualificata.

Il provvedimento riguarda le Micro, le Piccole e le Medie Imprese ed è relativo a INVESTIMENTI DA EFFETTUARE DOPO LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA.

Le domande, pertanto, non riguardano SPESE Già SOSTENUTE e dovranno essere presentate sulla base di preventivi.

 

Le aziende interessate possono contattare la Confesercenti di Firenze al 055.27051

20 dicembre 2017
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Whatsapp
Condividi su Google Plus
Condividi via posta elettronica
NEWS CORRELATE
Bando NEW ONE, emanato da OmA Osservatorio Mestieri D’Arte e finanziato da Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

Si tratta di un bando finanziato da Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Banca C.R. Firenze S.p.A. e Intesa Sanpaolo S.p.A. e rivolto alle aziende artigiane delle provincie di Firenze, Arezzo e Grosseto e agli Esercenti Storici Fiorentini.

12 febbraio 2018
Fatture di acquisto. Ridotti i tempi per detrarre l’IVA

Con il D.L. “Fiscale” 2017 sono stati modificati i termini per esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA  sulle fatture di acquisto. Con la modifica sono stati ridotti i tempi, ed è necessario porre particolare attenzione nel momento in cui si ricevono le fatture relative all’anno precedente. 

8 febbraio 2018
Settimana Nazionale della Prevenzione Oncologica 2018 LILT

Una iniziativa che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), Ente pubblico che opera sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, realizzerà in occasione della campagna nazionale che sarà promossa nel mese di marzo in tutto il Paese

24 gennaio 2018
Ue, stop a costi extra sui pagamenti con carte di credito

Le nuove norme rafforzano anche i diritti dei consumatori: in caso di furto o frodi con carte o bancomat, il cliente fino ad oggi era tenuto a pagare 150 euro per operazioni che non riconosceva, effettuate prima della sua denuncia. Ora la sua responsabilità scende a 50 euro 

24 gennaio 2018
Confesercenti Firenze: da sempre a sostegno della piccola e media impresa

Confesercenti Metropolitana di Firenze rappresenta e tutela le attività imprenditoriali del territorio, affiancandole con servizi qualificati, in grado di rispondere alle esigenze dell’impresa moderna offrendo nuove opportunità di sviluppo.

24 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità per le Partite Iva

La legge di bilancio 2018 contiene numerose disposizioni tributarie riservate alle imprese. Da sottolineare, l’istituzione di diversi nuovi crediti d’imposta.

22 gennaio 2018
Legge di Bilancio 2018. Le novità in tema di lavoro

Il provvedimento, pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 62 della Gazzetta Ufficiale n. 302 del 29 dicembre 2017, tra le varie misure, prevede incentivi per l'assunzione dei giovani, potenziamento dello strumento di ricollocazione per favorire il reinserimento nel mondo del lavoro, obbligo di tracciabilità per il pagamento degli stipendi da parte dei datori di lavoro, 

19 gennaio 2018
'La migliore tazzina di Firenze'. Una iniziativa nata dalla collaborazione tra Confesercenti e La Nazione

A partire da lunedì 29 gennaio 2018 il quotidiano LA NAZIONE, in collaborazione con Fiepet/Confesercenti proporranno l’iniziativa “LA MIGLIORE TAZZINA DI FIRENZE”, alla quale spero tu vorrai aderire.

18 gennaio 2018
Etichettatura calzature e prodotti tessili

Un’importante novità, volta a riordinare l’apparato sanzionatorio per la violazione delle normative di derivazione europea in materia di etichettature dei prodotti tessili e delle calzature, novità che è entrata  in vigore lo scorso  4 gennaio 2018.

11 gennaio 2018
Da sempre al fianco della piccola e media impresa. Aderire a Confesercenti conviene

Confesercenti è l’associazione che risulta utile a migliaia di imprese che vogliono rimanere sul mercato, che hanno la volontà di crescere e svilupparsi e, per fare questo, hanno bisogno di informazioni, consulenze specialistiche e un’assistenza continua. 

10 gennaio 2018
Imprese: Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili

Eurosportello Confesercenti in collaborazione con la Regione Toscana organizza un evento di promozione del Bando FESR - Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili.

9 gennaio 2018
Messa a terra. L’importanza delle verifiche periodiche

L’impianto di messa a terra è la parte dell’impianto elettrico che interviene in caso di guasto ed evita la folgorazione la folgorazione delle persone; per questo motivo è di vitale importanza mantenere efficienti i dispositivi che compongono l’impianto di terra.

8 gennaio 2018
SISTRI, rinvio al 2019

SISTRI, rinvio al 2019. Sopravvive il regime cartaceo e lo stop alle sanzioni , con un emendamento alla legge di Bilancio 2018 il “doppio binario” per il sistema di tracciabilità dei rifiuti è stato prorogato al 31 dicembre 2018.

8 gennaio 2018
Canone Rai speciale. Importi e modalità per dare disdetta

Canone Rai speciale 2018 per aziende, imprese hotel alberghi negozi esercizi pubblici commerciali importi e come dare la disdetta dell'abbonamento tv

4 gennaio 2018
Sacchetti a pagamento, il “Day After”

Importante: necessario abilitare registratore di cassa (costo medio 20 Euro)

Necessario un incontro al MISE per valutare attuazione provvedimento

4 gennaio 2018
Intervento a favore delle imprese della provincia di firenze per l’installazione di impianti di videosorveglianza e/o impianti di allarme antirapina e di sistemi di videoallarme antirapina collegati con le forze dell’ordine

Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal 01.01.2017 e fino al 31.12.2017, per l’installazione e/o l’adeguamento di impianti di videosorveglianza e/o impianti di allarme antirapina 

20 dicembre 2017
Contributi alle imprese per l'efficienza energetica degli edifici

La Regione Toscana, con delibera di Giunta n. 1142 del 23 ottobre 2017, ha approvato gli elementi essenziali del prossimo bando, giunto alla sua terza edizione, che cofinanzia investimenti per aumentare l'efficienza energetica degli immobili di unità locali o sedi operative di attività produttive e/o altre attività economiche, con sede nel territorio regionale. 

22 novembre 2017
  • Confesercenti Nazionale
  • Confesercenti Toscana
  • Cescot Firenze
  • Fondazione sviluppo urbano
  • Ebct
  • ConfesercentiLab
  • Sistema Gestione Urbana
  • Italia Comfidi
  • Regione Toscana
  • Città Metropolitana di Firenze
  • Comune di Firenze
  • Camera di Commercio

Confesercenti Firenze - piazza Pier Vettori, 8/10 Firenze
Tel.: +39 055 27051 - Fax: +39 055 224096 - C.F. 80023990486

 

Design by Edimedia Srl

Sito conforme agli standard W3C (World Wide Web Consortium)

Valid XHTML 1.0 Transitional